Join Gloria’s Christmas Campaign. Donate now!
01:43

La Santa del 16 Novembre 2019, Memoria di Santa Margherita di Scozia

preghiamoinsieme Santa Margherita di Scozia Titolo: Regina e vedova Ricorrenza: 16 novembre Tipologia: Memoria facoltativa Margherita, la più giovane di cinque figli, nacque nel 1045 ca., prob…More
preghiamoinsieme Santa Margherita di Scozia
Titolo: Regina e vedova
Ricorrenza: 16 novembre
Tipologia: Memoria facoltativa
Margherita, la più giovane di cinque figli, nacque nel 1045 ca., probabilmente in Ungheria; il padre, Edoardo, erede legittimo al trono, figlio di Edmondo, re del Wessex (1016), si era rifugiato in quel paese per sfuggire alla dominazione danese in Inghilterra e aveva sposato la sorella del re ungherese. Margherita ricevette una buona educazione e sembra aver avuto un discreto senso estetico, dato che apprezzava i bei volumi e i manoscritti, oltre agli abiti eleganti.
Nel 1057 il padre fu richiamato in Inghilterra da Edoardo il Confessore (10421066; 13 ott.), che sperava diventasse suo erede; ma Edoardo, che era più giovane, morì subito dopo il suo arrivo in Inghilterra, aprendo la strada ai normanni. Dopo la conquista, Margherita non era più al sicuro, dato che era una dei pochi membri della famiglia reale anglosassone a rimanere in Inghilterra, perciò …More
Irapuato
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 18,1-8.
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi:
«C'era in una città un giudice, che non temeva Dio e non aveva riguardo per nessuno.
In quella città c'era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: Fammi giustizia contro il mio avversario.
Per un certo tempo egli non voll…More
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 18,1-8.
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi:
«C'era in una città un giudice, che non temeva Dio e non aveva riguardo per nessuno.
In quella città c'era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: Fammi giustizia contro il mio avversario.
Per un certo tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: Anche se non temo Dio e non ho rispetto di nessuno,
poiché questa vedova è così molesta le farò giustizia, perché non venga continuamente a importunarmi».
E il Signore soggiunse: «Avete udito ciò che dice il giudice disonesto.
E Dio non farà giustizia ai suoi eletti che gridano giorno e notte verso di lui, e li farà a lungo aspettare?
Vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell'uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».

Traduzione liturgica della Bibbia

San Josemaría Escrivá de Balaguer (1902-1975)

sacerdote, fondatore
Omelia del 26/03/67 in "È Gesù che passa: omelie"

Pregare sempre
"Pregate incessantemente" (1Te 5,17). Ricordando questo precetto Clemente d'Alessandria dice: "Ci è comandato di lodare e onorare il Verbo, che sappiamo essere il Salvatore e il Re, e il Padre, per mezzo di lui, non in giorni particolari, come altri fanno, ma sempre nella nostra vita e in tutti i modi possibili". Fra le occupazioni della giornata, al momento di vincere la tendenza all'egoismo, quando proviamo la gioia dell'amicizia con gli altri, in tutti questi momenti il cristiano deve trovare Dio. Per Cristo e nello Spirito Santo, il cristiano entra nell'intimità con Dio Padre e percorre il suo cammino cercando il regno che, benché non sia di questo mondo (Gv 18,36), si prepara e comincia già qui. Occorre frequentare Cristo, nella Parola e nel Pane, nell'Eucaristia e nella preghiera. E frequentarlo come si frequenta un amico, un essere reale e vivo come è Cristo, poiché è risorto. (...) Cristo, Cristo risorto, è il compagno, l'Amico. Un compagno che non si lascia vedere che in penombra, ma la cui realtà riempie tutta la vita e ci fa desiderare la sua compagnia definitiva. "Lo Spirito e la sposa dicono: "Vieni!". E chi ascolta ripeta: "Vieni!". Chi ha sete venga; chi vuole attinga gratuitamente l'acqua della vita. (...) Colui che attesta queste cose dice: "Sì, verrò presto!". Amen. Vieni, Signore Gesù!" (Ap 22,17.20)
Ricevere gratuitamen