Clicks755
it.news
2

Viganò: prima bozza di Francesco del Traditionis Custodes ancor più "tirannica"

La "natura generalmente tirannica" del Traditionis Custodes è ciò che sconcerta di più l'arcivescovo Carlo Maria Viganò, che lo scrive in un comunicato del 31 luglio (CatholicFamilyNews.com, video sotto).

Secondo Viganò, è necessario "dare visibilità" alla protesta contro questo decreto ingiusto e coordinare una "azione pubblica" contraria.

Viganò indica l'assurdità della "abolizione" della Messa Apostolica con l'argomento che sarebbe "incompatibile con l'ecclesiologia del Vaticano II" perché "appena diciamo lo stesso (cioè che la Messa di Montini è incompatibile con l'ecclesiologia Cattolica) diventiamo subito oggetto di condanna e la nostra affermazione è usata contro di noi presso il tribunale rivoluzionario di Santa Marta.”

L'arcivescovo sa anche che la bozza precedente del Traditionis Custodes che Francesco aveva inviato alla Congregazione per la Dottrina della Fede, per una revisione, era "molto più drastico del testo ufficiale pubblicato."

#newsOhdvnsxbks

Andrea Mancinella
Ma tanto Papa Bergoglio non riuscirà ad estirpare la S. Messa della Tradizione Cattolica. Non solo perché essa viene da Dio, e contro Dio nessuno può mettersi se non vuole essere distrutto, ma anche perché neppure Papa Montini ci riuscì, nonostante allora potesse godere dell' "obbedienza" di quasi tutti i fedeli, ancora ignari del neomodernismo e di ciò che avrebbe provocato nella Chiesa (…More
Ma tanto Papa Bergoglio non riuscirà ad estirpare la S. Messa della Tradizione Cattolica. Non solo perché essa viene da Dio, e contro Dio nessuno può mettersi se non vuole essere distrutto, ma anche perché neppure Papa Montini ci riuscì, nonostante allora potesse godere dell' "obbedienza" di quasi tutti i fedeli, ancora ignari del neomodernismo e di ciò che avrebbe provocato nella Chiesa (eravamo nel lontano 1969 e si era usciti da soli 11 anni dallo splendido Sommo Pontificato di Pio XII...).
"Obbedienza" che oggettivamente non fu tale, cioè non fu una virtù, perché essi "obbedirono" ad un ordine papale illegale ed ingiusto, commettendo così, almeno oggettivamente parlando, un grave peccato di servilismo.
Oggi non è più così, molti hanno capito l'inganno anche dopo le molte pessime 'performances' bergogliane e 'Papa Pachamama', come l'ha chiamato qualcuno, stavolta non avrà la vittoria.

Inoltre già anche parecchi vescovi hanno fatto capire che non obbediranno all'assurdo motu proprio T.C., specialmente in Francia e negli Stati Uniti d'America, che sono i Paesi più importanti e significativi per quanto riguarda la S. Messa in Vetus Ordo.
Quindi Papa Bergoglio si è dato, come si suol dire, la classica zappa sui piedi,,,
Sursum corda (in alto i cuori), abbiamo già vinto. Il Signore Gesù e la Madonna sono con noi!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
N.S.dellaGuardia
Natura Tirannica quindi in linea con il resto dell'operato di peron... che esige che tutto sia fatto come vuole lui, e subito, altrimenti strilla e pesta i piedi per terra.