Clicks1.3K
it.news
4

Pandemonio: vescovo "conservatore" impone la Comunione nelle mani

I fedeli di San Rafael, Argentina, si sono messi in ginocchio per protestare contro la decisione del vescovo di San Rafael, Eduardo Taussig, di imporre la Comunione nelle mani.

San Rafael è una diocesi eccellente con una reputazione internazionale. Il clero è molto cattolico, i laici cattolici sono molto forti. Taussig è considerato un "conservatore" e non è tra i favoriti di Francesco.

Ma ora, per motivi non chiari, Taussig ha messo tutto il peso della sua autorità in una battaglia personale per la Comunione nelle mani.

Il vescovo ha chiuso temporaneamente una parrocchia di San Rafael che faceva resistenza. I preti che si sono opposti al suo ordine sono stati mandati a casa, tra loro anche il rettore e il vice rettore del seminario.

Taussig ha nominato se stesso nuovo rettore, costringendo i seminaristi a ricevere la Comunione nelle mani, anche se il seminario era stato in condizioni di lockdown dall'inizio della pandemia per il coronavirus. Il portavoce di Taussig ha confermato che questa decisione è stata imposta ai seminaristi per "testare la loro obbedienza".

Ora, Taussig ha tutta la diocesi contro. Negli ultimi giorni, molte persone si sono trovate davanti al seminario dove Taussig risiede chiedendogli di ribaltare la sua decisione.

#newsMnmqhgyjta

Maurizio Muscas
Bravissimi ! Non come i i pseudo cattolici lobotomizzati italiani
Marziale
Forse è ora di iniziare a contare fino a 1290
fidelis eternis
Ma non bisogna resistere fino a 1335?se non ricordo male...
Christoforus78
Ottima prova di Fede