Clicks4.7K

Abominio!... Blasfemia!... (La Scure di Elia)

Ascendant ad te, Domine, preces nostrae: et ab Ecclesia tua cunctam repelle nequitiam (Oratio super populum del Martedì della prima settimana di Quaresima).

«Salgano a te, Signore, le nostre invocazioni: respingi dalla tua Chiesa tutta la malvagità». In poche, essenziali parole, la liturgia tradizionale esprime un intero programma per la nostra preghiera: che la Chiesa sia liberata da ogni forma di male, tanto dagli attacchi esterni quanto – cosa ben più dannosa – dalla corruzione interna, sia da quella delle menti che da quella dei costumi. È proprio grazie ad essa che l’ininterrotto assalto dei nemici, non essendo riuscito a distruggerla da fuori, si è portato dentro, tra le mura della Città santa, servendosi del cavallo di Troia dell’aggiornamento conciliare. La sana dottrina si è dissolta per cedere il posto a fumose chiacchiere pseudoteologiche; la disciplina è crollata lasciando dilagare l’anarchia; il diritto è svuotato di ogni forza, se non quando torna utile per eliminare i dissidenti. Ciò che, però, era al di là dell’immaginabile è che si usasse l’autorità conferita da Cristo agli Apostoli per convincere i fedeli ad assumere un farmaco che non solo è immorale, ma può nuocere gravemente alla loro salute.

Di fronte a un simile abominio, cioè all’abuso blasfemo e pernicioso di un potere sacro, è del tutto lecito ricorrere alla maledizione per salvaguardare l’onore di Dio e l’incolumità delle persone. San Tommaso d’Aquino insegna che maledire è proibito solo nel caso in cui si voglia il male altrui per se stesso, mirando ad esso come a un fine; qualora lo si intenda invece sub ratione boni, cioè per uno scopo positivo, è consentito. Nel secondo caso, infatti, l’auspicio non è una maledizione propriamente detta, bensì una maledizione per accidens, poiché l’intenzione principale di chi parla non è diretta al male, bensì al bene. Ora, il bene cui si mira può essere di due tipi: il giusto e l’utile. Il giudice, in un certo senso, “maledice” lecitamente il reo ordinando che gli sia applicata la pena; parimenti si può augurare al peccatore una malattia o un impedimento perché si migliori oppure, almeno, smetta di nuocere agli altri (cf. Summa Theologiae, IIᵃ-IIᵃᵉ, q. 76, resp.).

In questo momento non è in gioco solo il bene individuale, ma anche il bene comune; non soltanto la vita dei singoli, ma pure la vita dei popoli. Sarebbe già gravissimo che la salute di una persona fosse messa in pericolo dalle istituzioni pubbliche senza una ragione proporzionata; qui si tratta di tutta l’umanità, esposta ad un tentativo di genocidio globale. Masse ipnotizzate dalla propaganda stanno andando al macello come stolide bestie, felici di farsi infettare con un agente patogeno creato in laboratorio da criminali peggiori dei nazisti. Gli ecclesiastici che li fiancheggiano, essendo ancor più colpevoli di loro, meritano una condanna severissima, che possiamo lecitamente invocare su di loro perché, smettendo di offendere Dio e di procurare il male a quanti dovrebbero invece custodire, possano scampare alla dannazione eterna.

Tale richiesta sarà gradita a Dio se proverrà da cuori esenti dall’odio umano e pieni di fede nella Sua onnipotente provvidenza. «A volte la Chiesa è non soltanto afflitta, ma anche devastata [oppure deturpata, insozzata, contaminata, disonorata, oscurata] da così gravi tribolazioni dei pagani che, se fosse possibile, il suo Redentore sembrerebbe temporaneamente averla proprio abbandonata. […] Egli, tuttavia, non dimentica la preghiera dei poveri né distoglie lo sguardo da coloro che sperano in lui: anzi, e aiuta quanti combattono con i nemici perché vincano, e incorona in eterno i vincitori. […] Benché, sul momento, paia tardare a prestare aiuto ai tribolati, nondimeno, perché non vengano meno nelle tribolazioni, li corrobora con il suo sguardo pietoso e talvolta, vinte le avversità quasi avesse calcato e placato le masse dei flutti, li libera anche con un soccorso manifesto» (san Beda Venerabile, Omelie su san Marco, IV, 2, 28; cf. Mc 6, 45-52).

