Clicks953
it.news
5

Chiesa dell'Amore: perché la Fraternità viene espulsa da Dijon

L'arcivescovo Roland Minnerath di Dijon (Francia) ha dichiarato di aver espulso la Fraternità Sacerdotale di San Pietro (FSSP) dalla sua arcidiocesi perché i preti della Fraternità non presiedevano con altri la Messa del Crisma di Novus Ordo, durante la Settimana Santa.

Lo ha detto ai fedeli locali e il suo ufficio stampa l'ha confermato all'agenzia CatholicNewsAgency.com. La scelta di presiedere in gruppo nella Chiesa di Novus Ordo è facoltativa, non è mai un obbligo, secondo le regole del Vaticano II e secondo il Canone 902.

Minnerath ha dovuto affrontare una reazione enorme contro questa decisione e ora usa senza vergogna la reazione che lui stesso ha provocato per fare la vittima, dicendo che la reazione "rivela molto lo spirito dei alcuni di quelli che fanno riferimento alla Fraternità."

Una petizione online firmata da 2'500 persone è stata respinta da Minnerath con l'argomentazione non pertinente che la "maggior parte delle firme è di persone fuori dalla diocesi".

Dato che non esiste un contratto (nemmeno un contatto) tra la FSSP e Minnerath, quest'ultimo se la caverà… almeno in questo mondo. Minnerath ha 74 anni e l'aspettativa di vita degli uomini in Francia è di 80,2 anni.

La FSSP ha portato il caso alla Congregazione per la Dottrina della Fede, ma cercare giustizia a Roma è come cercare di trovare vescovi Cattolici in Francia.

#newsOphrggaaho

Francesco I
@N.S.dellaGuardia
La "Fraternità San Pietro" fu costituita da ex appartenenti alla "Fraternità San Pio X" i quali tradendo l'impostazione data dal fondatore mons. Lefebvre , non si rifiutarono di celebrare con il novus ordo, anche se normalmente celebrano con il "vetus".
D'altra parte il Monsignore stesso affermò che gli era stato proposto di celebrare anche una sola volta con il rito filo-…More
@N.S.dellaGuardia
La "Fraternità San Pietro" fu costituita da ex appartenenti alla "Fraternità San Pio X" i quali tradendo l'impostazione data dal fondatore mons. Lefebvre , non si rifiutarono di celebrare con il novus ordo, anche se normalmente celebrano con il "vetus".
D'altra parte il Monsignore stesso affermò che gli era stato proposto di celebrare anche una sola volta con il rito filo-protestante per non subire sanzioni.
Ora, anche coloro che si dimostrarono più accondiscendenti subiscono pressioni inaccettabili.
Mons. Lefebvre, un vescovo nella tempesta. Artista Laurence Equilbey, …
Christoforus78
I vescovi sono ad un livello tale di apostasia che andrebbero ignorati.
N.S.dellaGuardia
Mons. Lefevbre Santo subito!!!
il vandea
Gia lo e', per acclamazione del popolo cattolico. Non sarebbe il primo caso , che, davanti a casi di conclamata santita', la Chiesa riconosca Santi senza il relativo precesso di canonizzazione (nel Martirologio Romano il caso piu' noto e' quello di S:Rosa da Viterbo, ma ce ne sono anche altri ). Il Popolo Cattolico (quello che persegue la Fede e la Salvezza), gia' ha deciso. L'altro ,acattolico, …More
Gia lo e', per acclamazione del popolo cattolico. Non sarebbe il primo caso , che, davanti a casi di conclamata santita', la Chiesa riconosca Santi senza il relativo precesso di canonizzazione (nel Martirologio Romano il caso piu' noto e' quello di S:Rosa da Viterbo, ma ce ne sono anche altri ). Il Popolo Cattolico (quello che persegue la Fede e la Salvezza), gia' ha deciso. L'altro ,acattolico, modernista, conciliare, democratico, papolatrico e ecumenico, non ci interessa e non conta.
Santi Marcel Lefebvre e Pio XII, pregate per la Chiesa e per le nostre famiglie !!
Andrea Mancinella
L'ho già scritto ma lo ripeto: la FSSP lasci perdere quel vescovo e continui a fare ciò che faceva usando case private, o celebrando all'aperto. Prendano esempio dai sacerdoti refrattari nell'epoca della Rivoluzione del 1789.
don Andrea Mancinella