Clicks15.6K

Grave messaggio della Madonna a Edson Glauber (08.08.2020): «Roma sarà totalmente distrutta»

MESSAGGIO DELLA REGINA DEL ROSARIO E DELLA PACE A EDSON GLAUBER, 08.08.2020.

Pace al tuo cuore!

Figlio mio, io vi chiamo a Dio e non sono ascoltata. Molti dei miei figli restano sordi alla mia chiamata e col cuore indurito alla mia voce, alle mie parole di Madre.


Molti mi oltraggiano con i loro terribili peccati e con le loro parole offensive, e dubitano dei miei messaggi, screditandoli, allontanando così tanti dei miei figli dal cammino della Verità.

Se le mie parole, che dico con tanto amore e preoccupazione, non sono veritiere, le loro parole dette senza carità, piene di odio e in modo oltraggioso, sono forse piene di verità?


Prega, prega, prega molto, o umanità ingrata perché terribili dolori stanno per cadere su di te e ti abbatteranno sempre di più facendoti versare amare lacrime per essere stata sorda alla mia voce materna.

Uomini senza pietà, crudeli e feroci attaccheranno la Santa Chiesa e Roma sarà totalmente distrutta.

L’Italia berrà il calice amaro del dolore, perché ha molto peccato, ma non solamente essa; anche molte altre Nazioni saranno distrutte, a causa della loro mancanza di fede, d’amore e di rispetto verso le Opere Sante di Dio.


Sono triste, figlio mio, perché io ho parlato e vi ho chiamato a Dio, e non sono stata ascoltata; io vi ho donato tanto amore, tanti segni, tante grazie e tante benedizioni, e sono stata disprezzata ed offesa. Dio non è contento!...

Placate la sua Giustizia quanto prima, in caso contrario dovrete sopportare il peso del suo Braccio Potente e della sua Giustizia in una forma terribile.

Ti benedico, figlio mio, e tutta l’umanità: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

__________________________________________________


APPROFONDIMENTO TEMATICO:
«Roma sarà totalmente distrutta»

Quella della distruzione materiale di roma è una profezia gravissima ma molto seria, preannunciata nelle Sacre Scritture e fin da tempi remoti da santi e mistici e veggenti di ogni epoca.

Mi chiederete: a che serve ricordarlo? Possiamo fare concretamente qualcosa? Certo: possiamo, anzi dobbiamo capire che la conversione è di un'urgenza mai prima così pressante, che non è più differibile.

Non solo: servirà anche a sensibilizzare i distratti, i superficiali, gli irrisori della Divina Giustizia che con Dio non si scherza, non Lo si prende in giro: coloro che non vogliono cambiar vita per amor di Dio lo facciano almeno per il terrore dei suoi giustissimi e terribili castighi!

Il messaggio della Vergine al veggente Glauber ricorda anche che l'Italia pagherà un conto salato alla Divina Giustizia, più di altre nazioni perché tanto, troppo ha ricevuto dalla sua Misericordia e troppo volgarmente sta disprezzando Dio e suoi doni! Troppo ed in modo intollerabile!!

Questi gravi avvertimenti si spiegano con la legge evangelica: «A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più» (Lc 12,48).

Roma e l’Italia, così beneficate da Dio, così gloriose per il loro passato, oggi sono divenute peggio dei popoli infedeli a causa dei loro peccati che insudiciano il mondo, come ha spiegato lo stesso veggente a chi gli chiedeva perché queste profezie terribili riguardino proprio Roma e l’Italia. Per cui vale la parola profetica di Gesù:

«Guai a te, Corazin, guai a te, Betsàida! Perché se in Tiro e Sidone fossero stati compiuti i miracoli compiuti tra voi, gia da tempo si sarebbero convertiti vestendo il sacco e coprendosi di cenere. Perciò nel giudizio Tiro e Sidone saranno trattate meno duramente di voi» (Lc 10,13-14).


L’insegnamento del Signore è eterno, infallibile, immutabile: chi più ha ricevuto e non avrà corrisposto, più duramente sarà punito perché l’infedeltà di coloro che sono stati prediletti da Dio e da Lui beneficati con grazie maggiori è più grave e meritevole di un più duro castigo.

Un agile florilegio vi aiuterà a capire quanto reiterata sia questa profezia che ormai pare davvero vicina a noi...

___________________

«Da poco mi ero addormentata quando una mano mi prese e mi sollevò. Mi trovai come su un poggio e ai miei piedi c’era la città benedetta, ma di questa riuscivo a distinguere solo il Colosseo…

Ho visto uscire una processione di vescovi e di cardinali che, al posto di pregare, litigavano fra di loro. “Riportano la Chiesa a Gerusalemme”, diceva qualcuno. E qualcun altro: “Hanno stipulato un patto con Satana”.

Quando riaprii gli occhi, al posto del Colosseo c’era un piccolo lago e sopra un angelo con una scritta in fronte: “Questa è la seconda prova. Ma prima che il larice rinverdisca per la terza volta una grandinata ben peggiore si abbatterà sulla città santa, ridotta ormai ad una spelonca di ladri, dove la pestilenza e il vizio saranno pane quotidiano e dove i vescovi mangeranno nella stessa scodella dei malfattori, mentre i giusti periranno in carcere.


