Clicks1.1K

Anno di San Giuseppe o di Amoris Laetitia?

DELLE DUE UNA.....

Confessiamo che non ci ha sorpresi più di tanto l’indizione di un ulteriore Anno speciale, quale quello dedicato all’Amoris Laetitia dal 19 marzo 2021 (Solennità di san Giuseppe) al giugno 2022… ci ha sorpresi di più l’indizione dell’Anno dedicato a San Giuseppe!! Battute (vere e sincere) a parte, non possiamo trascurare una domanda fondamentale: se San Giuseppe è il Custode della Sacra Famiglia, che senso ha indire un Anno speciale nell’Anno già speciale, specificando che è dedicato ad “Amoris Laetitia”? Che un Papa si autoproclamasse a tal punto da dedicare – in forma così narcisistica – niente meno che un anno speciale ALLE SUE IDEE e al suo programma, non s’era mai visto, non era mai accaduto.

L’indizione di un “Anno speciale” è stato di recente finalizzato (negli ultimi 100 anni in cui ha avuto origine) a sviscerare quanto di più sacro c’è ed è nella santa Chiesa. L’ultimo serio è stato quello indetto da Benedetto XVI per l’Anno Sacerdotale”, vedi qui, finalizzato ad una riforma seria del Clero avendo quale modello il Santo Curato d’Ars, San Giovanni Maria Vianney e per il suo 150° Anniversario del “dies natalis”…. ma MAI e nessun Papa aveva usato un proprio scritto (l’esortazione apostolica in questo caso) per indire un anno speciale! Ripetiamo: che senso ha aprire un Anno dedicato a San Giuseppe e poi un altro ancora, dentro lo stesso, per sacralizzare una esortazione apostolica? Inoltre quello dedicato a San Giuseppe non è stato annunciato come avrebbe meritato, non c’è stata alcuna preparazione, nessuna anticipazione in nessun Angelus mentre, quello di AL non solo a tre mesi dal suo inizio, ma anche con un annuncio dall’Angelus, ed anche con una chiusura più allungata, oltre l’anno. San Giuseppe è Patrono della santa Chiesa Cattolica ma anche CUSTODE della Sacra Famiglia, alla quale andava semmai il riferimento dell’Anno, quale MODELLO per tutte le Famiglie cristiane e non.

Si dice che a pensare male si fa peccato, ma qualche volte ci si azzecca… e allora: ma non sarà che l’Anno a San Giuseppe è stato “consigliato” all’ultimo al Papa la cui intenzione era solo quella di indire l’Anno ad AL lasciando fuori il povero San Giuseppe con la “sua Sacra Famiglia”?? Non cerchiamo risposta, come del resto il Papa non rispose mai ai famosi “Dubia”, ma risponde oggi con questo scherzetto alla memoria del povero cardinale Caffarra… che a noi sembra una vera… bergoglionata!

Al resto lasciamo commentare al professore Stefano Fontana.

Buon Anno a tutti.

QUI L'ARTICOLO
Gaetano2
Nella foto, dallo sguardo, mi pare di intravedere, oltre all'ammoris e alla laettittia, anche un po' di miserikordia
N.S.dellaGuardia
Per chi è davvero devoto di San Giuseppe non esistono "anni tematici" ed indulgenze, bensì "tutta la vita" e "Grazie su Grazie" ricevute per la potente intercessione del grandissimo ed umilissimo Santo Falegname di Nazareth, Santo e Castissimo Sposo di Maria Santissima.
Ma queste immagino per qualcuno siano solo "tonterìas"...
Sancte Joseph
Ma c'è ancora qualcuno che lo ascolta?
il vandea
Un anno santo appresso a un altro, svalutazione delle indulgenze propinate a ogni momento e per ogni circostanza, buonismo a gogo' e trionfo dell' eresia, anche questo serve a ciccio per relativizzare e banalizzare la Misericordia Divina. Speriamo che se ne vada presto.
N.S.dellaGuardia
Chi verrà sarà purtroppo peggio...
Crociato
E voi di Cooperatoris a che gioco giocate?
N.S.dellaGuardia
Già, almeno non lo chiamassero santità...
Crociato
Ho ascoltato l'ultimo video sui vaccini ...
Mi sono cadute le braccia
lamprotes
Che figuro, che faccia, proprio da "amoris laetitia"!