Diodoro
" ...C’è poi una maniera più sottile di fare il male, che consiste nel NON FARE, a se stessi e agli altri, il bene che si potrebbe, che sarebbe giusto e che le stesse circostanze ci suggeriscono" - il maiuscolo è mio.
Non fare, qui e ora, il bene possibile. Non seguire ciò che Dio ci propone, dandoci anche la forza per attuarlo (e questa è la struttura tipica del Vangelo: il medesimo Dio che …More
" ...C’è poi una maniera più sottile di fare il male, che consiste nel NON FARE, a se stessi e agli altri, il bene che si potrebbe, che sarebbe giusto e che le stesse circostanze ci suggeriscono" - il maiuscolo è mio.
Non fare, qui e ora, il bene possibile. Non seguire ciò che Dio ci propone, dandoci anche la forza per attuarlo (e questa è la struttura tipica del Vangelo: il medesimo Dio che prima della Sua Venuta fra noi, ci indicava chiaramente il Bene e il Male, ma non dandoci ancora i mezzi per essere radicalmente liberi dal Diavolo, dopo il Sacrificio della Croce ci consente di vivere SENZA il Diavolo, cioè liberi dal suo dominio e dal suo fascino truce).
Molte volte la pretesa che tutto -proprio tutto- sia perfetto, rigoroso, controllato, impedisce di fare il MOLTO che è a portata di mano. "L'ottimo è nemico del bene"