Clicks90
Fatima.

LEGGETE QUESTO ARTICOLO PRIMA DELLA VOSTRA PROSSIMA MESSA

1 – Al momento della morte, la vostra maggiore consolazione saranno le Messe a cui avete assistito durante la vostra vita.

2 – Ogni Messa che avete ascoltato vi accompagnerà davanti al Tribunale Divino e vi aiuterà ad ottenere il perdono.

3 – Con ogni Messa potete diminuire la pena temporale per i vostri peccati, proporzionalmente al fervore con cui la ascoltate.

4 – Con la partecipazione devota alla Santa Messa, rendete l’omaggio migliore all’umanità santissima di Nostro Signore. La Santa Messa ben ascoltata supera le vostre maggiori negligenze e omissioni.

5 – Attraverso la Santa Messa ben ascoltata vengono perdonati tutti i vostri peccati veniali che siete decisi ad evitare, e molti altri dei quali neanche vi ricordate. Attraverso di essa il demonio perde il dominio su di voi.

6 – Offrite una consolazione per le anime benedette del Purgatorio.

7 – Una Messa ascoltata in vita vi porterà molto più profitto di molte che possano essere offerte per voi dopo la vostra morte.

8 – Vi liberate da molti pericoli e disgrazie in cui probabilmente cadreste se non fosse per la Santa Messa.

9 – Ricordatevi anche con essa riducete il vostro Purgatorio.

10 – Con ogni Messa aumentate il vostro grado di gloria nel Cielo. In essa ricevete la benedizione del sacerdote, che Dio ratifica in Cielo.

11 – Durante la Messa vi inginocchiate in mezzo a una moltitudine di angeli che assistono invisibilmente al Santo Sacrificio con estrema reverenza.

12 – Ottenete benedizioni nei vostri affari e nelle questioni temporali.

13 – Quando ascoltiamo la Messa in onore di qualche santo particolare, rendendo grazie a Dio per i favori richiesti a questo santo, otteniamo la sua protezione e un amore speciale.

14 – Ogni giorno in cui ascoltiamo la Messa, oltre ad altre intenzioni, dobbiamo onorare il santo del giorno.

IMPRIMATUR: JUAN J. CLENNON - Arcivescovo di St. Louis

«Un giorno, mentre assistevo al santo sacrificio, vidi un immenso numero di Angeli scendere e raccogliersi intorno all’altare, con lo sguardo fisso sul sacerdote. Essi cantavano cantici celestiali che rapivano in estasi il mio cuore; il cielo stesso sembrava in contemplazione del grande sacrificio. E noi povere creature cieche e misere assistiamo alla Messa con così scarso amore con così poca passione e rispetto! Oh, se Dio aprisse i nostri occhi quante meraviglie potremmo vedere!».

- Santa Brigida -