Join Gloria’s Christmas Campaign. Donate now!
Clicks838
Francesco I
9

L'ultima della Cirinnà: "Quote Lgbt nelle giunte e nei governi"

Nel mirino finiscono cattolici e femministe contro l'utero in affitto. Il consigliere leghista La Morgia: "Si è rivelata inclusiva, ma solo di chi la pensa come lei"

Monica Cirinnà torna alla carica. La senatrice del Partito democratico nella giornata di ieri, venerdì 15 novembre, è stata ospite all'incontro tenutosi a Ferrara presso la sala macchine della Factory Grisù, in via Poledrelli, dove è stato fatto il punto della situazione a distanza di tre anni dall'approvazione della legge 76/2016 relativa alle unioni civili.
La dem - dopo aver esordito dicendo che "non ci sono differenze tra le diverse famiglie" - si è ritenuta estremamente soddisfatta poiché, di fronte alle circa 12mila unioni celebrate, "ho fatto la felicità di 24mila persone". Ma non sono mancate ovviamente proposte alquanto discutibili: "Se ci fosse la lobby gay, avremmo già il matrimonio egualitario, avremmo le adozioni per tutti, avremmo la legge contro l'omofobia. Se esistesse davvero questa pericolosa lobby gay, noi saremmo un Paese civilissimo con leggi uguali per tutti e non staremmo a pregare nelle giunte o nei governi di avere la parità 50% uomini e 50% donne, dovremmo dire un terzo, un terzo e un terzo. Un terzo uomini, un terzo donne, un terzo comunità Lgbt. Ma siamo ancora a carissimo amico...".
"Gestazione per altri"
Le unioni civili rappresentano "solamente il primo gradino per arrivare alle adozioni per tutti". Infatti ha ribadito che la strada da percorrere è ancora lunga e, sconsolata, ha mandato una frecciatina alla Lega di Matteo Salvini: "Dopo un anno di governo gialloverde, anzi io lo chiamerei giallonero... Noi dobbiamo ripartire da noi, dalle nostre radici e dai nostri valori". Ma non solo l'ex premier: nel mirino della Cirinnà è finito anche Romano Prodi, che recentemente ha accusato la sinistra di difendere i gay e non gli operai. "Mi dispiace abbia fatto quello 'scivolone', ma ha una certa età ed è rimasto indietro. Ma noi abbiamo giovani e guardiamo avanti e guardiamo al futuro", la risposta della senatrice. Infine è stato trattato anche il tema della gestazione per altri, insultando chi si batte contro l'utero in affitto: "È un tema divisivo: ci sono femministe con la clava e quelle più avanzate e moderne". A suo giudizio tale questione in Italia "si è cominciata a trattare per demolirla dalla legge delle unioni civili e per togliere la possibilità anche dell'adozione del livello infimo". Il tutto accusando "i cattolici più oltranzisti e le femministe più oltranziste".
Sulla questione è intervenuto Umberto La Morgia, che ha criticato duramente la proposta sulle quote Lgbt: "È così che si crea una società equa? È così che si includono le persone? Io non credo proprio. Così come trovo umilianti per le donne le quote rosa, che sviliscono i meriti della persona, troverei umiliante sentirmi una quota arcobaleno". Il consigliere gay leghista di Casalecchio di Reno, contattato in esclusiva da ilGiornale.it, ha tuonato senza giri di parole contro la Cirinnà: "Nel suo mondo chi smonta le sue idee non conta, è retrogrado, oscurantista, personaggio da archeologia e preistoria con tanto di clava, anche se di sinistra. Insomma, la Cirinnà ancora una volta si rivela inclusiva sì, ma solo di chi la pensa come lei. Una vera icona della sinistra italiana di oggi".
Luca Sablone - Sab, 16/11/2019

ilgiornale.it

Vedi Anche:

La Cirinnà esulta per Zuppi cardinale: "Un bel segno di pace"

www.ilgiornale.it/…/cirinn-esulta-z…

Finché sarà permesso a certe figure di ricoprire incarichi pubblici...
Il solo pensiero che una persona così ottenebrata possa avere un bencheminimo potere mette tristezza, e spiega l'immobilismo della storia recente italiana, impantanata in vuote considerazioni anziché imperniarsi sulla vera vita, con le sue gioie e dolori.
nolimetangere likes this.
E Iddio creó l' uomo maschio e femmina.
Il resto è opera di Satana. E quel che dice Satana non interessa ai cristiani.

Che poi Satana abbia i suoi anche nella Chiesa, è fuori dubbio. La massoneria infiltrata ha raggiunto alti livelli e sta operando contro la possibilità di una restaurazione.
Ma non disperiamo.
E preghiamo per tanti poveri figli di Dio tenuti in catene da Satana ....propone …More
E Iddio creó l' uomo maschio e femmina.
Il resto è opera di Satana. E quel che dice Satana non interessa ai cristiani.

