Clicks1.4K
it.news
4

Scalfari: lo stolto Francesco si confessa ancora

Francesco,di 83 anni, ha di nuovo ricevuto la assoluzione dal giornalista anticlericale novantaseienne Eugenio Scalfari, che lo ha già messo in imbarazzo molte altre volte.

Come Francesco, Scalfari è sempre stato dalla parte del potere. È stato iscritto al partito fascista e redattore capo di Roma Fascista. Dopo la guerra, si sposò con una donna ebrea. Con i soldi di due oligarchi socialisti, fondò un settimanale di falsa informazione

Il 1° agosto, Scalfari ha informato su Repubblica.it di aver avuto un colloquio con Francesco il 30 luglio in Santa Marta per quasi un'ora (mentre Francesco non ha mai tempo per incontrare i suoi cardinali). Scalfari, ateo, continua chiamare Francesco "il nostro Papa" e anche "sua Santità".

Prendendo in giro Francesco, Scalfari scrive che Francesco ha scoperto "negli ultimi mesi" il problema del "clima globale". L'enciclica di Francesco sul clima risale al maggio 2015.

Scalfari rivela che, dopo il loro incontro, si sono scambiati molte lettere: "Siamo davvero amici.” Nonostante il Coronavirus, si sono “abbracciati fisicamente e mentalmente.”

La loro conversazione riguardava delle banalità: "il clima, l'essere "moderni", la predilezione di Francesco per il socialismo e per la politica italiana.

Francesco ha detto a Scalfari che la Chiesa si deve occupare del "cambiamento climatico" e di "educare al rispetto dell'ambiente".
Ovviamente Francesco non sa che in molte parti del mondo "la Chiesa" non è nemmeno in grado di insegnare ai bambini il Padre Nostro.

Di più: quando finirà il "pontificato" di Francesco, l'ossessione del Vaticano per il "cambiamento climatico" finirà.

Francesco ha poi disquisito sull'importanza della "biodiversità" in Amazzonia e nel bacino fluviale del Congo. Ancora, Scalfari ha preso per i fondelli il "suo amico" citandolo: "L’importanza di luoghi come questi per l’insieme del Pianeta e per il futuro dell’umanità sono di grande importanza."

Continuando la presa in giro, Scalfari chiama Francesco un pilastro non solo per la Chiesa Cattolica, ma anche per "tutte le chiese e le religioni del mondo". Nelle precedenti interviste con Scalfari, Francesco aveva confessato di non credere nella divinità di Cristo e nell'inferno.

Per fortuna, "i poveri" non hanno accesso all'articolo, perché Scalfari si fa pagare per questo.

Foto: © wikicommons, CC BY-SA, #newsHazvluetjn

lamprotes
Ho il sospetto che abbiamo a che fare con due ipernarcisisti per cui si sono trovati per farsi luce l'un l'altro dinnanzi al mondo....
lamprotes
Scalfari e Bergoglio, Bibì e Bibò! Quel che manca è la Tordella per sculacciarli entrambi!
nolimetangere
Spero che non soffrano il caldo.. prima o poi potrebbero scoprire la verità e sapere se l'inferno esiste o no.. Scalfari parlasse con un altro Francesco, più pertinente: Francesco Vaiasuso youtu.be/v8XGTekoQLU
Christoforus78
Può questo dipinto miserabile fatto da un ateo della Chiesa Cattolica essere accettato da un papa e dai fedeli tutti?