warrengrubert
il Concilio ha portato la Chiesa all’apostasia.
Condivido in pieno.
Ma anche se non fosse vero, è giunto il momento di archiviare il concilio, non è più una risposta all'uomo di oggi, non lo è mai stata. È nato vecchio, anzi già morto e putrefatto, e chi lo ha partorito non se ne era accorto perché in preda alle ubriacature dell' orgoglio tracotante dato dal presumere aver "creato" qualcosa.
Bast…More
il Concilio ha portato la Chiesa all’apostasia.
Condivido in pieno.
Ma anche se non fosse vero, è giunto il momento di archiviare il concilio, non è più una risposta all'uomo di oggi, non lo è mai stata. È nato vecchio, anzi già morto e putrefatto, e chi lo ha partorito non se ne era accorto perché in preda alle ubriacature dell' orgoglio tracotante dato dal presumere aver "creato" qualcosa.
Basta, il vat. II è fallito, andiamo oltre. Almeno noi fedeli comportiamoci come se Cristo avesse già spodestato l'imposto-re, quel Non-Vicario-di-Cristo che occupa la cattedra di Pietro.
Obbedienza a Cristo Re, e obiezione a chi cerca di farci ingollare falsità.
Diodoro
Vorrei suggerire, caro professore, di non mettere a fuoco "il Concilio" come colpevole del Grande Disastro.
I tempi dello scatenamento del Disastro, sì, furono quelli; lo spirito è quello di moda in quel momento (primi anni '60, con il primo Presidente Cattolico degli USA e la "distensione" da parte sovietica... peraltro sfociata nella crisi dei missili nucleari a Cuba, a un passo dagli USA). …More
Vorrei suggerire, caro professore, di non mettere a fuoco "il Concilio" come colpevole del Grande Disastro.
I tempi dello scatenamento del Disastro, sì, furono quelli; lo spirito è quello di moda in quel momento (primi anni '60, con il primo Presidente Cattolico degli USA e la "distensione" da parte sovietica... peraltro sfociata nella crisi dei missili nucleari a Cuba, a un passo dagli USA). Ma dire che "il Concilio" fu ed è Male, in sé e per sé, a mio giudizio non è corretto.
Vennero al pettine allora i grandi nodi clericali: i Vincitori di vent'anni prima -essenzialmente i due Stati Imperiali USA e URSS- erano santi, portatori di salvezza, di libertà, di speranza, o no?
Roma e l'Italia dovevano solo far dimenticare il ventennio 1922-1943, oppure in quel ventennio avevano risolto l'irresolubile, cioè la Questione Romana, la questione della Libertas Ecclesiae, quella di una modernizzazione non sterminatrice ma amica delle Famiglie e della Cultura?
Molti Preti, in specie di matrice illuministico/occidentale, rispondevano SI' alla prima domanda. Silver Star e Stella Rossa... nessun problema!
Le conseguenze di tale risposta esplosero negli anni '60 e '70.
Ricordo che per i miei insegnanti Salesiani, negli anni '70, era ovvio che noi ragazzini non solo fossimo attratti dall'America, ma fossimo in effetti dei piccoli cow-boys senza cavallo e senza praterie... ma con la chitarra
Diodoro
Grazie, Christoforus