Clicks487
P.Elia
3
Il “salto” della fede! Il “salto” della fede! 1 Agosto 2021 Domenica XVIII del T.O Cari fratelli e sorelle la liturgia di Domenica 1° Agosto ci ripropone l’importanza, vorrei dire, l’urgenza per l’…More
Il “salto” della fede!

Il “salto” della fede!
1 Agosto 2021 Domenica XVIII del T.O

Cari fratelli e sorelle la liturgia di Domenica 1° Agosto ci ripropone l’importanza, vorrei dire, l’urgenza per l’umanità dell’inizio del terzo millennio di trovare o ri-trovare, rinnovare e rinforzare la fede in Gesù in vista delle sfide epocali che si troverà ad affrontare nei prossimi anni. Per comprendere questa “urgenza” dobbiamo tener presente “la straordinaria novità” che l’avvento di Gesù ha portato nella storia dell’umanità e dell’universo intero.

Infatti, con Gesù un’umanità nuova fa la sua comparsa sulla terra. In Gesù l’opera della creazione raggiunge il suo traguardo, il suo obiettivo. Tutto Dio ha creato in vista di Cristo, dice S. Paolo, (cfr. Col.1,16b). “Gesù è il primogenito della nuova creazione” (Col.1,18). La Risurrezione e l’Ascensione di Gesù al Cielo, realizza l’ultimo “salto” di qualità nella storia dell’universo. (Benedetto XVI). Sedendosi alla “destra” del Padre, Gesù è entrato nel “futuro assoluto” di Dio, per cui dopo di Lui non c’è niente di veramente nuovo. ( Lc. cap. 24 )

Ogni uomo che viene in questo mondo è chiamato a scegliere, come ci ricorda il brano della lettera di San Paolo agli Efesini, se optare per il fallimento eterno restando nella condizione di uomo vecchio che si corrompe dietro le passioni ingannatrici favorendo, così, la cultura dell’inimicizia, dell’indifferenza, dello scarto, e contribuendo in questo modo alla sempre più probabile e vicina estinzione della vita sulla terra… o partecipare, invece, per mezzo del “salto della fede” alla vittoria finale di Cristo sul male e sulla morte iniziando, per opera dello Spirito del Risorto, quel processo di trasformazione che lo porterà progressivamente a “rivestire l’uomo nuovo”, creato secondo Dio nella giustizia e nella vera santità, capace di affrontare e vincere, già in questo mondo, quell’ingiustizia che fa gridare di dolore i poveri e la terra…
giandreoli
Alla scuola di papa Bergoglio, anche lei, reverendo, pensa ad un uomo nuovo ed un’umanità nuova “… capace di affrontare e vincere, già in questo mondo, quell’ingiustizia che fa gridare di dolore i poveri e la terra…”. Più bravi di Gesù che sapeva invece che, ahimè, “i poveri li avrete sempre con voi” e invitava piuttosto a condividere con Lui la Sua povertà, quella povertà evangelica da desidera…More
Alla scuola di papa Bergoglio, anche lei, reverendo, pensa ad un uomo nuovo ed un’umanità nuova “… capace di affrontare e vincere, già in questo mondo, quell’ingiustizia che fa gridare di dolore i poveri e la terra…”. Più bravi di Gesù che sapeva invece che, ahimè, “i poveri li avrete sempre con voi” e invitava piuttosto a condividere con Lui la Sua povertà, quella povertà evangelica da desiderare, amare e praticare di cui nella Chiesa mai si parla. Invitando a “vendere tutto, darlo ai poveri e seguirlo”, Gesù proponeva non tanto una “equità sociale terrena” ma la sua stessa “carità”, come bene spiegava san Paolo: “E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carità, niente mi giova”. Come dire che, da vincere, è il vizio capitale di quell’avarizia che può albergare nel cuore tanto del ricco quanto del povero. Pazienza.
N.S.dellaGuardia
Con Gesù un umanità nuova fa la sua comparsa sulla terra???? Umanità???
Teillard de Chardin non saprebbe dirlo in modi migliore... Il Credo del Simbolo di Nicea non serve a nulla, giusto?
Ah no, c'è anche cultura dello scarto e l'immancabile ingiustizia che fa gridare di dolore i poveri e la terra...
Immagino che la "terra" sia quella del noto motto "tierra y libertad", vero?
O è la famosa …More
Con Gesù un umanità nuova fa la sua comparsa sulla terra???? Umanità???
Teillard de Chardin non saprebbe dirlo in modi migliore... Il Credo del Simbolo di Nicea non serve a nulla, giusto?
Ah no, c'è anche cultura dello scarto e l'immancabile ingiustizia che fa gridare di dolore i poveri e la terra...
Immagino che la "terra" sia quella del noto motto "tierra y libertad", vero?
O è la famosa gaia-madreterra-pachamama???
Ma per favore!
il vandea
Evitate le citazioni di ciccio oltrettutto eretiche (ci si salva insieme ecc, quando la salvezza e' un fatto puramente individuale). Evitate pure di mostrarci la sua faccia, che indispone ogni buon cattolico.