Clicks612
Vaccino per i Sacramenti: scientismo che esautora Dio È l’ANIMA che alimenta e fa vivere la “vita” stessa: “In Lui viviamo, ci moviamo ed esistiamo” (da Atti degli Apostoli cap. 17, 28)! E questa …More
Vaccino per i Sacramenti: scientismo che esautora Dio

È l’ANIMA che alimenta e fa vivere la “vita” stessa: “In Lui viviamo, ci moviamo ed esistiamo” (da Atti degli Apostoli cap. 17, 28)! E questa presenza di Dio sfugge completamente al controllo della scienza perché, pur avendo la nostra vita radici nella natura, è superiore ad essa: è, appunto, nelle mani di Dio! La parabola della vita di ciascuno di noi ha le sue tappe, i suoi traguardi, i suoi arrivi… tutto questo senza confini e perimetri precisi; questi, appartengono a Dio!

Certo, non è facile leggere nella vita di ogni persona il suo vissuto spirituale umano, la sua identità o il suo personalissimo porsi di fronte al significato della vita. Però, a volte succede che il dolore o la fatica possano creare e rinvigorire, dentro ciascuno, la consapevolezza e la percezione del proprio esistere dandogli un significato più profondo: in molti casi, addirittura, a far recuperare il senso di appartenenza a Qualcuno (nemmeno un artista come J-Ax è sfuggito a questo “sentire”: «Con il Covid ho visto la morte da vicino, così ho riscoperto la fede e le preghiere»).

Tale sentire “spacca” l’
auto delirio soci

Tale e ideologico di una vita del tutto autonoma da Dio! E quando questo accade, ecco che subentra un secondo aspetto socialmente scomodo, soprattutto in questi mesi così strani e così “imperativi”, oltre che fortemente ambigui sul concetto di libertà umane: succede cioè che lo Stato non sia più l’unico interlocutore… ma ne subentra qualcun altro: Dio! E questo crea un ostacolo ad ogni “statolatria” in quanto il crescere della coscienza nella persona la rende inevitabilmente più forte, più sensibile, robusta e, quindi, più capace di un pensiero critico!

In questi mesi è stato quasi osceno l’Ossequio riverente a questa modalità autoritaria - anche se apparentemente camuffata di libertà e di bene - che non tiene assolutamente conto della coscienza personale (vedi riferimento al possibile obbligo vaccinale), modalità alla quale molti si sono opposti - non per ideologia politica contraria - bensì perché in contrasto con la loro coscienza a motivo dell’uso di cellule fetali per produrre il “magico siero vaccinale”.

Ma come? La Chiesa che in questi anni ha spalancato le porte a tutti, proprio a tutti (l’elenco sarebbe lunghissimo, perciò evitiamo di specificarlo), non fa accedere alla Santa Messa e alla Confessione chi non ha il vaccino? Ma siamo impazziti? Dov’è finito lo zelo pastorale di chi lascia le novantanove pecore sane per cercare - tra i rovi - la pecora smarrita? Eh, sì, purtroppo! Ci fanno credere che la coscienza sia una dimensione completamente teorica… e invece NO! Tanto è vero che quando una persona decide di cambiare vita in meglio si dice: ha preso coscienza dei suoi errori! A dimostrazione che è la COSCIENZA che motiva il nostro agire!

Termino
con la serena consapevolezza che la coscienza dà un valore nobile e umano ad ogni scelta, compresa quella del vaccinarsi o meno!

lanuovabq.it/…ccino-per-i-sacramenti-scientismo-che-esautora-dio