Che poi Satana abbia i suoi anche nella Chiesa, è fuori dubbio. La massoneria infiltrata ha raggiunto alti livelli e sta operando contro la possibilità di una restaurazione.
Ma non disperiamo.
E preghiamo per tanti poveri figli di Dio tenuti in catene da Satana ....propone vizio.. Accettano e li incatena. E nel momento che li avvince toglie loro la luce... E continuano nel buio la folle corsa .. Preghiamo per queste povere anime desolate e infelici. Preghiamo che possano riscattarsi con l' aiuto di Dio. Nulla è impossibile a Dio
Veritasanteomnia likes this.
Li liberi Cristo dalle immonde catene
Stat Crux and 2 more users like this.
Stat Crux likes this.
Gaetano2 likes this.
nolimetangere likes this.
Gaetano2 likes this.
Gaetano2
Parlano di donne, ma intendono i pervertiti come loro. Il disprezzo e l'odio che hanno verso le donne quelle vere è senza confini. Sanno che la Donna, modello di tutte le nostre madri che ci hanno generato e cresciuti con fatica e dolore, schiaccerà loro la testa.
Stat Crux and one more user like this.
Stat Crux likes this.
nolimetangere likes this.
Non vogliono, e non vogliono fare alcun distinguo, perché chiaramente il distinguo evidenzia la menzogna.
Si appropriano di ogni termine, concetto e lo spogliano del significato originario e lo adattano al loro status.
Ma non si fa così.
Se lo vogliono fare, lo facessero, lo stanno facendo, ma non possono cancellare la storia del mondo.
Perché questo stanno tentando di fare: cancellare la stor…More
Non vogliono, e non vogliono fare alcun distinguo, perché chiaramente il distinguo evidenzia la menzogna.
Si appropriano di ogni termine, concetto e lo spogliano del significato originario e lo adattano al loro status.
Ma non si fa così.
Se lo vogliono fare, lo facessero, lo stanno facendo, ma non possono cancellare la storia del mondo.
Perché questo stanno tentando di fare: cancellare la storia del mondo e ricreare un mondo senza storia, senza Dio, dove la persona pensa che sarà meglio, che starà meglio, quindi sostituendo la Creazione, ossia sostituendosi a Dio.
Ossia ribellione.
O le persone l'accettano, e diventano come loro, o li martirizzano, così poi facendo leva sul martirio, se li tirano dalla loro parte.
Una conversione forzosa e forzata al mainstream.
Alla fin fine questo è il succo.

Un pietà per tanta miseria spirituale non può e non deve essere capita come legittimazione.
Ma non solo la capiscono e così l'hanno capita, ma la pretendono addirittura.
E cercano di avvalersi- per renderla stabile, e imporla- di ogni mezzo di cui un certo potere che la promuove e li promuove, dispone ampiamente.

Vorrei che capissero, davvero lo vorrei, quanto dolore ci dà il vedere tanti fratelli in questa situazione. Non è che se uno, chiunque sia, purchè autorevole, li lusinghi dicendo che queste situazioni non sono peccato, loro ci debbano credere. Certo per loro è più comodo. E' stare al comodo.
Ma Cristo non è stato al comodo. Nessun Santo è stato al comodo.
La salvezza costa cara. Cristo ci ha dato la salvezza come opportunità alla sua sequela, ma appunto, è stato perseguitato lui, siamo perseguitati anche noi.
Non c'è felicità nella ribellione a Dio.
Può esserci soddisfazione materiale, sensuale, potere, denaro, ebbrezza, perché il peccato dà ebbrezza, ma è questa la felicità?
Il piacere è la felicità?
Illudersi è felicità?
Questo esistenzialismo ingrato è felicità?
E' vita vivere offendendo allegramente Dio?
E' vita offendere Dio, piegarlo fino al proprio peccato, mostrarglielo soddisfatti, e impudentemente pensare ciò che Tu non vuoi per me, io voglio per me?

Credono forse che Dio sia una entità sadica che non vuole la felicità dei suoi figli? E perché poi?
Pensano forse così?
Tutto è in quel Io sono colui che sono”.
Capiscono questo?
Capiscono che Dio è?

Che significa?
Significa che SOLO LUI E'.
SOLO LUI ESISTE.
NON C'E' ALTRI.
NON C'E' ALTRO.
Quindi EGLI E'.
E stop.