La consolante certezza di essere ascoltati dal Signore e da Lui osservati con amore nella lotta deve distoglierci la mente dalla tentazione di ricorrere a metodi tanto sbrigativi quanto illusori e rovinosi. Non compete di certo a noi giudicare il capo della Chiesa né stabilire chi lo sia effettivamente, pur essendo evidente che quello ufficiale si comporti in tutto come uno che non pensi di esserlo davvero, ma che detenga comunque un potere e lo eserciti in modo del tutto autocratico. Noi possiamo solo pregare perché un pontefice del futuro, fosse pure tra venti o trent’anni, chiarisca la questione e risani retroattivamente i danni causati dall’attuale regime; nel frattempo, rimettiamo il problema a Dio e restiamo uniti a colui che è papa davanti a Lui. Basti questo a fugare ogni sospetto di sedevacantismo riguardo a chi scrive, il quale rigetta con tutte le forze anche solo l’idea che la Chiesa sopravviva unicamente in gruppuscoli settari che, per potersi considerare autosufficienti, distorcono la dottrina con sofismi artificiosi e contorti.

Perseveriamo dunque nel combattimento e nella preghiera, in attesa che il Signore intervenga per ristabilire l’ordine per mezzo di un Suo inviato. Egli non ci ha promesso di risparmiarci fatiche e dolori, ma di preservarci dalla sconfitta, purché non cediamo allo scoraggiamento e continuiamo a confidare in Lui. «La Provvidenza non ha forse disposto tutto per il maggior bene degli eletti? Essa li protegge malgrado tutto; largisce loro, giorno per giorno, con liberalità divina, tutti gli aiuti necessari anche ai loro minimi bisogni. Se accade che tutti gli appoggi umani si dileguino, sarà quella, per l’anima cristiana, l’ora della suprema speranza che si rifugia in Dio solo: “Le ore disperate sono le ore di Dio”. La miracolosa Provvidenza interviene nel momento stesso in cui tutto sta crollando, e salva tutto» (M.M. Philipon OP, La Trinità nella mia vita, Roma s.d.). Lo credi davvero? Sei pronto a scommettere su questo invisibile potere? Sei capace di intravedere la luce al di là della coltre di tenebre che avvolge il mondo?

Se non è così, chiedi tale dono al Signore, così da poter cooperare con Lui senza frapporre ostacoli alla Provvidenza, che trova la principale barriera nella sfiducia piagnona con cui spesso, anziché combattere virilmente, ci ripieghiamo in un morboso vittimismo che può degenerare in depressione. Non sto suggerendo che il cristiano sia una sorta di superuomo, bensì che anche i più deboli, con la grazia di Dio, possono diventare invincibili. La forza soprannaturale accordata a chi esercita con coraggio le tre virtù teologali ti è quanto mai necessaria per resistere alla tirannide satanica che ci sta opprimendo. Con calma e determinazione, opponi un netto e irremovibile rifiuto alle sue pretese inaccettabili, senza farti minimamente impressionare dai suoi pseudoargomenti colpevolizzanti: è chi riceve il cosiddetto “vaccino” che può contagiare gli altri, non chi è sano. Se il Signore permette che ti ammali, ricorri immediatamente alle cure disponibili; a tale scopo, individua fin d’ora un buon medico che ti prescriva i farmaci efficaci. Soprattutto, mantieni alto il morale, che, fra l’altro, incide pure sulle difese immunitarie. Non praevalebunt!

Isti sunt triumphatores et amici Dei, qui contemnentes iussa principum, meruerunt praemia aeterna
(Questi sono i trionfatori e gli amici di Dio, i quali, disprezzando gli ordini dei potenti, han meritato i premi eterni; dall’Ufficio Divino).

