Fatima.
2621

COME L'ORO: SANGUE DI NON VACCINATO

Girava da circa due settimane l'informazione, poi ieri Keira Connolly speaker radiofonica di una nota emittente irlandese, con un Tweet (screenshots in allegato) ha scoperchiato il vaso di Pandora.
La conduttrice, donatrice di sangue abituale, ha ricevuto una call dal centro donazioni del sangue per chiederle lo stato vaccinale.
Lei, essendo non vaccinata, si attendeva le dicessero che il suo sangue non andasse più bene, mentre invece hanno tirato un sospiro di sollievo poiché non vaccinata, anzi pregandola di andarlo a donare più spesso e quanto prima.
Altre testimonianze simili di altri donatori a commenti.
Il tweet è in trend in tutta l'Irlanda.

Non vaccinati razza pura?

Depositate in banca il vostro sangue!

PS. Twitter non censura più... meditate gente, meditate.
Spicer4
Cari amici,
Nel caso possa essere utile allego il messaggio che in tanti stiamo inviando ad AVIS (donatori sangue)

LA NOSTRA VOCE FACCIAMOGLIELA SENTIRE!!!

Contattaci

########## Testo Copia incolla da personalizzare.... Se adattato si potrebbe inviare anche ad altre associazioni se ritenete utile.... ##########

####################

Carissimi,

Sono ..... , iscritto AVIS.

Ho da …More
Cari amici,
Nel caso possa essere utile allego il messaggio che in tanti stiamo inviando ad AVIS (donatori sangue)

LA NOSTRA VOCE FACCIAMOGLIELA SENTIRE!!!

Contattaci

########## Testo Copia incolla da personalizzare.... Se adattato si potrebbe inviare anche ad altre associazioni se ritenete utile.... ##########

####################

Carissimi,

Sono ..... , iscritto AVIS.

Ho da sempre ritenuto che donare il sangue sia uno degli atti di altruismo che maggiormente ci eleva come esseri Umani. E questa nostra associazione si è, da sempre, fatta promotrice di questo sublime gesto di Amore di donare una parte di sé a chi si trova in una situazione di bisogno.

Ho letto recentemente alcuni appelli a donare il sangue/plasma.

È con grande rammarico che vi comunico di aver scelto deliberatamente di NON effettuare donazioni di sangue/plasma finché continuerà a persistere la discriminazione da parte della maggioranza, e in particolare della casta dei sanitari, dei politici, dei sindacati, dei giornalisti, nei confronti di quella ristretta minoranza di persone che per varie ragioni hanno scelto di non sottoporsi alla inoculazione dei sieri sperimentali (impropriamente indicati con il nome di vaccini).

La cosa che maggiormente mi scandalizza è l'assoluta mancanza di prese di posizione contro ogni forma di discriminazione da parte di associazioni come l'AVIS che, oltre a promuovere la donazione di sangue/plasma, dovrebbe adoperarsi anche per il rispetto dei diritti umani (incluso il diritto al lavoro e alla salute, il diritto all'istruzione, il diritto a fruire dei mezzi di trasporto) nei confronti di TUTTI!
VACCINATI E NON VACCINATI,
perché tutti siamo esseri umani, indipendentemente dalle scelte personali (relative alla salute, alla religione, alla politica, alla sessualità, ecc.)

Vengono quotidianamente violati:

Il diritto al lavoro: mentre in Inghilterra vengono rimosse molte limitazioni in Italia molti lavoratori sono stati espulsi dal proprio posto di lavoro poiché, per mille ragioni che afferiscono alla sfera personale, hanno scelto di non piegarsi al ricatto;

Il Diritto alla salute: stanno emergendo innumerevoli situazioni di discriminazione nei confronti di tantissimi a cui sono state negate le cure, poiché non inoculati. Alcuni sanitari, tra cui anche medici e infermieri, si sono VOLONTARIAMENTE adoperati per creare disagio, e le loro azioni scellerate in taluni casi hanno portato a situazioni drammatiche delle quali anche la stampa nazionale è stata costretta a fare cenno;

Il diritto all'istruzione: molti alunni sono stati letteralmente espulsi dalle lezioni poiché non erano inoculati o perché non erano terzodosati (avendo scelto di non fare la terza dose) dopo i fatidici 120gg . Anche impedire l'accesso al trasporto locale per molti alunni si sta traducendo nella impossibilità di fruire al diritto all'istruzione.

Diritto a fruire dei mezzi di trasporto, diritto a svolgere attività sportiva, ecc..

Mi auguro che l'associazione dei volontari donatori di sangue AVIS, alla quale sono iscritto, trovi il coraggio di denunciare pubblicamente le gravi violazioni dei diritti umani su esposti.

Quando ho scelto di aderire alla nostra associazione l'ho fatto perché avevo pensato che solo la generosità gratuita avrebbe potuto fare accrescere la nostra umanità. Oggi una parte dell'umanità, una minoranza, ha bisogno di sentire che non è stata abbandonata. Ha bisogno di sentire che TUTTI avvertiamo l'ingiustizia insista nella discriminazione alla quale costoro vengono sottoposti.

L'umanità, oggi più che mai, ha bisogno che associazioni come la nostra prendano una posizione netta CONTRO OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE.

Cordiali saluti.

PS: Ho inviato questo messaggio anche ad AVIS della mia regione ed alla mia sede di riferimento.