Clicks689

Maria Valtorta e la vera tomba di S. Pietro 1 .

www.valtortamaria.com/…/29-novembre-1948

QUADERNETTI CAPITOLO 751

29 novembre 1948


Dopo aver ricevuto da Bianca Bracci Bottai il trafiletto sulla tomba di S. Pietro (Tirreno del 2411-48).

[È allegato il ritaglio del breve articolo sul ritrovamento della tomba di San Pietro]

Mentre lo leggo, e precisamente là dove si dice: "... Basilica costantiniana eretta sulla tomba del primo successore di Cristo", la voce potente di Gesù, proprio nel tono di quando controbatte una tesi errata, o vuole imporre la sua Volontà, o rimprovera o compie miracoli, prorompe forte dicendo:
«No! Lo stesso Costantino comprese l'inopportunità di erigere la basilica sul luogo (il Circo di Nerone e gli Orti Neroniani), putente ancora delle depravazioni neroniane, del martirio del mio Pietro. E non "tomba" neppur là dove ora si erige la chiesa.
Il mio Pietro, santificato dal suo perfetto volere e dal martirio, dopo esser stato da Me consacrato e dallo Spirito di Dio purificato e posseduto con l'assoluta pienezza dei fuochi Paracliti, non poteva esser deposto là dove, sin sui materiali dei mausolei, era la professione dei culti più sozzi del paganesimo.
Meglio la nuda, povera cripta della catacomba Ostriana, povera, nuda come la grotta della mia Nascita. Conforme allo spirito evangelico che è solo di carità, fede, speranza, e delle quattro cardinali virtù, e d'ogni altra virtù minore, deve esser ricco. Che il resto è paglia, senza valore. Quando pur non ha valore di peccato agli Occhi Divini di Colui che, Re dei Re e Signore dell'Universo, Figlio del Padre e Dio come il Padre, volle essere povero ed insegnò la ricchezza santa e regale dell'essere povero e santo, insegnò la povertà di spirito, il distacco dalle pompe del mondo e dallo spirito del mondo, per essere liberi di seguireMe e giungere con Me nella Gerusalemme celeste.
No. Non tomba di Pietro, del mio Simone di Giona, che Io feci "Pietra"1. Pietra intatta, squadrata, angolare, inattaccabile alla corruzione e alle lusinghe degli uomini e dei tempi.
L'obbrobrio vollero per lui i persecutori, e lo trascinarono ad esalare lo spirito ("ti condurranno dove non vorresti"2) in luogo nefando. Ma le sante spoglie posarono, ad esser fondamenta alla Chiesa Romana, nelle viscere del suolo romano, là dove la sozzura pagana non aveva portato i suoi fetori, là dove corpi consumati dall'amore per Me, non dalle lussurie pagane, giacevano.
No, dico a voi tutti. No.
I "morti" (i pagani) potevano seppellire i loro morti là, dentro i mausolei del colle Vaticano. Ma i "vivi" (i cristiani), i vivi per essere Miei, di Me-Vita, deponevano i loro vivi là dove il sonno era avvolto di purezza e santità, in attesa di esser dissolto nel Gloria della Beata Risurrezione finale per tutti i Santi miei.
No, dico a voi. No. Pietro non fu sepolto dopo il martirio altro che là dove già si era martirizzato evangelizzando».

Ma intanto, dico io, continua a mostrarmi l'interno dell'ultimo luogo di deposizione, il corpo essiccato ma incorrotto dell'Apostolo, ma non mi dice dove è, né mi fa vedere l'esterno del luogo e così... devo tacere per forza, né abusive indagini nei miei scritti potranno illuminare alcuno in merito...
E a me che penso a quelli che scendono nelle Grotte Vaticane pensando di recarsi in luogo santo per essere tomba del Principe degli Apostoli... Gesù dice:
«Là vi sono dei corpi di Santi. E santo perciò è il luogo. Basterebbe, basta a farlo santo la tomba di Pio, decimo di questo nome, vero Pietro, mia Pietra, onore del Pontificato e della Chiesa tutta».

