27:54
padrepasquale
6.1K
LA SERVA DI DIO NUCCIA TOLOMEO: Cronaca di un percorso di fede. www.nucciatolomeo.it Il 24 gennaio 2011 ricorre il 14° anniversario della morte della Serva di Dio Nuccia Tolomeo. La chiesa di Catanzaro …More
LA SERVA DI DIO NUCCIA TOLOMEO: Cronaca di un percorso di fede.

www.nucciatolomeo.it
Il 24 gennaio 2011 ricorre il 14° anniversario della morte della Serva di Dio Nuccia Tolomeo. La chiesa di Catanzaro-Squillace, in tale circostanza, nella chiesa del Monte, dove riposano i suoi resti mortali dal 1 novembre 2010, celebrerà il settimo convegno diocesano per approfondire la spiritualità di questa fedele figlia di Dio e della chiesa, che si era offerta vittima d'amore per l'umanità sofferente.

Il film ripercorre il cammino di fede di Nuccia, di cui il 24 gennaio 2010 si è concluso il processo di beatificazione per la gloria di Dio e per il bene dei fedeli.
Il 6 aprile 2019 il Santo Padre, Papa Francesco, ha autorizzato il cardinale Giovanni Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle cause dei Santi, a promulgare il Decreto super virtutibus della Serva di Dio Gaetana Tolomeo, detta Nuccia. Con tale pronunciamento la Chiesa ha riconosciuto che Nuccia ha dato una luminosa testimonianza cristiana, mediante l’esercizio in grado straordinario delle virtù teologali (fede, speranza e carità), delle virtù cardinali (prudenza, giustizia, fortezza e temperanza), e delle virtù ad esse annesse (umiltà, castità, obbedienza alla Chiesa, …). Con tale riconoscimento la Serva di Dio ha ricevuto dalla Chiesa il titolo di “Venerabile” ed è proposta ai fedeli come modello da imitare.
Il Decreto inizia con le parole di San Paolo: «Dio ha scelto ciò che nel mondo è stolto per confondere i sapienti; Dio ha scelto ciò che nel mondo è debole per confondere i forti; Dio ha scelto ciò che nel mondo è ignobile e disprezzato e ciò che è nulla per ridurre a nulla le cose che sono, perché nessun uomo possa gloriarsi davanti a Dio» (1 Cor 1, 27-29).
A distanza di poco più di un anno, la Venerabile Nuccia è stata elevata agli onori degli altari, dopo che il Santo Padre, il 29 settembre del 2020, ha riconosciuto un miracolo operato da Dio per intercessione di Nuccia. La gravidanza extrauterina della signora I. Carella, di Crotone, allocata in sede istmica (cervice dell’utero), avrebbe dovuto avere una sicura prognosi infausta. In data 11 febbraio 2014, dopo che la signora ha invocato Nuccia, il ginecologo nel fare l’ecografia ha notato che la gravidanza “inspiegabilmente” proseguiva il suo percorso. Essa è giunta a termine il 5 agosto 2014. La Venerabile è dunque “Beata”.