it.news
1.2K

Pell cade nel doppio gioco di Hollerich e Marx

Quasi due terzi dei vescovi tedeschi respingono le convinzioni di base del Cristianesimo sulla sessualità perché credono che il Cristianesimo non sia più conforme a ciò che chiamano "sapere scientifico moderno" [propaganda dell'oligarchia mediatica], scrive il cardinale George Pell (FirstThings.com, 22 settembre).

Pell rimpiange che la «Congregazione per la dottrina della Fede» non abbia commentato né i vescovi tedeschi, né i vescovi del Belgio, che vogliono "benedire" i legami tra omosessuali. Le forze che vogliono distruggere il matrimonio e condonare gli atti omosessuali "lavorano per diffondere il loro veleno", scrive Pell.

Secondo il suo punto di vista, la Congregazione [incapace di decidere] deve agire con decisione per correggere l'errore ed evitare ulteriore deterioramento.

Pell spiega che c'è in ballo la Parola di Dio, non solo il Catechismo o la legge Canonica, e sottolinea che "non ne sappiamo più di Dio".

Però Pell dovrebbe mostrarsi più saggio: definisce ingenuamente il fatto che si ail cardinale Hollerich (Lussemburgo) che il cardinale Marx (Monaco) abbiano affermato [ipocritamente] di non voler cambiare la dottrina [mentre lavorano apertamente per l'opposto] come "benvenuto" e "buono sviluppo".

Foto: George Pell © Mazur, CC BY-NC-SA, #newsWifjyzcffy