Clicks714
it.news
1

Chiese di nuovo attaccate in Polonia

Dopo che la Corte Costituzionale della Polonia ha approvato una legge migliore sull'aborto, estremisti di sinistra hanno preso questa scusa per attaccare le chiese come durante il decaduto regime comunista.

Ecco gli slogan di odio: "Inferno per le donne", "La Chiesa uccide le donne," "Fan**lo il clero." I credenti hanno fatto la guardia agli ingressi nelle chiese. Un parlamentare di sinistra ha partecipato agli attacchi.

A Toruń (San Giacobbe) i criminali hanno preteso il diritto di uccidere i bambini. A Poznan (Pietro e Paolo) sono comparsi simboli nazisti. Il prete non ha potuto terminare la Messa. A Katowice (Cattedrale) i credenti sono riusciti a prevenire un attacco incendiario.

Il monumento a Giovanni Paolo II a Varsavia è stato imbrattato, quello a Poznan devastato. La polizia ha dovuto usare i gas lacrimogeni.

Lunedì sera, dei criminali a Varsavia (S. Alessandro) hanno tirato ai credenti bottiglie, pietre e oggetti appuntiti causando dei feriti. Dei criminali professionisti hanno bloccato un'ambulanza.

Il codice penale polacco prevede fino a due anni di carcere per la profanazione delle chiese e l'interruzione delle messe.

#newsYavioeegoe

Kiakiar
Io non dico di non aprire gl' occhi sulla triste realtà che ci circonda, di non prenderne atto e di non tenerci informati. Perlomeno pero' , dopo una sfilza di brutte notizie che ci intristiscono cercatene perfavore anche qualcuna bella, o confortante, che ci aiuti a sperare di uscire prima o poi da questo immenso baratro in cui la religione e la società stanno precipitando .