Clicks754
VIDEO/ Letteratura contro ideologia. Da Rosso Malpelo ai non vaccinati di Emanuele Gavi: brigataperladifesadellovvio.com/…da-rosso-malpelo-ai-non-vaccinati-di-emanuele-gavi La morte, Dio, l’amore: …More
VIDEO/ Letteratura contro ideologia. Da Rosso Malpelo ai non vaccinati di Emanuele Gavi:
brigataperladifesadellovvio.com/…da-rosso-malpelo-ai-non-vaccinati-di-emanuele-gavi

La morte, Dio, l’amore: i grandi temi della letteratura. Ma oltre a farci riflettere sui massimi sistemi, Rosso Malpelo è un testo ricchissimo di spunti, sociali prima di tutto: la negazione dell’infanzia, il lavoro minorile, le morti bianche… Ma anche psicologici, come la profezia che si autoavvera (Malpelo diventa davvero cattivo come lo dipingono, si adegua al ruolo che gli hanno affibbiato) o la solidarietà tra derelitti (Malpelo che regala al più debole Ranocchio la mezza cipolla che gli doveva fare da companatico).

Ma questa novella terribile e straordinaria ci serve anche da antidoto contro i trucchi dell’ideologia. Pensiamo alla figura del diverso (qui il ragazzino coi capelli rossi): ieri rifiutato, oggi osannato (abbiamo già avuto modo di parlarne, caro Direttore). E il diverso diventa il capro espiatorio: anziché protestare col padrone della cava, di cui in controluce cogliamo tutta l’indifferenza e la crudeltà, i renaioli se la prendono con Malpelo, colpevole solo di essere Rosso e non bruno come gli altri. Così si stemperano le tensioni sociali. Ci ricorda qualcosa? Basta sostituire al padrone il governo italiano, ai renaioli i cittadini (mi verrebbe da dire: i sudditi), al povero Rosso Malpelo quelli che anziché stare rintanati nelle loro abitazioni si facevano una corsa per i prati o prendevano il sole in spiaggia, e poi i giovani della movida, gli imprudenti che tengono la mascherina sotto il naso, per arrivare ai non vaccinati. I non vaccinati oggi sono i diversi, i nemici del popolo. E secondo la narrazione dei padroni del discorso vanno esclusi, temuti, persino odiati. Se le cose vanno male, mica vorremo prendercela col nostro ottimo governo, con la decisione di imporre il lockdown o con dei “vaccini” che non sono serviti a granché, se ora è necessaria la terza dose… Arrabbiamoci gli uni con gli altri, come i capponi di Renzo, non con chi è al potere (e gongola).

A fine luglio l’ineffabile Burioni i No Vax se li immaginava “chiusi in casa come dei sorci”. Un po’ come il padre di Malpelo, il quale, scrive Verga, “aveva fatto la morte del sorcio”. Questa è attualità della letteratura. Ma anche, per chi vuol capire, letteratura contro ideologia.

Cordiali saluti

Emanuele Gavi

lettereanessungiornale.com/…ontro-ideologia-da-rosso-malpelo-ai-non-vaccinati/