05:51
Irapuato
56
SAN VITTORIO di Cesarea Martire, introduzione al SANTO DEL GIORNO 21 Maggio | Video di Luigi Fecondo PREGHIERA A SAN VITTORIO DI CESAREA O glorioso San Vittorio, con devozione rivolgiamo a te la …More
SAN VITTORIO di Cesarea Martire, introduzione al SANTO DEL GIORNO 21 Maggio | Video di Luigi Fecondo

PREGHIERA A SAN VITTORIO DI CESAREA O glorioso San Vittorio, con devozione rivolgiamo a te la nostra preghiera. Tu, sempre osservante degli insegnamenti del Vangelo, offristi la tua vita a Dio tra i tormenti del martirio. Ammirando il tuo eroismo, imploriamo dal Signore di essere sempre fedeli alla nostra religione; mantenerci sereni nelle prove della vita e saper resistere alle tentazioni del demonio. O San Vittorio, con la tua intercessione proteggici dai flagelli della natura e dagli spiriti maligni, conforta gli afflitti nel corpo e nello spirito. Ottieni a tutti noi dal Signore la perseveranza, affinché al termine di questa vita, veniamo a contemplare, accanto a te il volto di Dio nella gloria del Paradiso. Amen
San Vittorio e compagni Martiri
21 maggio

Etimologia:
Vittorio = vincitore, dal latino

Emblema: Palma

Questo santo non ha lasciato notizie di sé, si sa solo che ha subito il martirio a Cesarea di Cappadocia e che era un romano.
Dal ‘Martirologio Geronimiano’ che lo cita al 21 maggio insieme ad altri due martiri Polieuto e Donato, è passato nel ‘Martirologio Romano’ insieme agli altri due e celebrati nello stesso giorno, altro non si sa; comunque il gruppo lo si ritrova sempre nei martirologi storici occidentali.
La mancanza di notizie, contrariamente alle regole, non l’ha messo nel dimenticatoio della storia, egli è certamente più nominato nei secoli successivi ed ancora oggi, di quanto non fosse nominato e conosciuto in vita.
Vittorio è l’unico santo con questo nome, proviene dal latino Victorius una variante di Victor (vincitore), altri nomi derivati sono: Vittore, Vittoriano, Vittorino, Vittoriana, Vittoria.
In molti Paesi esso è tradotto nella loro lingua: Victoire in Francia; Victor e Victoria in Spagna e Gran Bretagna; Vike, Viktor e Viktoria in Germania; Vìtor in Portogallo, ecc.
In Inghilterra fu portato dalla celebre regina Vittoria il cui nome segnò un’epoca, uno stile “vittoriani”.
Grande diffusione in Italia, perché fu il nome di diversi sovrani e principi di Casa Savoia.
E’ invocato contro il fulmine, la grandine e gli spiriti maligni.

Autore: Antonio Borrelli