it.news
951

Ladaria sul Sinodo Tedesco: "Tutto da cambiare"

il Sinodo Tedesco considera la morale sessuale Cattolica "non affrancabile", ha osservato il cardinale Ladaria, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, durante la visita «Ad limina» dei vescovi tedeschi (VaticanNews.va, 24 novembre): "Tutto da cambiare".

Ladaria ha proclamato ai tedeschi la verità, cioè che la sessualità umana "non è priva di ambivalenze", e ha espresso il desiderio che il Sinodo Tedesco abbia più fiducia nella "visione" della sessualità che il Magisterium [decadente] ha sviluppato "negli ultimi decenni".

Usando termini iperbolici, Ladaria ha affermato che conservare "il carattere umano che riceve e trasmette la vita" era uno dei grandi "compiti profetici" dei fedeli, in questo tempo "di commercializzazione progressiva dell'esistenza umana".

Il Sinodo, ha detto Ladaria, presenta la Chiesa "come un'organizzazione strutturalmente abusiva" che "deve essere portata sotto il controllo dei sovrintendenti il prima possibile", convinto che la dignità delle donne nella Chiesa "non è rispettata" perché Cristo ha riservato il sacerdozio agli uomini.

In tutto questo, il Sinodo dimentica che il Vaticano II ha detto sui vescovi e sulla successione apostolica.

Non è possibile mettere sullo stesso piano il compito "delicato e decisivo" dei vescovi nella Chiesa e altri uffici ecclesiastici, per esempio "teologi" ed "esperti" in altre scienze, nota Ladaria.

Foto: Ad-Limina © Pressefoto, Deutsche Bischofskonferenz, #newsWkwinxbono