20 pages

L’invalidità delle consacrazioni episcopali secondo il rito di Paolo VI

E quando vedrete l’abominazione della desolazione, posta là dove non si conviene: chi legge intenda Introduzione Il 18 giugno 2018 cadeva il cinquantesimo anniversario della “promulgazione” della …More
E quando vedrete l’abominazione della desolazione, posta là dove non si conviene: chi legge intenda
Introduzione

Il 18 giugno 2018 cadeva il cinquantesimo anniversario della “promulgazione” della Costituzione Apostolica “Pontificalis Romani Recognitio” da parte di Paolo VI. La costituzione aboliva il rito tradizionale di consacrazione dei vescovi sostituendolo con un prodotto artificiale, un rito senza precedenti nella storia della Chiesa Cattolica Romana. A suo sostegno furono accampate false ragioni di ogni genere.
La più frequente di queste è ancora che il nuovo pontificale è un capolavoro di liturgia orientale tradizionale e dunque un monumento all’ ecumenismo. Per esempio, pochi anni fa lo studioso di liturgia Heinzgerd Brakmann, all’epoca docente all’università di Bonn, in un saggio esaltò il nuovo rito della consacrazione episcopale, benché altrove abbia evidenziato che esso è basato su letteratura pseudo-apostolica e pseudo-epigrafica.
Qualsivoglia comparazione con i riti …More
Per una volta mi sento di concordare con Padre Pasquale. Smettiamola di offendere e usare termini dispregiativi ed offensivi.
padrepasquale likes this.
Istruzione Cattolica likes this.
"pagliaccio e buffone" aggettivi rivolti a papa Francesco. Gloria.tv dovrebbe impedire la pubblicazione di queste parole.
Da un lato lei ha ragione, ma dall'altro non è colpa di chi ha scritto questo articolo se Bergoglio si veste da pagliaccio !
TommasoG likes this.
@padrepasquale Concordo con lei, ma spesso l’irriverenza s’accompagna con appellativi poco gradevoli. E comunque quello che fa il papa può far esultare, ma anche, purtroppo, piangere, ma non certo ridere da pagliacciate!
@padrepascuale : I cani che sono stati colpiti da un tiro di sasso abbaiano sempre.