1 Mt 16, 18

2 Gv 21, 18
Augustinus74
Un testo molto discutibile e di cui può dubitarsi della sua origine "soprannaturale". Il sepolcro del Beato Pietro è stato da tempo immemore identificato in Vaticano, nel luogo che fu riscoperto negli anni '40 del secolo scorso, sotto Pio XII, che ne promosse gli scavi e che portò alla riscoperta della necropoli di S. Pietro. Peraltro, su quel luogo della sepoltura vi è una successione …More
Un testo molto discutibile e di cui può dubitarsi della sua origine "soprannaturale". Il sepolcro del Beato Pietro è stato da tempo immemore identificato in Vaticano, nel luogo che fu riscoperto negli anni '40 del secolo scorso, sotto Pio XII, che ne promosse gli scavi e che portò alla riscoperta della necropoli di S. Pietro. Peraltro, su quel luogo della sepoltura vi è una successione incredibile di altari, dai tempi di Costantino sino a S. Gregorio Magno per finire con Clemente VIII (che è quello attuale). Insomma, vi è una tradizione solida, corroborata da evidenze archeologiche inequivoche che la tomba di Pietro era sul colle Vaticano, sebbene nel III sec. le reliquie fossero spostate nella catacomba di S. Sebastiano e poi ritrasferite al termine della persecuzione.
alda luisa corsini
Lei sta scrivendo ad un'archeologa che ha studiato quella stratigrafia (ho 64 anni)e che conosce perfettamente la querelle tra la Guarducci e Padre Ferrua e gli ottimi argomenti di quest'ultimo per ritenere la studiosa in malafede. Lei può credere quello che vuole ma in questa sede il nostro non è un esercizio di visionari. La pregherei di non offendersi quindi se ritengo il suo intervento …More
Lei sta scrivendo ad un'archeologa che ha studiato quella stratigrafia (ho 64 anni)e che conosce perfettamente la querelle tra la Guarducci e Padre Ferrua e gli ottimi argomenti di quest'ultimo per ritenere la studiosa in malafede. Lei può credere quello che vuole ma in questa sede il nostro non è un esercizio di visionari. La pregherei di non offendersi quindi se ritengo il suo intervento desueto e obsoleto, oltre che pieno di notizie che sono per i più delle ovvietà, ricollegandosi queste stesse a quello che tradizionalmente racconta la letteratura archeologica.
Marziale
"Ma intanto, dico io, continua a mostrarmi l'interno dell'ultimo luogo di deposizione."
Questo "luogo" mi ha sempre fatto pensare che le spoglie di san Pietro non siano seppellite nella nuda terra, ma conservate all'interno di un sepolcro, in un ambiente.
Se NSGC ha dato quegli indizi a Maria Valtorta significa che vuole siano utilizzati per la ricerca della tomba.
Credo pure che i tempi siano …More
"Ma intanto, dico io, continua a mostrarmi l'interno dell'ultimo luogo di deposizione."
Questo "luogo" mi ha sempre fatto pensare che le spoglie di san Pietro non siano seppellite nella nuda terra, ma conservate all'interno di un sepolcro, in un ambiente.
Se NSGC ha dato quegli indizi a Maria Valtorta significa che vuole siano utilizzati per la ricerca della tomba.
Credo pure che i tempi siano maturi per la scoperta delle ossa del Santo: il piccolo gregge ne ha bisogno.
alda luisa corsini
Lo penso anch'io. Ci ha provato anche Antonio Socci ma gli danno del visionario. Ha dovuto scriverci un romanzo (e non un documento ricostruttivo) perché fosse preso in considerazione. Il mio piccolo studio è puramente topografico.
Micheleblu
Il testo è sublime.
alda luisa corsini
Nei prossimi giorni seguirà tramite questa donna meravigliosa un percorso come in un film giallo con i suoi schizzi e le mie ricostruzioni topografiche.
alda luisa corsini
Nei prossimi giorni, a puntate, posterò gli altri capitoli con la ricostruzione, tramite le visioni della Valtorta, dei 3 luoghi ove fu deposto il corpo di Pietro per evitare che fosse trafugato o vilipeso.
Quanto alla Guarducci, l'esimia docente di epigrafia greca, forzò l'attribuzione di alcuni pochi resti ossei rinvenuti (forse)al di sotto della Confessione dove si estendeva una necropoli …More
Nei prossimi giorni, a puntate, posterò gli altri capitoli con la ricostruzione, tramite le visioni della Valtorta, dei 3 luoghi ove fu deposto il corpo di Pietro per evitare che fosse trafugato o vilipeso.
Quanto alla Guarducci, l'esimia docente di epigrafia greca, forzò l'attribuzione di alcuni pochi resti ossei rinvenuti (forse)al di sotto della Confessione dove si estendeva una necropoli pagana, ma perduti in Magazzino e ritrovati da un custode, come ebbi a raccontare in passato in Sulle orme della Guarducci alla scoperta della data del martirio di san Pietro Si leggano i commenti sottostanti della sottoscritta.
La Verità vi farà liberi
Grazie!