Ed ora, mi disse ancora la voce, voglio farti vedere la prima prova che verrà mandata alla città santa. Ho visto allora una fiamma di fuoco cadere sibilando sulla terra e andare a incunearsi tra le case, poco lontano dalla BasilicaE un’enorme voragine si aprì inghiottendo case, strade e persone».

Santa Brigida di Svezia (secolo XIII)

* * *

«Dio consentirà un grande male contro la Sua Chiesa: gli eretici e i tiranni verranno improvvisamente e inaspettatamente; irromperanno nella Chiesa mentre vescovi, prelati e sacerdoti sono addormentati. Entreranno in Italia e devasteranno Roma; bruceranno le chiese e distruggeranno tutto».

Venerabile Bartolomeo Holzhauser (secolo XVII)

* * *

«Ma tu Italia, terra di benedizioni, chi ti ha immersa nella desolazione? Non dire: nemici, ma gli amici. Non senti che i tuoi figli domandano il pane della Fede e non trovano chi loro lo spezzi? Che farò?… Io picchierò i pastori, Io disperderò il gregge, affinché coloro che siedono sulla cattedra di Mosè cerchino dei buoni pascoli e il gregge ascolti docile e si nutra. Ma sopra il gregge e sopra i pastori peserà la mia mano: la carestia, la pestilenza e la guerra faranno sí che le madri dovranno piangere il sangue dei figli e dei mariti, morti su terra nemica!

E di te Roma, che sarà?… Roma ingrata, Roma effeminata, Roma superba!… Tu sei giunta a tale che non cerchi altri, né altro ammiri nel tuo Sovrano se non il lusso, dimenticando che la tua e la sua gloria sta nel Golgota!… Ora egli è vecchio, cadente, inerme, spogliato; però con la sua sola parola, egli fa tremare il mondo!

Roma!… Io verrò quattro volte a te!… La prima volta, percuoterò le tue terre e gli abitanti di esse. La seconda volta, porterò la strage e lo sterminio fino alle tue mura. La terza volta, abbatterò le difese e i difensori, e per comando del Padre installerò il regno del terrore, dello spavento e della desolazione!

Ma i miei saggi fuggono, la mia legge è calpestata… perciò io ritornerò per la quarta volta. E allora guai a te se la mia legge sarà ancora un nome vano! Vi saranno prevaricazioni tra i dotti e gli ignoranti; e il tuo sangue e quello dei tuoi figli laveranno le macchie che tu fai alle leggi del tuo Dio. La guerra, la peste, la fame sono i flagelli con cui sarà percossa la superbia e la malizia degli uomini. Dove saranno, allora, o ricchi, le vostre magnificenze, le vostre ville, i vostri palazzi?… Saranno diventati la spazzatura delle piazze e delle strade!

E voi, sacerdoti, perché non correte a piangere, tra il vestibolo e l'altare, invocando la sospensione dei flagelli? Perché non prendete lo scudo della Fede e non andate sopra i tetti, nelle case, nelle vie, sulle piazze, in ogni luogo, anche inaccessibile, a portare il seme della mia parola? Ignorate, forse, che essa è la terribile spada a due tagli che abbatte i miei nemici e che infrange l'ira di Dio e degli uomini?».


San Giovanni Bosco (visione vigilia dell’Epifania 1870)

* * *

«Il Papa vedrà la distruzione di Roma e del Vaticano, calpestato e depredato, e soffrirà come Padre della Cristianità. Dalle sue labbra uscirà un anatema contro coloro che, dimenticando la loro fede, si uniranno alla Bestia. Le esperienze che patirà, e quello che vedrà, gli faranno sollevare le braccia in atto di supplica e lo faranno inginocchiare domandando perdono».

Catalina Rivas (14 gennaio 1996)

* * *

“Vedo molti sacerdoti con la loro talare e religiosi e religiose con il loro saio: tutti in fila e degli aguzzini che li spingono e trascinano uno alla volta su un palco di legno. Li facevano inginocchiare e chiedevano loro: ‘Getta l’abito’. Alla risposta ‘No!’ gli prendevano la testa e gliela mettevano su un ceppo e lì venivano decapitati dal boia che aveva una scure” (12 novembre 1986).

“Ho sognato che musulmani circondavano le chiese e chiudevano le porte e dai tetti gettavano benzina e davano fuoco, con dentro i fedeli in preghiera e tutto andava a fuoco” (21 luglio 1998).

“Mi trovo a San Pietro […] una folla di barbari correva dentro la basilica uccidendo chiunque incontrava. […]. Tutti i sacerdoti presenti erano con l’abito talare, ai lati del sagrato i vescovi erano a sinistra i cardinali a destra e pregavano in ginocchio col viso a terra” (10 febbraio 2000).

“Questa notte ho visto la basilica di San Pietro andare a fuoco” (26 gennaio 1996).

