Fatima.
4780

NORIMBERGA 2 – CHI SONO LE 16 PERSONE ACCUSATE DI GENOCIDIO?

Sette ricorrenti, a nome della popolazione britannica, hanno sporto denuncia alla Corte penale internazionale (CPI), accusando 16 persone di genocidio, crimini contro l’umanità, crimini di guerra e crimini di aggressione.
I 16 imputati includono il dottor Anthony Fauci, il dottor Peter Daszak, Bill e Melinda Gates, gli amministratori delegati di Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson, il primo ministro britannico Boris Johnson insieme a diverse altre autorità britanniche, nonché i presidenti di la Fondazione Rockefeller e il World Economic Forum.
NORIMBERGA 2 – CHI SONO LE 16 PERSONE ACCUSATE DI GENOCIDIO? - Database Italia
Fabio Zotti
Si come no! Questi non li condanni nemmeno nell'altra vita!
Cristeros 33
Non credo proprio, nell'altra vita li attende il giudizio di Dio!
il vandea
e draghi, speranza, conte e arcuri ?
Veritasanteomnia
Bisogna che ci siano dei ricorrenti a nome della popolazione italiana. Io aggiungerei anche, tra i responsabili, coloro che hanno eseguito gli ordini applicando protocolli scientificamente inaccettabili: chi ha diretto i laboratori di analisi in cui si eseguivano tamponi molecolari con valore soglia a 40 cicli si è comportato da criminale...come quei medici che hanno seguito le direttive …More
Bisogna che ci siano dei ricorrenti a nome della popolazione italiana. Io aggiungerei anche, tra i responsabili, coloro che hanno eseguito gli ordini applicando protocolli scientificamente inaccettabili: chi ha diretto i laboratori di analisi in cui si eseguivano tamponi molecolari con valore soglia a 40 cicli si è comportato da criminale...come quei medici che hanno seguito le direttive ministeriali. Ovviamente chi dirige gli Ordini professionali ha responsabilità maggiori...etc etc. Ma la seconda guerra mondiale con tutti gli annessi e i connessi non ha insegnato ai bravi medici, biologi, farmacisti che ubbidire agli ordini non toglie del tutto la responsabilità personale? Gli ordini ingiusti o criminali vanno disattesi.