Clicks730
it.news
4

Vescovo sudcoreano diventa Prefetto per il Clero

Francesco ha nominato l'11 giugno il vescovo Lazarus You Heung-sik, 69, di Daejeon, Sud Corea, Prefetto della Congregazione per il Clero. Sostituirà il cardinale Beniamino Stella, 79.

You Heung-sik è stato battezzato a 16 anni e ordinato prete a 28, nel 1979. Ha studiato alla Università Laterana di Roma e fa parte del Movimento Focolare modernista. Nominato vescovo nel 2003, è stato vescovo a Daejeon per oltre 17 anni. Ha difeso il celibato sacerdotale durante il Sinodo dei Vescovi per la Gioventù, nel 2018.

La Chiesa in Sud Corea ha vissuto una importante crescita negli ultimi decenni. I Cattolici costituiscono appena l'11% della popolazione, ma la partecipazione alla Messa è in drammatico declino.

La Congregazione per il Clero è responsabile dei preti, del loro addestramento e della formazione continua, ma non è chiaro cosa facciano davvero tutto il giorno.

La nominated di You conferma la tendenza di Francesco a nominare figure istituzionali anziane e deboli che non lo metteranno in ombra.

Foto: Lazarus You Heung-sik, © wikicommons, CC BY-SA, #newsSocktkjfjk

N.S.dellaGuardia
Già finita la "visita apostolica", meglio nota come commissariamento??
il vandea
Si. I modernisti-apostati, tutti innocenti, i Cattolici tutti colpevoli.
N.S.dellaGuardia
Saremo presto commissariati anche noi "rigidi e chiusi" della Santa Messa di sempre, visitati apostolikamente dagli squadristi della miserikordia.
il vandea
Mi farebbero solo un favore. Sono laico e pensionato, quindi non possono buttarmi sul lastrico. Potrei dire cio' che penso del loro falso papa e dei loro falsi vescovi, del CVII, della 'messa' n.o., dei loro 'sacramenti' stravolti dal modernismo, dell' ecumenismo e del 'dialogo', delle loro false indulgenze e dei loro falsi 'santi'. E non potrei non usare il turpiloquio. Una scomunica di queste …More
Mi farebbero solo un favore. Sono laico e pensionato, quindi non possono buttarmi sul lastrico. Potrei dire cio' che penso del loro falso papa e dei loro falsi vescovi, del CVII, della 'messa' n.o., dei loro 'sacramenti' stravolti dal modernismo, dell' ecumenismo e del 'dialogo', delle loro false indulgenze e dei loro falsi 'santi'. E non potrei non usare il turpiloquio. Una scomunica di queste persone, sarebbe per me, un diploma attestante una vita retta e timorata di Dio. E per la Santa Messa e i Sacramenti mi rivolgerei alla SSSPX (come gia' faccio).