Maria Valtorta e la vera tomba di S. Pietro 1 .

www.valtortamaria.com/…/29-novembre-1948 QUADERNETTI CAPITOLO 751 29 novembre 1948 Dopo aver ricevuto da Bianca Bracci Bottai il trafiletto sulla tomba di S. Pietro (Tirreno del 2411-48). […
Augustinus74
Un testo molto discutibile e di cui può dubitarsi della sua origine "soprannaturale". Il sepolcro del Beato Pietro è stato da tempo immemore identificato in Vaticano, nel luogo che fu riscoperto negli anni '40 del secolo scorso, sotto Pio XII, che ne promosse gli scavi e che portò alla riscoperta della necropoli di S. Pietro. Peraltro, su quel luogo della sepoltura vi è una successione …More
Un testo molto discutibile e di cui può dubitarsi della sua origine "soprannaturale". Il sepolcro del Beato Pietro è stato da tempo immemore identificato in Vaticano, nel luogo che fu riscoperto negli anni '40 del secolo scorso, sotto Pio XII, che ne promosse gli scavi e che portò alla riscoperta della necropoli di S. Pietro. Peraltro, su quel luogo della sepoltura vi è una successione incredibile di altari, dai tempi di Costantino sino a S. Gregorio Magno per finire con Clemente VIII (che è quello attuale). Insomma, vi è una tradizione solida, corroborata da evidenze archeologiche inequivoche che la tomba di Pietro era sul colle Vaticano, sebbene nel III sec. le reliquie fossero spostate nella catacomba di S. Sebastiano e poi ritrasferite al termine della persecuzione.
alda luisa corsini
Lei sta scrivendo ad un'archeologa che ha studiato quella stratigrafia (ho 64 anni)e che conosce perfettamente la querelle tra la Guarducci e Padre Ferrua e gli ottimi argomenti di quest'ultimo per ritenere la studiosa in malafede. Lei può credere quello che vuole ma in questa sede il nostro non è un esercizio di visionari. La pregherei di non offendersi quindi se ritengo il suo intervento …More
Lei sta scrivendo ad un'archeologa che ha studiato quella stratigrafia (ho 64 anni)e che conosce perfettamente la querelle tra la Guarducci e Padre Ferrua e gli ottimi argomenti di quest'ultimo per ritenere la studiosa in malafede. Lei può credere quello che vuole ma in questa sede il nostro non è un esercizio di visionari. La pregherei di non offendersi quindi se ritengo il suo intervento desueto e obsoleto, oltre che pieno di notizie che sono per i più delle ovvietà, ricollegandosi queste stesse a quello che tradizionalmente racconta la letteratura archeologica.
Marziale
"Ma intanto, dico io, continua a mostrarmi l'interno dell'ultimo luogo di deposizione."
Questo "luogo" mi ha sempre fatto pensare che le spoglie di san Pietro non siano seppellite nella nuda terra, ma conservate all'interno di un sepolcro, in un ambiente.
Se NSGC ha dato quegli indizi a Maria Valtorta significa che vuole siano utilizzati per la ricerca della tomba.
Credo pure che i tempi siano …More
"Ma intanto, dico io, continua a mostrarmi l'interno dell'ultimo luogo di deposizione."
Questo "luogo" mi ha sempre fatto pensare che le spoglie di san Pietro non siano seppellite nella nuda terra, ma conservate all'interno di un sepolcro, in un ambiente.
Se NSGC ha dato quegli indizi a Maria Valtorta significa che vuole siano utilizzati per la ricerca della tomba.
Credo pure che i tempi siano maturi per la scoperta delle ossa del Santo: il piccolo gregge ne ha bisogno.
alda luisa corsini
Lo penso anch'io. Ci ha provato anche Antonio Socci ma gli danno del visionario. Ha dovuto scriverci un romanzo (e non un documento ricostruttivo) perché fosse preso in considerazione. Il mio piccolo studio è puramente topografico.
Micheleblu
Il testo è sublime.
alda luisa corsini
Nei prossimi giorni seguirà tramite questa donna meravigliosa un percorso come in un film giallo con i suoi schizzi e le mie ricostruzioni topografiche.
alda luisa corsini
Nei prossimi giorni, a puntate, posterò gli altri capitoli con la ricostruzione, tramite le visioni della Valtorta, dei 3 luoghi ove fu deposto il corpo di Pietro per evitare che fosse trafugato o vilipeso.
Quanto alla Guarducci, l'esimia docente di epigrafia greca, forzò l'attribuzione di alcuni pochi resti ossei rinvenuti (forse)al di sotto della Confessione dove si estendeva una necropoli …More
Nei prossimi giorni, a puntate, posterò gli altri capitoli con la ricostruzione, tramite le visioni della Valtorta, dei 3 luoghi ove fu deposto il corpo di Pietro per evitare che fosse trafugato o vilipeso.
Quanto alla Guarducci, l'esimia docente di epigrafia greca, forzò l'attribuzione di alcuni pochi resti ossei rinvenuti (forse)al di sotto della Confessione dove si estendeva una necropoli pagana, ma perduti in Magazzino e ritrovati da un custode, come ebbi a raccontare in passato in Sulle orme della Guarducci alla scoperta della data del martirio di san Pietro Si leggano i commenti sottostanti della sottoscritta.
La Verità vi farà liberi
Grazie!