Clicks966

Rapporto sulla Fede di Messori-Ratzinger del 1985

Prima del Concilio Vaticano II
.............................................................................................................

Profetico brano del Rapporto sulla Fede di Messori-Ratzinger del 1985:

C'è un rapporto aggiornato e minuzioso sulle religiose del Québec, la provincia-stato del Canada che parla francese. Un caso esemplare, quello québécois: si tratta infatti della sola zona del Nord America che sin dagli inizi sia stata colonizzata ed evangelizzata da cattolici, che vi avevano costituito un regime di chrétienté gestito da una Chiesa onnipresente. In effetti, ancora vent'anni fa, all'inizio degli anni Sessanta, il Québec era la regione del mondo con il più alto numero di religiose rispetto agli abitanti, che sono in tutto sei milioni. Tra il 1961 e il 1981, per uscite, morti, arresto del reclutamento, le religiose si sono ridotte da 43.933 a 26.294. Una caduta, dunque, del 44 per cento e che sembra inarrestabile.

Vittorio Messori e l'allora Cardinale Ratzinger

Le nuove vocazioni, infatti, si sono ridotte nello stesso periodo di ben il 98,5 per cento [in appena vent'anni!]. Risulta poi che buona parte di quell'1,5 superstite è costituito non da giovani, ma da "vocazioni tardive". Tanto che, con una semplice proiezione, tutti i sociologi concordano in una conclusione cruda ma oggettiva: "Tra poco (a meno di rovesciamenti di tendenza del tutto improbabili almeno a viste umane) la vita religiosa femminile così come l'abbiamo conosciuta non sarà in Canada che un ricordo". Sono gli stessi sociologi che hanno preparato il rapporto che ricordano come in questi vent'anni tutte le comunità abbiano proceduto a ogni sorta di riforma immaginabile: abbandono dell'abito religioso, stipendio individuale, lauree nelle università laiche, inserimento nelle professioni secolari, assistenza massiccia di ogni tipo di "specialisti". Eppure le suore hanno continuato a uscire, le nuove non sono arrivate, quelle rimaste - età media attorno ai sessant'anni - spesso non sembrano aver risolto i problemi di identità e in qualche caso dichiarano di attendere rassegnate l'estinzione delle loro congregazioni.
-----------------------------------------------------------------------------------

Dopo............il Concilio.
------------------------------------------------------------------------------------------
Tratto da:

-----------------------------------------------------------------------------------------
NOTA
Da un lato, a distanza di tanti anni la situazione sembra ulteriormente degenerata: tuttavia L'albero buono si vede dai frutti. Mentre il Cardinale olandese annuncia che quasi tutte le chiese nell'arcidiocesi di Utrecht saranno chiuse c'è chi, sempre nei Paesi Bassi restaura le Cattedrali e le riporta a nuova vita:

Domenica 12 novembre 2017, il giorno seguente della festa di San Martino Patrono dell'Arcidiocesi di Utrecht, S.E.R. Monsignor Bernard Fellay, Superiore Generale della Fraternità Sacerdotale San Pio X, ha "riconciliato" la chiesa di San Willibrord, situata nel cuore della storica città di Utrecht, dopo averla acquisita e ottimamente restaurata a sola lode di Dio.

La bellissima chiesa ottocentesca di San Willibrord fu costruita nel 1870 quando la Gerarchia cattolica venne ripristinata in Olanda.

Purtroppo quel gioiello di fede dopo il Concilio Vaticano II stava per essere distrutto: era utilizzato solo "laicamente" come purtroppo avviene per le chiese "inutilizzate" sparse in nei paesi e nelle città dell'ormai scristianizzato continente europeo con sempre meno figli e meno cristiani.

Prima della celebrazione della Messa Pontificale si è svolto il rito della "riconciliazione" previsto dal Pontificale Romano al fine di restaurare il culto cattolico in un edificio sacro dopo che è stato usato per un uso profano.

