"Schiavo dell'America, servo della Nato": Letta duramente contestato al corteo di Milano (video) - Secolo d'Italia

Letta contestato: “Questa è casa nostra”

Interpellato sulle contestazioni il presidente di Anpi nazionale Gianfranco Pagliarulo ha sottolineato: “E’ un grave errore perché queste cose il 25 aprile non servono mai. Anche quando ci sono posizioni diverse bisogna evitare che su singoli fatti si perda la bussola di una posizione unitaria”. Un attonito Enrico Letta osserva e commenta: “Questa è casa nostra, la Costituzione è casa nostra, l’antifascismo è casa nostra. E anche la solidarietà al popolo ucraino è casa nostra” dice il segretario del Pd Enrico Letta all’arrivo al corteo milanese, interpellato sulla contestazione dei Carc per la presenza del Pd alla manifestazione.

Il sindaco Sala la prende con filosofia. “Non do troppo peso alle contestazioni e alle provocazioni”, dice il primo cittadino di Milano al Foglio.

Contestata anche la Brigata ebraica

Con ‘Bella Ciao’ si era aperto il corteo di una ricorrenza che sta diventando l’emblema delle divisioni. Contestazioni, polemiche, spaccature che nelle ultime settimane hanno attraversato l’Anpi e la sinistra si sono materializzate a Milano. Il servizio d’ordine è stato rinforzato proprio per cercare di evitare che le tensioni lungo il corteo degenerino. Particolarmente ‘presidiata’ è la Brigata ebraica (sfilerà anche con le bandiere gialloblu dell’Ucraina), da sempre lo spezzone più bersagliato delle contestazioni delle frange radicali del corteo. A contestare la Brigata, secondo l’agenzia Ansa, lo stesso gruppo che se l’era presa col Pd: «Niente soldi alle armi – urlano i manifestanti – niente tagli a scuola e sanità». La manifestazione è partita da corso Venezia angolo via Palestro, e si concluderà in piazza Duomo. Sul palco, oltre al sindaco Beppe Sala, dovrebbe esserci anche il ministro della Salute Roberto Speranza. Prenderanno la parola anche due cittadine ucraine. Alla manifestazione hanno aderito dal Pd, al M5s, oltre a centri sociali e realtà antagoniste del gruppo «Milano contro la guerra»: proprio da queste aree si temono ulteriori tensioni.
"Schiavo dell'America, servo della Nato": Letta duramente contestato al corteo di Milano (video) - Secolo d'Italia