Clicks1.3K
it.news
3

Cardinale chiama la polizia contro il rosario

L'arcidiocesi di Toronto (Canada) non si è risparmiata alcuno sforzo per impedire a un gruppo di Cattolici di recitare il rosario contro la chiusura delle chiese per il Covid.

VoxCantor.blogspot.com (1° maggio) riferisce che il gruppo aveva in programma (non per la prima volta) un ritrovo il 24 aprile per recitare il rosario, fuori dalla chiesa di Padre Pio a Toronto.

Per pura cortesia, il parroco è stato informato via email. Solo poco ore dopo, un portavoce del cardinale di Toronto Tom Collins, di posizioni pro omosessuali ha risposto che non era stato concesso alcun permesso "di pregare sul terreno della parrocchia" e che qualunque ritrovo pubblico anche all'esterno era proibito e sarebbe stato sanzionato.

L'organizzazione ha risposto di aver scritto l'ultima volta all'arcidiocesi sette anni prima, per informare di una danza liturgica illecita nella chiesa di Padre Pio, alla presenza del cardinale Collins (sotto), senza aver mai ricevuto risposta; poi è stato aggiunto: "per noi il Santo Sacrificio della Messa è qualcosa per cui vale la pena di combattere, come per i martiri che ci hanno preceduto."

Sembra che l'arcidiocesi abbia informato la polizia di un "ritrovo illecito". In ogni caso, una macchina della polizia è rimasta mezz'ora nel parcheggio di fronte alla chiesa. In più, la chiesa è stata sorvegliata da due signori; uno di questi indossava una giacca dei Cavalieri di Colombo e ha detto di andarsene a una signora che gli aveva chiesto dove fosse il rosario.

Il gruppo alla fine ha pregato in un parcheggio vicino, dove una ventina di ragazzi giocava a calcio illecitamente... ma la polizia non è intervenuto contro quel ritrovo.

Foto: © Mazur, CC BY-NC-ND, #newsFhlrydxtbp

ILDEGARDA .
Come a Roma per frate Alexis Bugnolo
Il presagio
Continuate a fare festini in Vaticano, continuate pure beatamente a prenderlo nel
(_!_).siamo vicini alla fine.
Noncirestachepiangere
Non c'è limite alla protervia e allo scandalo di certi religiosi.
Povero Gesù, quante offese e non rispetto a Te ed alla Mamma Celeste.