Il Vescovo ha benedetto dapprima l'acqua gregoriana, una miscela di acqua, vino, sale e cenere con la quale ha asperso le pareti interne e il pavimento con la forma di croce onde pulire la chiesa dalle macchie della profanità.
Nella sua omelia, monsignor Fellay ha ricordato che la bellezza artistica di quel luogo di culto è riflesso della bellezza divina di cui l'anima cristiana è anche immagine.

Il Vescovo ha pure voluto sottolineare che quell'edificio sacro è stato restaurato per la liturgia tradizionale, per la quale è stato costruito «una liturgia che "non è mai stata abrogata", come ha affermato Papa Benedetto XVI nel Motu Proprio Summorum Pontificum del 7 luglio 2007».

È stato poi officiato il Solenne Pontificale.
La liturgia è stata arricchita dal magnifico suono dell'Organo monumentale e da brani stupendamente eseguiti da Solisti, Coro ed ensemble strumentale.

Ad assistere al sacro rito oltre 600 fedeli provenienti dai Paesi Bassi, dal Belgio, dal Lussemburgo e dalla Germania .

La Fraternità Sacerdotale San Pio X ha lodevolmente restituito al Culto Divino anche la bellissima chiesa di St Willibrord edificata dallo zelo, dalla pietà e dalla devozione del Clero e dei fedeli di Utrecht.
Vedi qui il servizio fotografico e sotto il filmato del risultato finale

