04:08
notiziario
475
Arcivescovo ortodosso a Francesco: "Imitate Ratzinger!" L'arcivescovo ortodosso cipriota Chrysostomos II rivolgendosi a Bergoglio ha detto che la Chiesa ortodossa locale è stata martirizzata dai …More
Arcivescovo ortodosso a Francesco: "Imitate Ratzinger!"

L'arcivescovo ortodosso cipriota Chrysostomos II rivolgendosi a Bergoglio ha detto che la Chiesa ortodossa locale è stata martirizzata dai turchi. Chrysostomos ha parlato di una guerra santa, di distruzione culturale, dei greci sofferenti e della "barbarie" dei coloni importati dall'entroterra dell'Anatolia a Cipro. Chrysostomos ha chiesto a Francesco di aiutarlo e di imitare papa Benedetto. Quest'ultimo ha negoziato con Ankara anche con l'aiuto della cancelliera tedesca Angela Merkel e ha ottenuto la restituzione di 500 reperti archeologici trovati nella parte turca di Cipro dal 1974.

Un politico non conosce né la verità né la tradizione

Come previsto, Francesco ha reagito in modo evasivo alla denuncia dell'arcivescovo. Ha ignorato la questione turca e ha detto che i pregiudizi tra cattolici e ortodossi devono essere ridotti per trovare una via di riconciliazione e di comunione. Le differenze non sono inconciliabili, ha spiegato, aggiungendo che le tradizioni al plurale e con la "t" minuscola non devono prevalere sulla Tradizione con la "t" maiuscola. Quest'ultima è un costrutto vuoto spesso citato dai circoli anti-tradizionali il cui scopo è quello di distruggere la tradizione cattolica.

Derisione? Cipro martirizzata ha bisogno di più delle parole

Ancora più vago è stato il testo secolarizzato che Francesco ha lasciato nel Libro d'oro d'onore alla sede episcopale ortodossa di Cipro. Citazione: "Grazie per aver parlato di dialogo. Dobbiamo sempre percorrere la via del dialogo, una via faticosa, paziente e sicura. Un cammino di coraggio. Parresia e pazienza". Da un papa ci si sarebbe aspettato un testo più pio. Nel Vaticano di Francesco, non c'è nessun tipo di "dialogo".

"Novità" per il gusto della "novità"

Francesco ha detto ai vescovi e ai sacerdoti ciprioti che dovrebbero essere una Chiesa che non si lascia turbare dal "cambiamento". La "novità" dovrebbe essere accolta con un atteggiamento calmo. "Cambiamento" e "novità" sono altre due parole spesso usate nei circoli eterodossi come sinonimi di "eresia".

"Il Papa è un eretico"

Ci sono state forti proteste contro Francesco a Cipro. Manifesti esposti pubblicamente hanno dichiarato in diverse lingue: "Papa, vai a casa", "Il Papa è una persona non grata", o: "Il Papa è sia uno scismatico che un eretico".

Un totale strappalacrime

La visita di domenica di Francesco ad un campo di immigrati illegali a Lesbo è stata messa in scena come un'occasione strappalacrime. Francesco ha cercato un contatto corporeo ravvicinato senza maschere anti-covid, anche se per il resto sostiene "l'ortodossia delle mascherine" con molto rigore.
Bergoglio ha dichiarato: "Sono qui per vedere i vostri volti e guardare nei vostri occhi. Occhi pieni di paura e di attesa, occhi che hanno visto violenza e povertà, occhi che sono striati da troppe lacrime". Tuttavia, la causa di questa sofferenza sono i trafficanti di esseri umani senza scrupoli che fanno entrare clandestinamente in Europa coloro che possono pagare le loro eccessive tariffe.