“Questa notte ho sofferto molto in sogno. C’era la guerra e gli stranieri invadevano l’Italia” (13 luglio 1998)


Bruno Cornacchiola, veggente delle Tre Fontane

* * *

«Il palazzo sarà sorpreso dall’invasione furiosa e sanguinosa degli uomini dalla grande barba. Restate saldi sul cammino che vi ho indicato» (31.05.2005).

«Gli uomini del terrore raggiungeranno il Vaticano. La piazza sarà piena di cadaveri. L’umanità vedrà l’azione malefica degli uomini dalla grande barba. Il Colosseo crollerà» (24.07.2005).

«Accogliete i miei appelli. Non tiratevi indietro. Gli uomini dalla grande barba agiranno contro i cristiani. Le pareti del palazzo saranno macchiate di sangue. Ecco che verranno giorni di grande dolore per i miei poveri figli» (11.03.2008).

«Pregate per la Chiesa. I nemici agiranno con grande furia. La morte sarà presente nella casa di Dio. I nemici arriveranno dalla Via Appia. Soffro per quello che vi aspetta. Pregate»
(18 marzo 2013).

Messaggi della Regina della Pace di Anguera a Pedro Regis

___________________

Siamo allora all'Apocalisse? Si direbbe di si!

I fatti, gli avvenimenti, i segni dei nostri tempi sono tali che, senza forse, non trovano riscontro alcuno nella storia dell'umanità! Non c'è mai stato un tempo, come adesso, in cui gli uomini abbiano vissuto in così aperto dispregio delle leggi divine! Vediamone insieme alcuni esempi.

Aborto legalizzato: che provoca la morte di oltre 50 milioni di nascituri, ogni anno. Povere piccole vittime! Che non sono in grado nemmeno di difendersi! Di cui molte vengono gettate perfino nella spazzatura, mentre moltissime sono usate per fabbricare cosmetici! Quali abominevoli delitti!

Genetica: che, in nome del cosiddetto progresso scientifico, si dà alle piú mostruose e criminose manipolazioni dell'uomo e degli animali.

Sétte: che, da circa 2.000 che erano all'inizio del secolo, sono diventate, fino ad oggi, quasi 25.000! Tutte piú o meno accanite avversarie di Dio e della sua Chiesa!

Stupri e violenze tra fanciulli: per la prima volta al mondo! Bambini che torturano e uccidono altri bambini; fanciulli che stuprano fanciulle; ragazzi e ragazze che si suicidano in numero sempre maggiore; adolescenti che formano bande criminali.

Prostituzione minorile: milioni di bambini e bambine che, in tutto il mondo, vengono rapiti e sono venduti, per essere poi avviati alla prostituzione, con bastonature, alcool, droga, psicofarmaci!

Compravendita dei corpi umani: bambini, ragazzi e adulti che vengono rapiti o venduti, per alimentare il commercio degli organi da trapiantare!
Televisione : che viene usata per brutalizzare le personalità di piccoli e grandi, con la diffusione della pornografia, l'esaltazione della violenza, l'istigazione alla immoralità, la propaganda della dissolutezza, il proselitismo di fattucchiere e di satanisti!

Diffusione delle armi distruttive: testate nucleari, armi chimiche, esplosivi camuffati, sofisticati congegni di morte, che causano centinaia di conflitti, milioni di vittime innocenti, interminabili processi di odio, vendetta e rivalsa!
Distruzione della famiglia : con la propaganda dissolutrice fra i singoli, le legislazioni degli stati, le deliberazioni degli organismi internazionali come l'ONU. Imposizione dissimulata del divorzio, esaltazione della promiscuità e della convivenza, riconoscimento dei comportamenti innaturali, "matrimoni" fra omosessuali, adozioni indiscriminate! Criminalità organizzata: divenuta una delle tante attività socio-economiche di singoli e gruppi che, seppur in certo modo combattuti, trovano sempre maggiore spazio e piú ampia connivenza fra le maglie di una legiferazione equivoca e di una morale tanto elastica quanto "libera"!

Culti satanici: che ormai si praticano alla luce del giorno. Spesso pubblicizzati e "legalmente" riconosciuti; che finiscono poi col condurre all'uso dei sacrifici animali e dei sacrifici umani!

Smodata ricchezza e abissale povertà: che vanno diffondendosi sempre piú in tutti i paesi "avanzati", e che hanno come paradigma eclatante la smisurata prodigalità consumistica dei paesi "sviluppati" e la incontrollata mancanza di nutrimento dei paesi "sottosviluppati".

* * *

Forse siamo davvero alla vigilia del compimento di queste e consimili profezie di sventura...

Meditiamo!... E soprattutto offriamo a Gesù Salvatore, per le mani della Sua SS. Madre, la nostra fedeltà, la nostra preghiera, i nostri sacrifici, consacrando ai Sacri Cuori di Gesù e di Maria tutti noi stessi!
Angeloharry
È preferibile morire piuttosto che assistere a questo orrore. La gente è sorda, cieca e muta. La chiesa volta li sguardo da un'altra parte, invitando e promuovendo culture e religioni anticristiane. Miserere Domini...
Ada Molineris
Abbi pietà Signore abbi pietà per tutti i peccatori..abbi pietà Signore abbi pietà per tutta l'umanità