N.S.dellaGuardia likes this.
@alda luisa corsini
@nolimetangere
Gentili signore come non fate, invece, ad apprezzare quest'altro sguardo ?
Uh mamma! Per questo mi rassereno e sano i miei occhi con i miei cari Papi... Come si dice...anche l' occhio vuole la sua parte...
Guardare per guardare .... guardo dove traggo giovamento.
Veritasanteomnia and one more user like this.
Veritasanteomnia likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
nolimetangere likes this.
Gaetano2
Niente paura, è solo un po' squilibrato. Don Ciccio aveva richiesto degli squilibrati, (vi ricordate?), ma purtroppo quelli che cercava, probabilmente, non erano sufficienti e allora deve farlo lui stesso. D'altronde gli riesce benissimo e, pare, senza sforzo alcuno.
nolimetangere likes this.
Sguardo da bambino, terso e puro.
Gaetano2 and 7 more users like this.
Gaetano2 likes this.
Stat Crux likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
solosole likes this.
Kiakiar likes this.
Veritasanteomnia likes this.
nolimetangere likes this.
Francesco I likes this.
Bello il nostro Papa Ratzinger in questa foto!
La foto è del 1985, allora aveva 35 anni di meno di oggi !
alda luisa corsini and one more user like this.
alda luisa corsini likes this.
nolimetangere likes this.
Eh lo so.. Lo so!!! Peró fa tenerezza, tanta tenerezza come il suo predecessore
Sguardo luminoso...sereno..occhi che guardano lontano.. Anche nella loro sofferenza non hanno mai perso la loro intensitá e anche attraverso le foto, non si sa come e perchè a tutt' oggi suscitano grande rispetto e devozione filiale nei fedeli. Ora è Santo Wojtyla ma sono certa che per i fedeli era giá ritenuto santo …More
Eh lo so.. Lo so!!! Peró fa tenerezza, tanta tenerezza come il suo predecessore
Sguardo luminoso...sereno..occhi che guardano lontano.. Anche nella loro sofferenza non hanno mai perso la loro intensitá e anche attraverso le foto, non si sa come e perchè a tutt' oggi suscitano grande rispetto e devozione filiale nei fedeli. Ora è Santo Wojtyla ma sono certa che per i fedeli era giá ritenuto santo da quando era in vita!
Con tutte le debolezze che possono avere non hanno mai tradito e rinnegato il deposito della fede...
alda luisa corsini and 4 more users like this.
alda luisa corsini likes this.
Francesco I likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
Kiakiar likes this.
nolimetangere likes this.
ricgiu
...eppure nonostante gli sguardi puri i papi postconciliari hanno tutti collaborato a preparare i terreno modernista su cui Bergoglio avrebbe potuto realizzare il piano massonico-modernista.....vorrei essere smentito anche se, di fronte alla realtà dei fatti, sarebbe bellamente inutile....
....tranquilli! se non ricevo smentita, vuol dire che siete d'accordo
Tutto lo sconquasso è venuto dal CVII. La domanda potrebbe essere invece un' altra: erano obbligati a seguirne le tracce o potevano farne a meno?
Francesco I and 4 more users like this.
Francesco I likes this.
Gaetano2 likes this.
_Rosetta likes this.
alda luisa corsini likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
alda luisa corsini and one more user like this.
alda luisa corsini likes this.
solosole likes this.
Gaetano2
Ricgiu, temo, purtroppo, che il CVII stesso si stato l'esito di trame in atto da decenni, o forse secoli. Ovviamente all'oscuro di papi come San Pio XII. E sebbene San Pio X avesse, in precedenza, ben compreso il pericolo, avvertito i fedeli, che grazie a lui ne presero coscienza, e condannato i gli eretici, evidentemente non era riuscito a sconfiggere i nemici in modo definitivo.
Per quanto rigu…More
Ricgiu, temo, purtroppo, che il CVII stesso si stato l'esito di trame in atto da decenni, o forse secoli. Ovviamente all'oscuro di papi come San Pio XII. E sebbene San Pio X avesse, in precedenza, ben compreso il pericolo, avvertito i fedeli, che grazie a lui ne presero coscienza, e condannato i gli eretici, evidentemente non era riuscito a sconfiggere i nemici in modo definitivo.
Per quanto riguarda invece Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, penso che abbiano tentato di frenare, nel contesto in cui ci si trovava, la corsa alla dissoluzione oggi evidentissima. Questo naturalmente non giustifica errori, secondo me, enormi, come gli incontri di Assisi, il come si sia trattato la questione con mons. Lefebvre ecc. Ma oggigiorno che si è rivelato quanti nemici erano già infiltrati nei vertici della Chiesa, mi domando di quanti degli errori gli ultimi due papi siano stati causa e di quanti siano stati ad essi condotti da quelli che li circondavano. Ovviamente è solo la mia opinione. Un fatto indicativo c'è: l'odio che il mondo aveva, e lo ricordo benissimo, sia verso Giovanni Paolo II che verso Benedetto XVI. Mondo che invece apprezza don Ciccio...
