Clicks1.6K
it.news
5

Francesco trova una soluzione per il "segno della pace"

Durante la sua omelia del 29 aprile, Francesco ha annunciato di aver ricevuto una lettera da Andrea, 18 anni, di Caravaggio:

“Le lettere dei ragazzi, dei bambini sono bellissime, per la concretezza” ha inveito Francesco.

Andrea ha scritto che l'invito durante le Eucarestie di Francesco a scambiarsi il segno della pace non era appropriato, "perché con la pandemia noi non possiamo toccarci.”

Francesco ha risposto ad Andrea che non poteva vedere nella trasmissione in streaming che chi era presente all'Eucarestia "ha fatto un cenno col capo" per il segno della pace.

Nel frattempo, la madre di Andrea ha rivelato a EcoDiBergamo.it che Andrea ha ricevuto una telefonata da Francesco, mentre faceva la spesa al supermarket.

Nell’occasione il Papa ha promesso al giovane l’invio di una papalina, essendo Andrea un amante di abiti e accessori ecclesiastici, il che probabilmente non piace a Francesco, ma sembra che abbia dovuto far buon viso.

#newsQmqdccwpla

giandreoli
Detto sempre con rispetto, avrei preferito che Papa Bergoglio consultasse un esperto liturgista piuttosto che un ragazzo sui social, per bravo e buono che sia! Faccio osservare ad esempio come, guardando i social, si possa notare come anche il saluto alla romana eviti il contatto fra le persone... Quando si va a spanne e non si guarda con amore al valore della liturgia si possono prendere …More
Detto sempre con rispetto, avrei preferito che Papa Bergoglio consultasse un esperto liturgista piuttosto che un ragazzo sui social, per bravo e buono che sia! Faccio osservare ad esempio come, guardando i social, si possa notare come anche il saluto alla romana eviti il contatto fra le persone... Quando si va a spanne e non si guarda con amore al valore della liturgia si possono prendere decisioni sciocche e ambivalenti.
il vandea
Un' unica soluzione: celebrare solo in V.O., Senza segni di pace e ipocrisie varie.
N.S.dellaGuardia
Sicuramente per tutti il tema più urgente di cui occuparsi e da risolvere al più presto...
fidelis eternis
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/la-contro-chiesa/8855-e-ancora-la-chiesa-di-cristo :
“monsignor Grazioso Ceriani
(1906-1974, un parroco milanese fondatore del C.O.P., Centro di Orientamento Pastorale, nel libro “La dottrina del Cristo”, pag. 115 Edizioni Scolastiche Mondadori, 1955, vol. 3, ) afferma senza esitazioni che Maria è Corredentrice. Oggi, però, per …More
http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/la-contro-chiesa/8855-e-ancora-la-chiesa-di-cristo :
“monsignor Grazioso Ceriani
(1906-1974, un parroco milanese fondatore del C.O.P., Centro di Orientamento Pastorale, nel libro “La dottrina del Cristo”, pag. 115 Edizioni Scolastiche Mondadori, 1955, vol. 3, ) afferma senza esitazioni che Maria è Corredentrice. Oggi, però, per bocca del vescovo di Roma, sentiamo dire che Maria Santissima è una ragazza, è una meticcia, è una discepola, anzi è una donna come tutte le altre; che non la si deve chiamare Regina e tanto meno Corredentrice, perché lei non ha mai preteso di essere né l’una, né l’altra cosa”
Una baggianata? Una battuta da bar? Purtroppo no, bensì un tassello di un piano di dissacramento e desacralizzazione della Chiesa Cattolica, della sua dottrina, del suo magistero, di Gesù Cristo e di Maria SS.ma, che viene da lontano, dal CV II, e che trova in Bergoglio il suo “terminator”. “Ho l’ambizione di cambiare la Chiesa, in modo che non si possa più tornare indietro”, ebbe ad affermare orgogliosamente poco dopo la sua elezione (valida? Ci sarebbe più di qualche perplessità in proposito) al trono petrino.
fidelis eternis
"i casi sono due: o ciò che insegnava la Chiesa prima del Concilio era falso e campato per aria; oppure era tutto vero, e allora a mentire è la chiesa odierna, che però, a questo punto, non può esser più chiamata cattolica"