Fonte:

lascuredielia.blogspot.com/…-coraggio-per-la-vittoria.html
Bernardo Butera
Il fatto è che quando furono modificati i testi del vangelo( in primis il Padre Nostro) tutti i vescovi e sacerdoti
" tradizionalisti " fecero silenzio come nulla fosse..... Adesso tutti gridano allo scandalo...... Dove erano le sentinelle ? Dove i difensori della Verità ? Dormivano ??
Adesso forse è tardi....
vincenzo angelo
Trovo molto prezioso il post e anche giustamente controcorrente.Dice cose molto importanti.Talmente importanti che le questioni solite passano in secondo piano; a meno di non dare per scontate le prime,che sarebbe é forse una vera tentazione.
vincenzo angelo
Peró,detto questo,anche la questione del Padre nostro e del Papa c'entrano eccome:proprio perché Dio induce in tentazione.Piú che la tentazione,Gesú ci chiede di rifiutarne i contenuti,sennó non la favorirebbe;e invece lo fa;cosí come fu Egli stesso che si recó nel deserto per essere tentato.Il post é molto coerente in tutte le sue parti. Che poi oggi intendiamo il Pater come una preghiera per …More
Peró,detto questo,anche la questione del Padre nostro e del Papa c'entrano eccome:proprio perché Dio induce in tentazione.Piú che la tentazione,Gesú ci chiede di rifiutarne i contenuti,sennó non la favorirebbe;e invece lo fa;cosí come fu Egli stesso che si recó nel deserto per essere tentato.Il post é molto coerente in tutte le sue parti. Che poi oggi intendiamo il Pater come una preghiera per tutti,ma non fu cosí sempre.Era una preghiera consegnata a chi era preparato;cosí come il Credo nel Vetus Ordo.Intendo il Pater come un percorso,una salita fatta di tornanti;dinamicamente;nella prospettiva dell'abbraccio eterno.Vero che la prima proposizione sembra giá la vetta:ma é lo Spirito che scende previene e soccorre per metterci in moto.L'ultima,invece,siamo noi ;con la nostra storia personale e comunitaria,nell'abbraccio eterno con Dio,senza piú bisogno che ci formi nelle tentazioni.Tempi differenti:semplice,no?
Pietro81
Chiedo perdono ma volevo far presente a tutti quelli che dicono che il Padre Nostro è stato un stato cambiato dall'attuale papato che si sbagliano, in realtà era già stato cambiato nella Bibbia nell'edizione 2008, quindi sotto un altro papato, se volete fare informazione fatela per bene per cortesia, se cercate la verità fatelo in modo adeguato soprattutto con preghiere e digiuni prima di …More
Chiedo perdono ma volevo far presente a tutti quelli che dicono che il Padre Nostro è stato un stato cambiato dall'attuale papato che si sbagliano, in realtà era già stato cambiato nella Bibbia nell'edizione 2008, quindi sotto un altro papato, se volete fare informazione fatela per bene per cortesia, se cercate la verità fatelo in modo adeguato soprattutto con preghiere e digiuni prima di scrivere menzogne e portare a sbagliare i più piccoli. Grazie
N.S.dellaGuardia
Però è anche vero che la recita modificata non era ancora stata imposta a nessuno. Tra l'altro anche il Gloria, tratto da Lc 2, era già stato cambiato da quella sciagurata traduzione tuttora ahinoi in vigore.
Ma durante la Messa si recitava ancora la versione tradotta letteralmente dalla Vulgata (bei tempi!).

