Fatima.
308

ATTO DI CONSACRAZIONE A DIO PADRE

Cari amici
Oggi 7 agosto la Chiesa ricorda la devozione A DIO PADRE che per troppo tempo è rimasta nascosta, forse perché si dava per scontato che Dio è nostro Padre, come si recita comunemente nel Padre nostro.

Anche don Ferdinando Rancan, sacerdote diocesano veronese in concetto di santità, che ormai quasi tutti di voi conoscono per le sue omelie e scritti vari, ha sempre nutrito questa devozione speciale, oltretutto per il fatto di aver perso il suo papà in un incidente sul lavoro quando lui aveva 2 anni e pertanto ha sentito da subito questa attrazione verso LA PATERNITÀ DI DIO.

Ho pensato di fare cosa gradita inviando questa sua preghiera di consacrazione a DIO PADRE SCRITTA AVANTI NEGLI ANNI, con la piena consapevolezza di essere stato veramente un figlio amato, molto provato e molto amato.
Si trova in fondo al libro autobiografico "UN SOMARELLO E LA SUA STORIA" curato dal rev. Don Ermanno Tubini che sta seguendo l'iter per il procedere della sua beatificazione.
Buona riflessione e buona domenica dedicata all'amore di Dio nostro Padre

💥💥
ATTO DI CONSACRAZIONE
A DIO PADRE


di don Ferdinando Rancan

Padre Santo, Dio onnipotente ed eterno,
Principio e Fine di tutte le cose.
Creatore e Signore dell’Universo,
io ti adoro nell’abisso del mio nulla
e alla tua Maestà infinita innalzo la mia lode.

Ti chiedo umilmente perdono dei miei peccati,
di tutto ciò che nella mia vita fu male davanti a Te
e ha offeso la tua santità e bontà infinita.

Ti rendo grazie per tutti i tuoi benefici:
di avermi creato
fatto partecipe del tuo Essere divino;
di avermi fatto cristiano
figlio tuo partecipe della tua vita divina;
di avermi fatto sacerdote,
partecipe del sacerdozio di Gesù, il Figlio tuo diletto;
di avermi chiamato a servirti nell’Opus Dei,
partecipe dell’opera dello Spirito Santo
che nella Chiesa chiama tutti gli uomini alla santità;
e di tanti benefici di grazia e di misericordia
che hanno accompagnato il mio cammino sulla terra.

Padre Santo,
in questo giorno che la Chiesa dedica al battesimo di Gesù,
il grande mistero in cui hai rivelato la tua paternità divina
intendo compiere la consacrazione piena e perpetua
di tutto me stesso
a Te mio Creatore e Padre.
Nel ricordo del mio battesimo,
giorno in cui, guardandomi con infinito amore,
hai detto: “Tu sei mio figlio, oggi ti genero alla mia vita,
e in te pongo la mia dimora”
desidero affidarmi totalmente alla tua Paternità.

Ti offro e ti consacro tutto il mio essere:
la mia anima con le sue facoltà;
l’intelligenza perché nella luce del Tuo Santo Spirito
conosca e penetri sempre più profondamente
il mistero della tua divinità;
la volontà perché, unita alla volontà di Gesù,
il tuo Figlio diletto,
compia sempre ciò che è gradito alla tua Maestà divina;
il mio cuore perché, unito al Cuore verginale di Maria,
Madre dolcissima del tuo Figlio,
sappia servire con umiltà e amore la tua Chiesa
e il disegno di salvezza che per essa vai attuando nel mondo;
il mio corpo con i suoi sensi,
perché unito al sacrificio eucaristico di Gesù
diventi olocausto di espiazione
per i miei peccati e per quelli di tutti gli uomini;
infine ti consacro tutta la mia vita,
tutto il tempo che tu vorrai concedermi
fino al momento in cui potrò dire:
“Nelle tue mani, Padre, affido il mio spirito”.

Padre Santo, per i meriti di Gesù, tuo Figlio,
per la grazia dello Spirito Santo,
per l’intercessione di Maria, Madre di misericordia,
di san Giuseppe, di san Josemaria e di tutti i santi,
ti chiedo di accettare benignamente
questa mia consacrazione alla tua amabilissima Paternità,
e concedimi di entrare un giorno nella Vita eterna
con tutte le persone che ho incontrato nella mia vita
a proclamare le meraviglie della tua infinita misericordia
con tutti gli Angeli del Cielo
per tutti i secoli dei secoli. Amen

Pater, Ave, Gloria….

Don Ferdinando Rancan