Clicks1.1K

Straordinario! Film “Unplanned”: sold out in Canada nonostante la censura

Il film “Unplanned” è la storia della conversione alla causa pro life della manager e dipendente di Planned Parenthood, Abby Johnson, fondatrice di un’associazione composta da ex dipendenti della clinica abortista. E’ un film che dice la verità senza sconti, mostrando anche la scena di un aborto.

Nonostante i numeri scioccanti al botteghino per il film durante il suo debutto canadese, le più grandi catene cinematografiche canadesi – Cineplex e Landmark – non prolungheranno la settimana di proiezioni.

È una decisione che Cary Solomon, che con Chuck Konzelman ha scritto, diretto e prodotto Unplanned, trova “assurda” ed “incomprensibile”.

“Cineplex e Landmark hanno deciso di non continuare a proiettare il film. Ora vorrei chiedervi: quale azienda con il sold out decide improvvisamente di fermare gli affari? ha detto Solomon a LifeSiteNews.

La decisione ha portato però i registi a compiere un passo “senza precedenti”, afferma B.J. McKelvie, presidente di Cinedicom, il distributore canadese di Unplanned.

A partire dal 9 agosto, permetteranno a gruppi religiosi, associazioni pro vita, individui ed altri interessati di dare in licenza il film e vendere biglietti per proiettarlo nelle chiese o in altri luoghi.

“È emozionante”, ha dichiarato McKelvie a LifeSiteNews. È quasi inedito farlo in questo modo”. Non credo che sia mai stato fatto così”.

“Abbiamo dato l’opportunità alle sale cinematografiche”,
ha detto. “Quindi abbiamo pensato perché non permettere loro (associazioni e gruppi parrocchiali) di dare in licenza il film e fare esattamente come facciamo noi con le sale, ed avere la possibilità di fare soldi grazie ad esso, raccogliere fondi per le loro organizzazioni e chiese”.

Il film è uscito negli Stati Uniti il 29 marzo, dove ha guadagnato 1,8 milioni di dollari, ma è stato effettivamente vietato in Canada perché nessun distributore canadese, inclusi Landmark e Cineplex, lo avrebbe accettato, fino a quando McKelvie non si è fatto avanti a giugno.

Cineplex ha proiettato Unplanned in 14 cinema per una settimana, e Landmark in sette, nel bel mezzo di una tempesta di polemiche in cui i sostenitori canadesi dell’aborto, i media, il personale e i politici liberali hanno avvertito che il film era una pericolosa propaganda.

Il film ha superato le aspettative, portando 352.000 dollari nel fine settimana di apertura in 49 sale canadesi, una tendenza che è continuata durante la settimana. I numeri al botteghino erano $95.000 lunedì, $95.000 martedì e $112.000 mercoledì.

“I numeri sono scioccanti“, ha detto Solomon. Ogni giorno riceviamo gli stessi numeri, il che è incredibile. In pratica significa che la maggior parte dei teatri è al massimo”.

Mc Kelvie ha anche commentato:

” Vorrei chiedere alle persone che tentano in tutti i modi di boicottare il film, di cosa hanno paura? E’ solo un film. Hanno paura perché temono che qualcuno possa scoprire la verità e cambiare posizione. E’ questo che li spaventa, che le persone scoprano la verità, che quello è un bambino…”

Ed è proprio così infatti. Ma la Verità non teme la censura. (Chiara Chiessi)

Fonte:

