Un'antiabortista a Strasburgo. La maltese Metsola (Ppe) "in pole" per succedere a Sassoli - Secolo d'Italia

mercoledì 12 Gennaio 20:54 - di Redazione

Per quanto inattesa, la morte di David Sassoli non coglie di sorpresa il Parlamento europeo, che dovrà ora procedere all’elezione del nuovo presidente. la sostituzione era infatti già programmata nell’ambito della staffetta tra socialisti e popolari. Vi aveva contribuito poco prima di Natale lo stesso Sassoli annunciando la propria rinuncia («per non spaccare il fronte europeista») a competere per la riconferma. La scadenza è martedì prossimo, quando sul più alto scranno del Parlamento di Strasburgo dovrebbe salire la maltese Roberta Metsola, cattolica, popolare e convinta antiabortista. Posizione, quest’ultima, che impone l’uso del condizionale nonostante i giochi in suo favore sembrino fatti.

Sulla Metsola potrebbe convergere anche l’Eccr

Oltre ai voti del Ppe, Metsola dovrebbe infatti ricevere il sostegno dei Socialisti&Democratici, dei liberali di Renew Europe e dei Verdi. Qui, però, i convincimenti antiabortisti della candidata potrebbero causare molte defezioni. Tante, almeno, da impedire di tagliare il traguardo al primo scrutinio. Su di lei potrebbero tuttavia convergere i Conservatori dell’Eccr, gruppo che comprende anche i Fratelli d’Italia. L’Eccr ha candidato alla presidenza il polacco Kosma Zlotowsky. Una candidatura che gli stessi sostenitori definiscono di bandiera. E questo rafforza l’ipotesi che, dal secondo scrutinio in poi, i voti dei Conservatori e Riformisti convergano sulla Metsola.

- Secolo d'Italia
Francesco I
@Brigate Rozze : è già tanto che questa signora possa sostituire il defunto David Sassoli che invece era abortista.
Brigate Rozze
certamente si, mi chiedo se in quel consesso di demoni sia fattibile
Brigate Rozze
un antiabortista a Bruxelles ci sta come la nutella sul prosciutto. vedremo