Clicks6.2K
Tempi di Maria
1

Messaggi di Gesù e Maria: il Cuore "Doloroso e Immacolato" di Maria (Serva di Dio Berthe Petit)

Apostolo della consacrazione al Cuore doloroso di Maria, Berthe Petit ha esercitato una discreta ma reale influenza. Il Belgio e la Gran Bretagna risposero al suo appello, così come alcuni vescovi francesi.

Il suo direttore spirituale era nientemeno che il cardinale Mercier, una delle figure notevoli dell'epoca. Si spiega così perché, il 7 marzo 1916, in piena guerra

mondiale, il celebre arcivescovo di Malines si indirizzò in questi termini ai suoi diocesani:

«Ci consacreremo il venerdì santo al Cuore Doloroso e Immacolato di Maria. Ci compiaciamo nell'onorare la Concezione Immacolata della Santa Vergine e facciamo bene ; insieme a questo privilegio accordato gratuitamente da Dio (...) non dimentichiamo il titolo acquisito da Maria per la nostra riconoscenza, grazie ai suoi dolori. Trafitto dalla spada del martirio interiore, il Cuore di Maria ha volontariamente associato, per la redenzione delle nostre anime, la sua compassione all'Immolazione della Divina Vittima del Calvario».

È probabilmente sotto l'influenza del cardinale che Benedetto XV si sia così espresso:

«Rivolgiamoci fiduciosi al Cuore Doloroso e Immacolato di Maria, la dolcissima Madre di Gesù, affinché con la sua potente intercessione, possa ottenere da suo Figlio la rapida fine della guerra e il ritorno della pace».

Il messaggio di Berthe è contenuto in alcune frasi. Durante la festa di Natale del 1909, Berthe ricevette una prima rivelazione. Vide il Cuore di Gesù ferito ed il Cuore di Maria trafitto da una spada. Indi udì dalla bocca di Gesù: «Fate amare il Cuore di mia Madre, trafitto dai dolori che hanno straziato il mio».

Il 7 febbraio 1910, la giovane donna vede i Cuori di Gesù e di Maria compenetrandosi, sormontati dalla colomba simbolizzando lo Spirito Santo, ed ella udì nuovamente la voce di Gesù:

«Bisogna pensare al Cuore di mia Madre come tu pensi al Mio (...) Questo Amore sarà per te e per il mondo una sorgente di Grazie e attrarrà grandi benedizioni. Abbandonati al mio Amore. Ti sarà confidato il desiderio del mio Cuore».

Alla festa di Pasqua del 1911, Berthe è a Roma. Ancora una volta le appaiono i Cuori di Gesù e di Maria sormontati da una colomba ed è ancora il Figlio che parla: «Dando a mia Madre Giovanni per figlio, non le ho forse affidato la maternità Dolorosa e Immacolata del mondo intero?»

Alcuni avrebbero voluto vedere invertito l'ordine degli epiteti (Doloroso e Immacolato). Maria non era immacolata dalla sua concezione, mentre il suo dolore iniziò dal giorno in cui ricevette la Missione di Madre del Redentore? Ecco l'importante spiegazione che ricevette nel settembre 1911, dalla stessa bocca di Gesù:

«Il Cuore di mia Madre ha diritto al titolo di Doloroso che io pongo davanti a quello di Immacolata perché lei stessa lo ha acquisito. La Chiesa ha riconosciuto quello che feci nella sua Concezione Immacolata. Occorre adesso, ed io voglio, che sia compreso e conosciuto il diritto che ha mia Madre ad un titolo di giustizia».

Altrimenti detto, il privilegio dell'Immacolata Concezione è un dono gratuito della misericordia di Dio, davanti al quale Maria nulla poteva : sono i meriti di suo Figlio crocifisso che l'hanno ottenuto, non per essere stata riscattata dal peccato originale come ciascuno di noi, ma essendone completamente preservata sin dall'inizio. Al contrario, è per una decisione proveniente dal suo « cuore » che porrà in comunione spirituale dopo l'immolazione di suo Figlio che si è offerto sulla croce per il nostro riscatto.

Chiedendo che il titolo di doloroso sia posto davanti a quello di immacolata, Gesù sottolinea quanto è sensibile alla libertà con la quale, all'esempio di sua Madre, ciascuno di noi è capace di rispondere al suo amore.

Leggermente posteriore, ma indipendente dall'esperienza di Berthe Petit, gli avvenimenti di Fatima collegano la devozione popolare al Cuore della Vergine, alla riparazione dei peccati. Meno conosciuta dell'apparizione del mese seguente - celebre a causa della comunicazione dei tre famosi segreti - quella del 13 giugno 1917, comporta una visione del Cuore doloroso di Maria. Come notò suor Lucia nelle sue memorie:

«Davanti alla palma della mano destra della Vergine si trovava un cuore circondato di spine che vi sembravano conficcate. Comprendemmo che quello era il Cuore Immacolato di Maria, oltraggiato dai peccati dell'umanità, che chiedeva riparazione».