Teniamoci strette le traduzioni del 1974 o anteriori!
Pietro81
Si si va bene sono d'accordo con lei, anche a me non piacciono alcuni cambiamenti ma dobbiamo avere la coscienza di dire le cose nella verità altrimenti portiamo gli altri a sbagliare e a pensare male e facciamo il gioco del maligno
Kiakiar
C' è una cosa che interessa a Dio piu di tutte; la salvezza delle anime. Punto. A quella dobbiamo convergere i nostri sforzi con la preghiera e il sacrificio come raccomandato a Fatima dalla Madonna, altrimenti le nostre anime e quelle di molti altri fratelli rischiano di ardere per sempre all' inferno. Ogni atto d' amore rende eterno il tempo che impieghiamo a compierlo e verra scritto sul …More
C' è una cosa che interessa a Dio piu di tutte; la salvezza delle anime. Punto. A quella dobbiamo convergere i nostri sforzi con la preghiera e il sacrificio come raccomandato a Fatima dalla Madonna, altrimenti le nostre anime e quelle di molti altri fratelli rischiano di ardere per sempre all' inferno. Ogni atto d' amore rende eterno il tempo che impieghiamo a compierlo e verra scritto sul libro della vita. Qualche volta rimanere in silenzio davanti a tante provocazioni del maligno e recitare un Ave Maria, rinunciare ad un caffe, a soddisfare una curiosità, una vanità, è un atto d' amore piu utile di tante parole e giudizi. Questo papa sta ossessionando troppe persone. Volgiamo lo sguardo e la nostra attenzione anche altrove, alle realtà celesti, confidiamo in Dio cercando di collaborare con una vita penitente e santa al Trionfo del Cuore Immacolato. Pensiamo all' infinita di anime che si perdono per sempre ogni singolo secondo che passa ,mentre noi pensiamo ad altre cose che non sono poi cosi importanti come la loro salvezza. Incrementiamo la preghiera fiduciosa in Dio e nella Sua Onnipotenza. Quella si che dovrebbe diventare la nostra ossessione come lo fu per la piccola Giacinta. A chi è veramente impegnato ad amare, rimane poco tempo per giudicare.
Pietro81
Sante parole
Kiakiar
Questa umile suora in ginocchio con la sua preghiera ha fermato l'avanzata delle forze di polizia contro i manifestanti. Noi in ginocchio pregando Dio tutti insieme con fede, potremmo fermare o per lo meno limitare l' avanzata delle forze del male.
Pietro81
Con la preghiera e la fede tutto è possibile
Bernardo Butera
Il padre nostro , a difesa del Papa, lo hanno modificato insieme al mediale , vescovi e cardinali già el 2007 con approvazione di papa Benedetto..... Perché non si è opposto ?? Non sappiamo questo , ma non si oppose nessuno allora quando la Bibbia e i vangeli gia nel 2008 venivano stampati con il nuovo Padre nostro .... Oggi pare tutti svegliati dal sonno urlano contro Bergoglio .
Pietro81
Si vero anche io non sapevo che era stato modificato più di 10 anni fa il Padre Nostro
Bernardo Butera
Il fatto è che quando furono modificati i testi del vangelo tutti i vescovi e sacerdoti " tradizionalisti " fecero silenzio come nulla fosse..... Adesso tutti gridano allo scandalo...... Dove erano le sentinelle ? Dove i difensori della Verità ? Dormivano ?? Adesso ( dopo che il fatto è compiuto è tardi....)
Spera
Sapere che Bergoglio è il falso profeta, un falso Papa non vuol dire uscire dalla Chiesa di Cristo e farne un altra...vuol dire semplicemente dire la Verità. Non è per niente in contraddizione sapere chi è Bergoglio e andare alla Santa Messa...Nessuno mi impedisce che quando il prete lo nomina, io sostituisca il suo nome con quello di Benedetto XVI. Non vedo proprio dove sta il problema una …More
Sapere che Bergoglio è il falso profeta, un falso Papa non vuol dire uscire dalla Chiesa di Cristo e farne un altra...vuol dire semplicemente dire la Verità. Non è per niente in contraddizione sapere chi è Bergoglio e andare alla Santa Messa...Nessuno mi impedisce che quando il prete lo nomina, io sostituisca il suo nome con quello di Benedetto XVI. Non vedo proprio dove sta il problema una volta che si sa la Verità su Bergoglio. Dopo 7 anni non avere capito che non è Papa è perlomeno strano...
Spera
Mai, mai dire il Padre Nostro come ha deciso il falso Papa. Hai perfettamente ragione nolimetangere. Bergoglio e i suoi accoliti possono ingannare gli uomini ma non Dio. Non ci si prende gioco di Dio. Tremo pensando se non si pentono che fine faranno...
Spera
Inoltre continuare a scrivere che è secondario sapere se Bergoglio è un vero Papa che poi ha tradito Cristo o è un falso Papa sin dal principio non ha fatto altro che turbare e confondere ancora di più i cattolici. Fa nettamente la differenza la questione. Giuda fu scelto da Cristo e poi lo tradì. Bergoglio ha usurpato il trono di Pietro, non è mai stato scelto dallo Spirito Santo. Come si fa …More
