lanuovabq.it

Comunione: i vescovi non si pieghino al governo

Protocollo tra Cei e Governo per la ripresa delle Messe: Comunione solo sulle mani? Non ha senso, nemmeno scientificamente. La Cei non risponde a …
Laura Gafforio
Vi chiedo: è possibile esercitare il nostro diritto attraverso un ricorso collettivo? Una denuncia di questi servi inutili? Non c'è un'autorità preposta a difendere la Chiesa e il diritto dei fedeli a ricevere la Santa Comunione?
ľubica
il problema è nell'infiltrazione di vescovi e sacerdoti da parte di massoni
giandreoli
Ripeto. Leggo nel Vangelo di san Luca che Gesù ha detto alla donna adultera: “Neppure io ti condanno. Va’ e non peccare più”. Leggo invece in un Documento dei Vescovi dell’Emilia Romagna (ma non di loro soli) che, pur invitando i divorziati risposati o conviventi ad astenersi dagli atti che chiamano impropriamente “coniugali” (chissà perché non li chiamano per quello che sono: adulterini), …More
Ripeto. Leggo nel Vangelo di san Luca che Gesù ha detto alla donna adultera: “Neppure io ti condanno. Va’ e non peccare più”. Leggo invece in un Documento dei Vescovi dell’Emilia Romagna (ma non di loro soli) che, pur invitando i divorziati risposati o conviventi ad astenersi dagli atti che chiamano impropriamente “coniugali” (chissà perché non li chiamano per quello che sono: adulterini), tuttavia, “questa scelta non è considerata l'unica possibile, in quanto la nuova unione e quindi anche il bene dei figli potrebbero essere messi a rischio in mancanza degli atti coniugali.” (31.01.2018 n. 9). Possono dunque continuare a convivere “more uxorio” ed accostarsi ugualmente all’Eucaristia, sia “per la propria santificazione” come “per assicurare l’educazione cristiana dei figli”. Sbalordito! Là dove Gesù raccomanda all’adultera: “non farlo più”, i Vescovi dicono: “puoi farlo ancora”! Che dire? Trovo incomprensibile, di conseguenza, la proibizione di amministrare l’Eucaristia a dei Fedeli che, mossi da rispetto e in grazia di Dio, desiderano riceverla in bocca (modalità che non comporta alcun contatto) e l’invito invece ad amministrarla a conviventi in palese e persistente condizione di adulterio! Mi sorge infine un dubbio: i vangeli raccontano di Gesù che, guarito un lebbroso, lo inviò ai sacerdoti perché fosse riammesso nel proprio villaggio e in famiglia (Mt 8,1-4 e sinottici). Rispettoso della Legge in vigore, non se n’era tuttavia lasciato condizionare nell’esercizio del suo ministero: aveva infatti accolto il lebbroso permettendogli di avvicinarsi, l’aveva addirittura toccato e gli aveva imposto di non dirlo però a nessuno! Mi domando: i Vescovi a cui ci stiamo riferendo, se fossero stati presenti, gli avrebbero forse proibito di conseguenza di avvicinare e guarire i malati, in particolare di lebbra? L’avrebbero forse accusato di volerlo far tacere per nascondere le proprie malefatte? A loro la risposta.
Laura Gafforio
Il problema non è il governo (si fa per dire), il problema è la CEI.
warrengrubert
Si assiste a scenette davvero umilianti: frati, con mascherina e guanti d'ordinanza, messi sulle porte delle chiese, di guardia a controllare e vigilare sulla purezza delle mani dei fedeli anziché delle loro anime. Li vedi talmente ligi alle leggi umane, al punto che se gli scappa la vecchietta indisciplinata dall'uscita sbagliata, si indignano, e indispettiti squotono la testa riprendendo la …More
Si assiste a scenette davvero umilianti: frati, con mascherina e guanti d'ordinanza, messi sulle porte delle chiese, di guardia a controllare e vigilare sulla purezza delle mani dei fedeli anziché delle loro anime. Li vedi talmente ligi alle leggi umane, al punto che se gli scappa la vecchietta indisciplinata dall'uscita sbagliata, si indignano, e indispettiti squotono la testa riprendendo la poveretta con frasi sarcastiche... Se le ridicole norme anticovid fossero scritte nelle tavole dei dieci comandamenti, sono certo che questi frati sarebbero meno rigidi nell'applicarle...
La Verità vi farà liberi
Commento perfetto!
alda luisa corsini
... e continuano ad ignorare o, peggio, a rimproverare con ruvidezza personalmente e poi pubblicamente i fedeli immemori delle prescrizioni come la vecchietta che attende l'Eucarestia in ginocchio nel banco e che non ha in nota altro che non sia l'adorazione per Gesù Cristo (v. il Parroco della Chiesa di San Saturnino di Roma; io ne sono testimone).
warrengrubert
Penso che ognuno di noi potrebbe raccontare molti episodi simili a quelli che abbiamo visto.
È desolante vedere un così acritico asservimento del clero.
N.S.dellaGuardia
Sicuramente non potrà rispondere all'appello l'arcivescovo di Genova, futuro, che non è nemmeno vescovo e sarà ordinato per l'occasione.
Veritasanteomnia
Ieri in un sola Santa Messa celebrata in un famoso borgo medievale del centro Italia se ne sono viste e sentite di tutti i colori...e, alla fine, la mia famiglia ha dovuto rinunciare una volta in più a ricevere la Santissima Eucarestia, distribuita ai fedeli da una Suora munita di guanti monouso
il vandea
Sacrilegio triplo. La SS .Eucarestia distribuita nelle mani, toccata con i guanti e data da mani non consacrate. Il demonio andava a nozze.