Join Gloria’s Christmas Campaign. Donate now!
Clicks2.2K

La “voce” del Diavolo: il sinodo sull’Amazzonia non si tocca!

Il veggente di Itapiranga, Edson Glauber, ha raccontato di aver ricevuto un’aggressione da parte del Diavolo, la cui “voce” è drammatica non solo per lo stesso veggente, ma per tutta la Chiesa. Per questo abbiamo deciso di postare l’audio con la trascrizione, raccomandandovi di ascoltare e leggere prima di tutto con prudenza, ma anche spirito critico.

Il sito internet Le cronache di papa Francesco ha pubblicato nei suoi account Spreaker e Youtube
una recente testimonianza del veggente di Itapiranga, Edson Glauber, in cui racconta di un’aggressione fisica da parte del Demonio, veramente drammatica non solo per lo stesso veggente, ma per tutta la Chiesa.

Per questo abbiamo deciso di postare l’audio con la NOSTRA trascrizione, facendo nostra la presentazione de Le cronache di Papa Francesco:

“Riteniamo attendibili le apparizioni mariane di Itapiranga (Brasile): non c’è nulla contro la Dottrina cattolica, le profezie si sono avverate e il veggente è sempre stato obbediente e rispettoso verso la Gerarchia. Per questo, quando abbiamo ricevuto questo audio in cui il veggente Edson Glauber racconta di un’aggressione da parte del Diavolo – furioso perché non vuole che il veggente continuare ad allarmare sui pericoli del sinodo sull’Amazzonia (cliccare qui per capire i motivi perché il diavolo se ne compiace) – abbiamo deciso di condividerlo con voi, raccomandandovi di ascoltarlo con prudenza (la prima delle virtù cardinali), ma anche con spirito critico”.

Noi aggiungiamo solo una “piccola” considerazione: Edson ha tutto da perdere e nulla da guadagnare nel raccontare ciò che gli è accaduto.

CLICCA QUI PER L'AUDIO

«Oggi, mattino presto, il demonio mi ha attaccato.

Sempre dormo nella stanza dei miei genitori, con papà e mamma, perché devo aiutare la mamma quando ha bisogno del mio aiuto.

In una determinata ora del mattino, ho ascoltato una voce… Una persona che mi soffocava per il collo… e mi faceva venire incontro alla maca per soffocarmi.

E lui mi parlava: “Smetti di scrivere quelle cose e di diffonderle, perché stai a rovinare tutte le cose che voglio fare! Non fare questo. Smetti!”.

E mi è venuto in mente che avevo scritto, tradotto le cose che parlano sul sinodo dell’Amazzonia, delle eresie che stanno facendo le persone (i vescovi, i sacerdoti). Io ho pubblicato queste cose su Facebook e nel Blog… mi è venuto in mente quelle cose.

Io ho detto: “No!”. E lui: “Smetterei di fare questo?”. E ho detto: “No”. “Smetterai? Perché non voglio che nessun’anima sia strappata dalle mie grinfie”. Ho detto: “No!”. “Smetti!!!”. Gli ho detto: “No!”. E lui mi soffocava ancora.

Io mi ricordo che guardavo la mamma e il papà in letto che dormivano… E io a soffocare come se una mano, qui, nel collo…

E quella voce…


Quella cosa che mi ha colpito è che quella voce era la voce di papa Francesco. Il Demonio parlava con la voce di papa Francesco.

Io ho preso la mia medaglietta di San Michele Arcangelo che ho nel collo… ho cominciato a baciare con amore San Michele Arcangelo. E baciavo ancora San Michele Arcangelo e subito quella cosa è andata via. E tutto è tornato calmo e tranquillo.

E quando mi sono alzato per andare in panificio… Vado via e mi fermo nell’altare e vedo il quadro della Sacra Famiglia – che Flora mi aveva regalato – era caduto per terra, con la faccia per terra. Questo per me è stato il segno che il Demonio è venuto qui. E che lui, per dispetto, a fare quadro della Sacra Famiglia rimanere con la faccia per terra.

E quando torno dal panificio, l’uomo che abita qui, vicino a casa, ha cominciato a sgridare con me, perché avevo chiesto di togliere la macchina dal parcheggio qui da casa, che dovevo parcheggiare, perché avevano tutte le robe che avevo comperato per fare la colazione per papà e mamma. E lui ha cominciato a sgridare… con me ha fatto un casino! Quasi noi due andavamo a litigare per la strada a pugni.

Ma lui, con gli occhi rossi, ha cominciato a parlare contro la preghiera, contro le persone che veniva a pregare a casa. Ha cominciato a dire tante cose, tante offese. Io ho detto… Lui ha detto: “Chiamerò la polizia!”. “Sì – ho detto –, vai a chiamare. Chiama!”. E lui dopo – penso ha avuto paura – ha tolto la macchina. Ho detto: “Grazie mille”. E ho preso tutte le robe e ho entrato a casa.

È stato un forte attacco.

E questo forse ancora non è finito, perché prima che il Demonio andasse via, anche aveva detto: “Mi pagherai!”.

Allora forse ancora ci sono tutti questi attacchi.


E racconto questo che è successo: aveva la voce di papa Francesco. Ho ascoltato molto bene.

Era il Demonio parlando con la voce di papa Francesco
di dire di smettere di scrivere le cose contro il sinodo dell’Amazzonia. Perché se no stavo a rovinare le sue cose, e lui non vuole perdere nessun’anima.

E questo che vi racconto».


******

Per saperne di più su Itapiranga:

Itapiranga: con la morte di Benedetto XVI il diavolo si scatenerà?
La falsa “chiesa” colpisce ancora? Censurata Itapiranga. Perché?
Itapiranga, San Pietro riconsegna le chiavi al Signore Gesù
Nostra Signora di Itapiranga, Regina del Rosario e della Pace
Nemmeno a me, anzi...
fidelis eternis likes this.
Ovviamente non posso sapere nulla al riguardo. Però che la voce possa essere quella di Bergoglio, ebbene, non mi fa nessuna meraviglia.
mjj75 shares this.
nolimetangere likes this.