Clicks1.6K
it.news

Schönborn afferma che il suo amico gay è un bugiardo: dice cose "insensate"

Dopo che Gloria.tv ha reso noto lo scandalo, il cardinale di Vienna Christoph Schönborn ha preso le distanze dal propagandista gay austriaco Gery Keszler, che credibilmente ha affermato che Schönborn ha benedetto il suo concubinato gay. Keszler ha raccontato la scena in modo chiaro e dettagliato.

Il portavoce di Schönborn, Michael Prüller, ha ammesso a LifeSiteNews.com (19 settembre) che il controverso incontro ha avuto luogo; ma, spaccando il capello in quattro, ha affermato che la "benedizione" non era indipendente, ma parte di una preghiera prima del pasto: "Non ha senso trasformare questo in un precedente" ha aggiunto.

Il racconto di Prüller non spiega il motivo per cui Keszler ha dichiarato che questa "fantastica" benedizione lo ha reso "felice, molto felice". Keszler ha perfino definito il suo parlare apertamente della benedizione "un outing un po' forzato" per Schönborn.

Il fatto che Keszler, dopo il diniego, non sembri offeso dal suo amico Schönborn che di fatto lo definisce un bugiardo indica che entrambi, Schönborn e Keszler, sono parte dello stesso gioco che punta a far abituare la gente al fatto che i cardinali benedicano gli omosessuali.

Foto: Gery Keszler, Christoph Schönborn, © Figlhaus Wien Akademie für Dialog und Evangelisation, CC BY-SA, #newsOipwkyvkkc