Clicks1.1K
it.news
2

Prete antivirus introduce liturgia del Covid

Durante l'Eucarestia delle ultime due domeniche, don Sergio Valverde della chiesa del Cristo Re a San José, in Honduras, ha cantato “Sopa de Caracol,” una canzone del 1991 del gruppo musicale Banda Blanca, dell'Honduras.

Quando è stata lanciata, "Sopa de Caracol" è diventata famosa a livello internazionale. Valverde ha aggiornato la canzone con parole proprie, legate al Covid. Il nuovo ritornello recita: "Senza la mascherina c'è il Covid per te e il Covid per me". Pilo Tejeda che ha scritto il testo della versione originale, ha saputo di questo cambio del testo e vuole registrare la versione di Valverde.

Mai nella storia la Chiesa ha combattuto un peccato quando sta combattendo ora il Coronavirus. Valverde è famoso per il suo attivismo sociale, che per motivi di immagine è presentato nella Chiesa come "ministero per i poveri".

Già nel gennaio 2020, il dr. William Schaffner, professore di medicina preventiva e malattie infettive all'università Vanderbilt a Nashville aveva avvertito che "le mascherine chirurgiche non impediscono di prendere le malattie" perché "quelle mascherine non riescono a impedire di inalare gli agenti infettivi".

#newsIrtayteqcj

kaspita
Sono ciechi, non ascoltano nemmeno la scienza. Hanno perso l'intelletto; la loro vita è inutile
Christoforus78
La Fede la Fede questa sconosciuta! Preti che pensano a tutto meno che a rendere lode a Dio!