Clicks970
it.news
1

Concilio manipolato: come Time Magazine ha abbindolato i vescovi

Robert Blair Kaiser (+2015), corrispondente al Vaticano II per la rivista for Time Magazine, aveva a disposizione ogni mese un budget di $20,000 (equivalenti a circa € 140mila nel 2021) fornito dal suo datore di lavoro per organizzare feste per vescovi e giornalisti.

Kaiser l'ha detto nel 2004 a Robert Moynihan (InsideTheVatican.com, 13 maggio). Dai 18 anni ai 28 anni, Kaiser era stato un gesuita, ma aveva lasciato l'ordine per sposarsi, ma ha divorziato a metà degli anni '960.

A quel tempo, Time Magazine era controllata dal fondatore, Henry Luce (+1967), figlio del missionario presbiteriano e membro del partito Repubblicano, chiamato “Il Luce,” gioco di parole riferito a "Il Duce". Luce aveva provato l'LSD negli anni '960 e aveva detto di aver parlato con Dio sotto l'influenza dell'LSD.

A Roma, Kaiser affittava un appartamento enorme come luogo per discutere l'agenda di una "Chiesa più aperta" a feste regolari con cena: "Io e mia moglie ospitavamo spesso da 50 a 100 giornalisti e monsignori, preti e vescovi, diplomatici, a volte durante la settimana, a volte nei fine settimana."
Kaiser organizzava ogni giorno delle cene, specialmente enormi incontri la domenica sera, che diventarono "una specie di istituzione". A una festa, il sognatore arcivescovo di Bombay Thomas Roberts SJ (1893-1976) trovò che le sue "opinioni avventurose" era condivise da molti altri prelati: "Pensavano (e dicevano a voce alta) che la Chiesa era sovraccarica per l'eccesso di bagaglio, mito, superstizione e illogicità.”

Questi erano gli stessi che hanno votato a favore dei documenti del Vaticano II, attuando le cosiddette "riforme" che hanno portato al peggior disastro che ha afflitto la Chiesa dalla fondazione.

Foto: Vatican II © wikicommons, CC BY-SA, #newsMhjmdkpksb

lamprotes
Sì, sì, continuate ad osannare un "conciliabolo di briganti" come il SuperConcilio della Chiesa!