www.corrispondenzaromana.it/…/film-unplanned-…
I nemici dell'uomo e dei popoli stanno aggiornando la loro propaganda:davanti all'evidenza ammettono che l'aborto e' violenza e omicidio e fanno una finta autocritica.Analogamente alla falsa autocritca che fanno riguardo al sovranismo,quando con gli Attali e i Mario Monti dicono:"Sovranismo va bene,ma abbiamo sbagliato a lasciarlo ai populisti",e cosi' cercano di fare un'operazione trasformista:…More
I nemici dell'uomo e dei popoli stanno aggiornando la loro propaganda:davanti all'evidenza ammettono che l'aborto e' violenza e omicidio e fanno una finta autocritica.Analogamente alla falsa autocritca che fanno riguardo al sovranismo,quando con gli Attali e i Mario Monti dicono:"Sovranismo va bene,ma abbiamo sbagliato a lasciarlo ai populisti",e cosi' cercano di fare un'operazione trasformista:allo stesso modo dicono:"Abbiamo sbagliato a nascondere che l'aborto e' violenza e omicidio,ma anche il "gestational work" e' stato nei secoli violenza e sfruttamento.Logiche propagandistiche tipiche dei lupi travestiti da agnelli.Parlano proprio i figli degli sfruttatori e degli oppressori schiavisti di ieri e ,se Dio permettesse,di domani.Percio' non basta allontanarsi dall'aborto,come da qualunque peccato perche' se ne constata la bruttezza morale e pratica.Serve in tuttoe "a monte",come dicevano un tempo, una cultura religiosa che spinga a rifiutare le soluzioni umanamente piu'facili per scegliere quelle piu' avvicinano a Dio.Come fa Abramo nell'A. T.Puo'sembrare paradossale,e improprio l'esempio,ma solo a dei modernisti o a essi assimilati che interpretano la Bibbia con criteri storico critici fasulli.Fin dalle piccole cose,che poi piccole non erano,Abramo fece le scelte secondo la volonta' di Dio,anche se non sara' stato la perfezione come lo fu e lo e'per la Regina degli angeli e dei santi.Lasciando per esempio a Lot la scelta del territorio,accettando di allontanare Agar con Ismaele,e cosi' via.Scelte che umanamente sembrano irrazionali,ma che avvicinano a Dio,scelte che non hanno niente a che vedere con le imitazioni scimmiesche bergogliane autolesioniste sulla pelle degli altri che ne sono una tragica parodia.Allora, queste scelte,numerosissime e le piu' svariate,formano il braccio sinistro di una equazione divina a cui nel braccio destro corrisponde la manifestazione delle loro conseguenze.Infatti,scelte comode, razionali umanamente ma non fatte secondo la volonta' di Dio,possono sembrare razionali sul momento,nel braccio sinistro,ma poi scatenano l'irrazionalita' nel braccio destro.Ecco che allora Dio,nel braccio destro, permette che prevalgano i nemici e i traditori,e facciano scelte assurde contro le Nazioni e i popoli.Questo pero' non e' motivo per condannare Dio e rifiutarlo,ma per tornare anche nelle piccole cose a seguire la logica divina e non quella umana,opportunistica e codarda.
Per fare un esempio attuale e concreto(ma i piu' importanti sono per me quelli individuali nelle piccole cose quotidiane)scelte umanamente non comode ma vicine a Dio sono quelle di favorire lo sviluppo del terzo mondo,rinunciando a sfruttarlo e a deportarne i figli.Allora ,nel braccio destro dell'equazione divina,avremmo la prosperita' nella collaborazione internazionale.Invece,abbiamo l'…More
Per fare un esempio attuale e concreto(ma i piu' importanti sono per me quelli individuali nelle piccole cose quotidiane)scelte umanamente non comode ma vicine a Dio sono quelle di favorire lo sviluppo del terzo mondo,rinunciando a sfruttarlo e a deportarne i figli.Allora ,nel braccio destro dell'equazione divina,avremmo la prosperita' nella collaborazione internazionale.Invece,abbiamo l'irrazionalita' dell'immigrazione selvaggia devastatirce e foriera di calamita'.La comodita' bergogliesca che incassa nel braccio sinistro il favore a doppio taglio del sionismo internazionale criminale,determina nel braccio dx i danni assurdi che sta preparando.Se Bergoglio avesse capito che cosa significa:"Misericordia Io voglio e non sacrificio"non cercherebbe di favorire politiche autolesioniste all'Italia e all'Europa,chiamadole sacrificio dell'egoismo.Li' di sacrificato c'e' solo il buon senso insieme con la volonta' di Dio.Bergoglio merita che venga spiccato contro di lui un mandato di cattura internazionale per attentato contro la personalita' giuridica dello Stato italiano e di essere condannato a lavori forzati che evidenzino una legge del contrappasso.Libero di farsela suggerire dalla fantasia fertile di qualcuno dei suoi pervertiti vescovi e cardinali amici e protetti.
vincenzo angelo likes this.
kaius
Tutto molto bello,pero' proiettare film nelle chiese,in luoghi sacri,e' inconcepibile.
Suari
Forse intende negli oratori
maria immacolta likes this.
Mi cha el and 2 more users like this.
Mi cha el likes this.
nolimetangere likes this.
Carmelitos likes this.