nolimetangere likes this.
E difatti l' inamovibile Wojtyla fu attentato a morte e solo la mano di Maria lo salvó. Il lupo grigio non fu un semplice fanatico e malintenzionato. La sua organizzazione, presumo ovviamente, non poteva non avere legami con la sinistra in Italia che all' epoca predicava l' ateismo. E non solo con i bulgari c' erano contatti ma con lo stesso KGB. Basta ascoltare la testimonianza di Craxi a Di …More
E difatti l' inamovibile Wojtyla fu attentato a morte e solo la mano di Maria lo salvó. Il lupo grigio non fu un semplice fanatico e malintenzionato. La sua organizzazione, presumo ovviamente, non poteva non avere legami con la sinistra in Italia che all' epoca predicava l' ateismo. E non solo con i bulgari c' erano contatti ma con lo stesso KGB. Basta ascoltare la testimonianza di Craxi a Di Pietro durante un' udienza di mani pulite. E io gli credo. E dunque questo attentato? Non fantapolitica o fantareligione, ma logica. Il mondo comunista manovrava contro Woytyla. Erano gli anni di Solidarnosc..
Un Papa polacco.....
Dava da pensare...
E la sinistra italiana era collegata ai russi e bulgari pure.. L' oriente comunista che da tanto tramava per conquistare nuove Nazioni si vedeva sfuggire la Polonia e guastare le uova nel paniere in Italia da un Papa polacco. I tempi si allungavano di parecchio per l' Italia. Il Papa era giovane ancora e di buona salute. Amava sciare. Aveva carisma. Tuonava contro tutto quello a cui B ora si sottomette.
Era un vero Papa.
E le cose che voleva e vuole la sinistra sono le stesse della massoneria.
Ma guarda un po'..
È legittimo pensare che l' attentato fosse una sonata a quattro mani invece che a due. Lupi grigi come raporesentanti dell' est europeo comunista e quindi ateo che vedeva sfilarsi la Polonia dalle mani e allontanarsi il sogno di un' Italia comunista e ateizzata, perchè Chi in cui non credevano aveva trovato l' uomo giusto, il servo fedele: Wojtyla!
E hanno osato armare una mano.. Ho ancora negli occhi la scena in tv...
E la mano fu spostata dalla Madonna. Colpí ma non uccise.
Possiamo dire che la sofferenza fisica di Wojtyla diede una spinta in avanti alla Chiesa. E i cospiratori attesero tempi piú propizi. Fu un lungo pontificato. Un grande pontificato.
Non credo abbia mai preso in considerazione che il Corano fosse luce. La conosceva la vera luce. Ma lo bació come rispetto alla religiositá del popolo musulmano. E non sappiamo se di sua volontá o era prefissato dai cerimonieri chissá.
Non mosse la roccia Wojtyla .. Non riuscí a smuoverla la massoneria. Per questo ci fu l' attentato.
Con Ratzinger credevano di giocare sul morbido. Non c' era bisogno di cose estreme. Una roccia di tufo friabile appariva. Lo era? Io non credo che fosse tanto friabile, sempre per usare una metafora ovviamente, altrimenti i rinnegati massoni all' interno non avrebbero fatto in modo che egli non potesse agire. Praticamente isolato nell' agire. Una specie di disobbedienza. Mascherata da silenzio omertoso. E senza accesso ai fondi. Era rimasto solo di rappresentanza eppur non sposava le teorie e i flagelli cattomodernisti. Se lo avesse fatto non ci sarebbe stato un mister B ora.
È vero che ha lasciato e avremmo voluto che non lo facesse, ma anche Ratzinger ha sofferto e soffre, e sono certa che se Wojtyla ha offerto la sua sofferenza fisica al Signore, Ratzinger offre la sua sofferenza morale e la sua prigionia.
A volte io stessa dico che potrebbe fare a meno di abbracciare Mister B negli incontri. Invece sua Santitá Ratzinger lo fa. Anche Wojtyla abbracció il lupo grigio.
Per fortuna con l' avvento delle nuove tecnologie possiamo rivivere i bei momenti di questi due pontificati e assaporare nuovamente la dolce grandezza di uomini inviati da Dio.
Seppur essi sono di dopo il CVIi hanno posto dei paletti in un certo qual senso e non si sono mai sognati di cedere le chiavi di San Pietro alla massoneria, e a tutto il pattume eretico e non, diffusosi in questi anni.
Sicuramente con essi la Chiesa era molto piú florida e in salute di fede.
Purtroppo ora le cose stanno cosí e lo sappiamo. Lo vediamo, lo tocchiamo con mano. Ma tutte queste eresie penetrano veramente nel cuore dei fedeli? Penetrano in chi le lascia entrare.
Possiamo basarci sugli insegnamenti dei Papi precedenti, e sopravvivere finchè la tempesta non cessi. Sopravvivere pregando e sperando.
Come quando c' è un uragano. Si sbarrano e rinforzano porte e finestre. Si sopravvive.
La quiete arriva sempre dopo la tempesta.
Troveremo macerie senza dubbio. Ma tutto è nei piani di Dio.
Marziale likes this.
nolimetangere likes this.