03:08
P.Elia
531
Pizza e Vangelo… Pizza e Vangelo… Domenica 2 Ottobre 2022 XXVII del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, l’incredibile storia di “Shalom” una comunità cattolica, che proprio lunedì, 26 Settembre …More
Pizza e Vangelo…

Pizza e Vangelo…
Domenica 2 Ottobre 2022 XXVII del Tempo Ordinario

Cari fratelli e sorelle, l’incredibile storia di “Shalom” una comunità cattolica, che proprio lunedì, 26 Settembre, ha festeggiato il 40° anno di fondazione, una cui delegazione è stata ricevuta anche da Papa Francesco, ci può aiutare a capire perché gli apostoli, nel brano del vangelo di Luca, che ascolteremo Domenica 2 Ottobre, chiedono a Gesù: Signore accresci in noi la fede!

Siamo sul finire degli anni 70, Moysés Louro de Azevedo Filho, un giovane Brasiliano di 20 anni, dopo aver fatto un’esperienza personale di Gesù nel corso di un ritiro spirituale qualche anno prima e aver continuato il suo cammino di fede nel Rinnovamento dello Spirito, sentiva nel suo cuore il desiderio di condividere la sua esperienza con i suoi coetanei. Anche lui, come tanti giovani, aveva cercato di trovare la vita, la libertà, l’amore lontano da Dio e l’unica cosa che aveva trovato era un vuoto spaventoso nel cuore… …. Adesso che aveva capito che incontrare Gesù significava trovare la vita, la libertà e l’amore, voleva che altri giovani sperimentassero la stessa gioia: Gratuitamente aveva ricevuto e gratuitamente voleva donare…
Quando l’arcivescovo di Fortaleza Dom Frei Aloísio Lorscheider gli chiese, in occasione della visita di Giovanni Paolo II a Fortaleza, nel 1980, di consegnare al Papa un regalo da parte dei giovani dell’Arcidiocesi, Moysés, si chiese: quale regalo, può un giovane di 20 anni fare al Papa?
Nella preghiera ispirato dallo Spirito Santo, decise di scrivere una lettera nella quale confidava al Papa la sua decisione di donare la sua vita, la sua gioventù a Dio per evangelizzare i giovani suoi coetanei… Quell’incontro fu un "turning point" nella sua vita… Due anni dopo, con un manipolo di suoi amici, ragazzi e ragazze del Rinnovamento, e con il consenso dell’Arcivescovo Aloísio Lorscheider, apri una pizzeria…
Il ragionamento ispirato dallo Spirito Santo fu questo: I giovani sono lontani da Dio, non vanno in Chiesa, non frequentano la Santa Messa, però … una pizza la vanno a mangiare di tanto in tanto… Perché non approfittare di questa “debolezza” dei giovani per la pizza, per incontrarli e testimoniare loro la gioia di essere cristiani?
Un Pizzeria con annessa una libreria, animata da Giovani “folli" per Gesù del Rinnovamento dello Spirito fu l’inizio di ciò che ora è un’Associazione Internazionale di Fedeli riconosciuta dalla Chiesa composta da circa 4000 membri tra sacerdoti, laici consacrati, famiglie, giovani… presente in 19 Paesi del mondo di 4 Continenti.

Cari fratelli e sorelle la fede e il servizio nell’evangelizzazione dei giovani di Moysés non ha “sradicato” nessun gelso, ma ha “radicato” nel campo di Dio che è la Chiesa tanti giovani smarriti che stanno portando frutti di amore, pace e fraternità nel mondo intero.