Si comprese immediatamente che il messaggio belga e quello portoghese si completavano. A Berthe si ricordava come il Cuore doloroso di Maria avesse diritto alla nostra riconoscenza, mentre l'attenzione dei pastorelli era attratta dalla stessa fonte di questo dolore: l'estrema purezza del Cuore di Maria che ha fatto sì che, più di qualsiasi altra creatura, soffrisse per i nostri peccati.

Sensibile alle richieste provenienti da Fatima, il papa Pio XII introdusse nel calendario liturgico, all'ottavo giorno dell'Assunzione, il culto del Cuore immacolato. Ma ricordandolo l'indomani della solennità del Cuore di Gesù, Paolo VI sottolineerà l'insegnamento della storia: dopo il XVII secolo, la devozione al cuore della Madre si è sviluppata come una sequenza logica del culto reso al cuore di suo Figlio.

Edouard Glotin, La Bibbia del Cuore di Gesù, Presses de la Renaissance, 2006 (Cap. XI - Cuore di Gesù e mistero della Salvezza, p. 594-595).

* * *

Messaggio del Signore Gesù alla Serva di Dio Berta Petit

La devozione al Cuore Addolorato e Immacolato di Maria rianimerà la fede e la speranza nei cuori spezzati e nelle famiglie distrutte, aiuterà a riparare le rovine, addolcirà i dolori, sarà una nuova forza per la mia Chiesa, portando le anime non solo alla confidenza nel mio Cuore, ma anche all’abbandono al Cuore Addolorato di Mia Madre… L’umanità va verso una tormenta spaventosa essa dividerà ancor più i popoli, ridurrà al nulla le combinazioni umane, dimostrerà che nulla sussiste senza di me e che io resto il padrone dei destini dei popoli.

E attraverso il Cuore Addolorato e Immacolato di Mia Madre che io voglio trionfare perché, dopo aver cooperato alla redenzione delle anime, questa Cuore ha diritto ad una stessa cooperazione nella manifestazione della divina giustizia e del mio amore.

Grande è mia Madre in tutto, ma specialmente nel suo Cuore martoriato, trapassato dalla stessa ferita del mio. Perciò, volendo per questo Cuore un trionfo clamoroso, io ho atteso l’ora della miseria universale che trova una eco nel Cuore Addolorato e Immacolato di Mia Madre, senza limiti come il mio. Adottare questa devozione e diffonderla è compiere la mia volontà e rispondere all’attesa del mio cuore…

I cuori devono essere cambiati e ciò non si farà che attraverso questa devozione conosciuta, sviluppata, predicata e consigliata dapertutto.
L’ultimo rifugio che Dio dona prima della fine dei tempi…

Un uragano spaventoso si prepara. Si vedranno scatenate tutte le forze preparate con rabbia. E’ questo il momento o mai più, di abbandonarsi al Cuore Addolorato e Immacolato di Mia Madre. E attraverso l’accettazione del Calvario che mia Madre ha partecipato a tutti i miei dolori. La devozione al Suo Cuore unito al Mio donerà la vera pace tanto desiderata e così poco meritata

* * *


Messaggio della Vergine SS. alla Serva di Dio Berta Petit

Gli avvenimenti si approssimano come una ombra che s' ingrandisce e si estende senza che si tenga conto, mentre essa nasconde delle scintille che ripiomberanno le nazioni nel fuoco e nel sangue. Oh! terribile prospettiva! Il mio Cuore di Madre si spezzerebbe se io non vedessi fino a qual punto la giustizia di Dio s'impone per la salvezza delle anime e per la purificazione dei popoli. Guarda la ferita del mio Cuore simile a quella di cui è ferito mio Figlio e i torrenti di grazie pronti a scaturire.

Non lasciarti abbattere da nessuna pena, da alcun inganno, da alcuna sofferenza.

Tu hai compresa quali dolori abbia sopportato il mio Cuore, quali sofferenze affrontò il mio essere per la salvezza del mondo.

Io mi sono chiamata l'Immacolata Concezione. A te mi dico la Madre del Cuore Addolorato. Questo titolo che il mio Figlio vuole, mi è caro più d'ogni altro e per lui saranno accordate e sparse dapertutto delle grazie di Misericordia e di Salvezza. La una volontà invincibile che mio Figlio vuol vedere le anime accorrere al mio Cuore Addolorato. Io attendo questo movimento di anime col cuore traboccante di tenerezza, non chiedendo che di poter ridire al Cuore di Mio Figlio tutto ciò che sarà confidato al Mio, per ottenere per tutti delle grazie di salvezza.

* * *


CONSACRAZIONE AL CUORE IMMACOLATO E ADDOLORATO DELLA VERGINE MARIA DETTATO DAL SIGNORE GESU' ALLA MISTICA BELGA BERTHE PETIT

________________

Per approfondire la figura della mistica belga Berthe Petit:

settimanaleppio.it/dinamico.asp?idsez=6&id=1141
Elena Meloni
Le due pagine della Consacrazione sono molto piccole, non riesco ad ingrandirle 🙏🙏✝️