Clicks376
it.news

Perfetto atto di misericordia: giovane prete scomunicato

Don Michael DeSaye ha abbandonato la diocesi di Trenton (USA), per cui era stato ordinato il 2 giugno 2018, per entrare nel seminario sedevacantista di Brooksville in Florida, guidato dal vescovo Donald Sanborn, 71.

All'inizio degli anni '970, Sanborn era seminarista per la diocesi di Rockville Center, ma poi è entrato nella Fraternità Sacerdotale di San Pio X (PioX), per cui è stato ordinato nel 1975. Ha fondato per la PioX il seminario di San Tommaso d'Aquino, che ora si trova a Dillwyn, Virginia. Nel 1983, Sanborn ha lasciato la PioX aderendo al sedevacantismo, che crede che Pio XII (+1958) sia stato l'ultimo papa e che da allora tutti i papi e molti sacramenti non siano validi.

Don DeSaye è arrivato alla conclusione che il fallito Concilio Vaticano Secondo (1962-1965) insegni l'errore contro la Fede Cattolica e la morale e sia inconciliabile con il magistero della Chiesa. Queste contraddizioni lo hanno portato al sedevacantismo.

DeSaye ha chiesto al vescovo di Trenton, David O’Connell, di accettare le sue dimissioni e di rimuovere le sue facoltà sacerdotali. O’Connell è andato ben oltre. In un perfetto atto di misericordia, ha scomunicato DeSaye per scisma, come riferisce il sito sedevacantista NovusOrdoWatch.org (13 luglio). Di solito, la Chiesa Conciliare invita e adesca gli scismatici con la scusa del "ecumenismo".

La Chiesa Conciliare riserva pene severe solo per i preti che si preoccupano delle aberrazioni conciliari, ma non le applica mai contro i prelati anticattolici, abortisti, pro omosessuali che dissacrano la liturgia e attaccano la Chiesa in pubblico, perché questo gruppo gode del supporto dei potenti media oligarchici.

#newsCwphyvizip

newsXrixjwmhug