E non sbaglia mai.
Sa bene della ribellione di Lucifero, lo sa bene eccome.
Perciò ci dice su talune situazioni "NON", perchè sa bene come le anime possano cadere nella trappola mortale di Satana. Perché Dio ci ama e non vuol perderci.
IL "NON" di Dio è AMORE!
Come un padre dice al figlio: attento alla droga, non accettare nulla da nessuno.
L'imprudente disobbedisce al padre, l'accetta, e là per là la cosa gli dà ebbrezza e piacere, poi ci ricasca, alle spalle del padre. e il padre ancora ogni giorno gli ripete l'ammonimento.
Ma il figlio lo ha già tradito e lo continua a tradire.
E poi quando inizia la discesa nell'inferno non può dire che è colpa del padre. Se solo pensasse al dolore, al dolore che provoca il tradimento. Il dolore che suscita l'Amore tradito.
Ma un padre è sempre un padre.
E se gli chiede aiuto, l'aiuto lo dà.
Ma l'aiuto non è tutto.
L'aiuto è una parte.
E' una mano per tirarsi fuori dalle sabbie mobili.
Bisogna volerne uscire.
E lì interviene la volontà personale.
Quanto è forte il pentimento?
Tanto forte sarà la volontà di liberazione.
Tanto forte sarà la presa del padre.

Questa è una metafora...
Ma così per la droga, così per ogni vizio. Ogni male che dà dipendenza. Ogni cosa che non controlliamo significa che ci controlla.
Come si può permettere al male di controllarci attraverso un vizio, una dipendenza? Di bruciare il dono di Dio? Di tradirlo così tanto?
Tutte le parole degli uomini sono solo parole di uomini.
Questo è vero.
Ma se la parola di una persona segue quella di Dio, è volta al bene, allora va nella giusta direzione.
Bisogna riflettere sulle parole.
E se le parole incitano e istigano al peccato… necessitano di correzione. Per il bene di chi le pronuncia e per il bene di chi le ascolta.
Non è un accollarsi una chissà quale prerogativa, ma citare la Parola di Dio. Per far riflettere, per far capire ciò che è bene.
Quel "NON" che a taluni dà tanto fastidio.
La cui interpretazione non è soggettiva, ma segue il Magistero della Chiesa.
E la Chiesa non può andare contro se stessa.
Perché tradirebbe Cristo. Non sarebbe più CHIESA.
Non sarebbe più nulla.
Sarebbe un inganno luciferino.
E molta gente si inganna al giorno d'oggi.
La legge degli uomini non segue più la legge di Dio.

Consideriamo il tema, ossia il peccato contro natura, come viene chiosato dalle altre religioni.
Si sa.. lo sappiamo.
Milioni di persone di varie religioni credono che sia peccato.

Ma i cristiani hanno iniziato a nicchiare, e poi una bella lavata di faccia, sono usciti allo scoperto.
Ma amici cari non è così. Capisco che abbiano difficoltà oggettive. Ma il peccato resta peccato.
Lo stato può fare tutte le leggi che vuole, ma i battezzati non devono seguirle se inducono al peccato grave. Così l'aborto. Così i divorziati risposati. etc.

Allora preghiamo ancor più insistentemente per tanti fratelli e sorelle che non vogliono sentir ragioni, e non credono al male che si fanno e che fanno, in merito alla dimensione universale anche del peccato soggettivo, e che Dio li illumini, li attragga a sé.
Dio ci vede sempre come quando eravamo bambini innocenti.
Per Lui siamo sempre i suoi bambini.
E se nella vita perdiamo l'innocenza occorre riacquistarla, e son dolori.
Ma meglio qui che nell'aldilà.

La vita passa.
I giorni, i mesi, gli anni.
E poi si inizia a fare i conti con la propria anima.
Cerchiamo di tenerci puri.
Di piacere a Dio e non agli uomini.

Non è legalizzando la droga che la si sconfigge. Anzi! E sconfiggerla è bene per l'umanità e per la persona.
Non è legalizzando certe situazioni che le si sconfigge. E sconfiggerle è bene per l'umanità e per la persona.
Rimettiamo ordine nelle cose, su ciò che è bene e ciò che è male.
Quel che Dio vuole per noi è bene.
Viceversa è male.

E' Lui il riferimento.

E non facciamoci altro male che ce n'è già tanto!
Cerchiamo di stare sulla retta via, tutti quanti, per amore di Dio, per amore di se stessi e per amore degli altri.

Perché esiste solo: Io sono colui che sono”.
Concordo con Cirinnà a patto che si stabiliscano anche le quote per chi soffre di asma, per chi è vegetariano, per chi è calvo, per chi ha l'alito pesante....
nolimetangere likes this.
Questo modo di proporsi della Cirinnà fa capire che è ossessionata dalla sua condizione. Il terzo sesso non esiste. E stop.
Stat Crux likes this.