03:24
Clicks60
notiziario
1
Nessuna indagine per "incitamento" all'omofobia contro il professor Manfred Hauke La procura di Colonia NON sta indagando il noto sacerdote e mariologo Manfred Hauke per incitamento all'omofobia. …More
Nessuna indagine per "incitamento" all'omofobia contro il professor Manfred Hauke

La procura di Colonia NON sta indagando il noto sacerdote e mariologo Manfred Hauke per incitamento all'omofobia. Hauke è professore di dogmatica alla Facoltà di Teologia di Lugano e membro della seconda commissione di studio di Francesco per studiare il diaconato delle donne. Le accuse contro Hauke provenivano dall'attivista e prete omosessule tedesco Wolfgang Rothe.

Pubblico ministero: i preti omosessuali possono essere chiamati "criminali"

Secondo queste le notizie di stampa, l'accusa ha commentato l'affermazione di Hauke che i preti omosessuali sono - cito - "criminali". Tuttavia, secondo l'accusa, Hauke aveva anche dichiarato che anche i criminali hanno una dignità umana che dovrebbe essere rispettata. Non si poteva provare che Hauke negasse il diritto dei preti omosessuali di vivere come personalità uguali nella comunità statale. Solo quando questo diritto viene negato c'è un attacco alla dignità umana. Citazione del pubblico ministero: "Un attacco ai diritti personali individuali non è ancora sufficiente per questo. Gli insulti, anche le invettive eclatanti e violente, non soddisfano di per sé i requisiti". Conclusione: per il pubblico ministero non ci sono prove di un reato penale da parte di Hauke.

Peggio della legge della chiesa: Dio punirà

Quello che la procura non dice: all'interno della Chiesa, gli atti omosessuali non sono solo peccati gravi che incorrono impenitenti nella dannazione eterna, ma anche crimini canonici per i quali un prete viene punito - oggi solo teoricamente - con i mezzi del diritto penale ecclesiastico.

Oko e Stöhr sono nel giusto e dovrebbero anche ottenerlo

Il contesto del rapporto è un editoriale di Hauke in cui critica la scandalosa decisione del tribunale distrettuale di Colonia di emettere ordini penali contro l'ecclesiastico polacco Dariusz Oko e il caporedattore di Theologisches, l'ecclesiastico Johannes Stör, per aver criticato il clero omosessuale.
In "Theologisches", Oko ha messo in guardia contro la mafia clericale e contro l'omo-ideologia e l'omo-eresia. Hauke ha difeso il testo di Oko come fondamentalmente coraggioso. Le espressioni forti non dovrebbero essere prese fuori dal contesto, ha detto Hauke. Oko e Stöhr hanno fatto ricorso contro gli ordini di pena. È probabile che questi casi vadano in giudizio.
notiziario shares this
15