Inoltre continuare a scrivere che è secondario sapere se Bergoglio è un vero Papa che poi ha tradito Cristo o è un falso Papa sin dal principio non ha fatto altro che turbare e confondere ancora di più i cattolici. Fa nettamente la differenza la questione. Giuda fu scelto da Cristo e poi lo tradì. Bergoglio ha usurpato il trono di Pietro, non è mai stato scelto dallo Spirito Santo. Come si fa Don Elia a pensare che non è importante questa differenza?...Fa completamente la differenza sapere che Bergoglio non è stato scelto da Cristo.
One more comment from Spera
Spera
Giuda è andato all'inferno, Bergoglio l'apocalisse lo da perduto. A me pare che è ora che i cattolici sappiamo la Verità su Bergoglio. Basta con le mezze Verità su di lui.
Giulio Mannino
partecipare alla nuova messa pone di per se un problema alla coscenza del cattolico. Se poi di va e si pensa di risolvere sostituendo il nome di un modernista progressista con un modernista meno sfacciato... direi che sarebbe meglio approfondire la questione e prendere una decisione in modo più serio e responsabile... detto questo faccia come crede.
Spera
Non faccio come credo, faccio secondo coscienza. Esprima ciò che crede, mi permetta di dirle attenzione a giudicare...il suo scritto sembra un giudizio non sulla questione, ma sulla persona. L'unico che può giudicarmi è Dio. Legga il vangelo di oggi...
fidelis eternis
Purtroppo Bergoglio e i suoi accoliti sono tutte anime perdute, ostinate nel male: guardate gli occhi di Bergoglio quando di diverte a scandalizzare i semplici fedeli, che perfidia e mizia vi si legge. Lo spiega bene Lamendola. Vanno ignorati, e se aggrediscono a parole è lecito controbattere...non siamo i loro schiavi, le loro vittime.
Spera
E solo Dio sa quanto ho approfondito in questi anni la questione è con quanta serietà e responsabilità ho preso una decisione...E su Benedetto XVI io e lei Giulio Mannino la pensiamo molto diversamente visto che la sua elezione viene dallo Spirito Santo.
Spera
E si ricordi Giulio Mannino che fino a quando le parole della consacrazione non cambiano la Santa Messa è validissima nonostante tutti i commenti che leggo oltre che da lei da molti altri su Gloria.tv.
AvisObservans
Ma un semplice laico non ha mica il potere di sostituire le parole di un Prete che celebra Messa. O state diventando protestanti senza accorgervene?
Se il Celebrante dice "Francesco", la Messa va a "Francesco" perché la sta guidando lui.
Se l'autista di un autobus svolta a sinistra verso un burrone, l'autobus va a sinistra, anche se i passeggeri ripetessero tutti "destra, destra, destra" a occhi …More
Ma un semplice laico non ha mica il potere di sostituire le parole di un Prete che celebra Messa. O state diventando protestanti senza accorgervene?
Se il Celebrante dice "Francesco", la Messa va a "Francesco" perché la sta guidando lui.
Se l'autista di un autobus svolta a sinistra verso un burrone, l'autobus va a sinistra, anche se i passeggeri ripetessero tutti "destra, destra, destra" a occhi serrati e mani giunte in profonda contemplazione. Il passeggero dovrebbe scendere il prima possibile invece di mentire a sé stesso e finire nel burrone insieme all'autista.
Spera
La Messa va a Cristo...
AvisObservans
Tanto peggio rivolgersi a Cristo dicendo: noi qua stiamo con questo "Francesco" pluri-eretico...
Spera
Noi stiamo con Benedetto XVI
Spera
Se la prenda lei davanti a Dio la responsabilità di dire a milioni e milioni di persone che è l'unica Santa Messa dove possono andare che Dio la ritiene non valida...
3 more comments from Spera
Spera
Non prendere l'eucarestia perché un sacerdote nomina Bergoglio? Si ricordi che nel mondo molti ( milioni e milioni di persone è l'unica messa a cui possono andare) Se la prenda lei la "
Spera
Se la prenda lei la responsabilità davanti a Dio di dire che la Santa Messa non è valida...
Spera
Spero per lei che non arrivi a tanto.
AvisObservans
io dico che è sacrilega la Messa contaminata dall'unione con B,
Spera
Lo dica a Dio, non a me. E io le dico che pensa secondo gli uomini e non secondo Dio.
Spera
Chi sa sostituisce il nome di Bergoglio con quello di Benedetto XVI, chi non sa chi è Bergoglio agisce in buona fede e prende il Corpo di Cristo nonostante il suo parere.
One more comment from Spera
Spera
Non spetta certo a lei il giudizio ma a Dio