ilsantorosario
il Pater Noster, è più conforme all’umano sentire, all’intelletto, all’utilità e alla necessità, come attestano le medesime sette richieste; l’Ave Maria, invece, riguarda più le Persone di Cristo e di Maria, che la nostra povertà.
ilsantorosario
quanto al fine, ovvero alla forma: il contenuto formale (dell’Ave Maria) era l’Incarnazione: quanto fu esposto (dall’Arcangelo) era Divino, non umano; e questo (contenuto Divino) fu, quanto alla forma, infinito, essendo Dio (l’Autore delle Parole dell’Ave Maria).
Nel Pater Noster, invece, il contenuto (formale) è limitato solo alla richiesta di beni creati e all’allontanamento dai mali, che …
More
quanto al fine, ovvero alla forma: il contenuto formale (dell’Ave Maria) era l’Incarnazione: quanto fu esposto (dall’Arcangelo) era Divino, non umano; e questo (contenuto Divino) fu, quanto alla forma, infinito, essendo Dio (l’Autore delle Parole dell’Ave Maria).
Nel Pater Noster, invece, il contenuto (formale) è limitato solo alla richiesta di beni creati e all’allontanamento dai mali, che formalmente sono realtà finite. Per questo, l’Ave Maria eccelle sul Pater Noster;
N.S.dellaGuardia
Non so se ne farei una questione di eccellenza, come in ogni cosa divina vedrei più una gerarchia, o in alcuni aspetti una complementarità: il Pater è preghiera divina, in quanto le richieste sono tutte rivolte alla nostra misera collaborazione all'azione salvifica del Padre, attraverso il Figlio e lo Spirito Santo Pataclito. La sola nostra azione richiesta esplicita è seguire il comandamento …More
Non so se ne farei una questione di eccellenza, come in ogni cosa divina vedrei più una gerarchia, o in alcuni aspetti una complementarità: il Pater è preghiera divina, in quanto le richieste sono tutte rivolte alla nostra misera collaborazione all'azione salvifica del Padre, attraverso il Figlio e lo Spirito Santo Pataclito. La sola nostra azione richiesta esplicita è seguire il comandamento che Gesù ci ha lasciato, spesso definito comandamento dell'amore.
Anche l'apparente richiesta "materiale" dell'ormai consolidata traduzione del "panem nostrum cotidianum", in realtà è "panem nostrum consustantialem", cioè la Santa Eucarestia.