Come dargli torto?

FLORILEGIO – AFORISMI VARI, UNA RACCOLTA PER RESISTERE NELLA FEDE [PARTE TERZA] PUOI LEGGERE LA PARTE PRIMA QUI: «Io distruggerò la vostra Chiesa», disse Napoleone al card. Consalvi. «Maestà…More
FLORILEGIO – AFORISMI VARI, UNA RACCOLTA PER RESISTERE NELLA FEDE [PARTE TERZA]

PUOI LEGGERE LA PARTE PRIMA QUI:


«Io distruggerò la vostra Chiesa», disse Napoleone al card. Consalvi. «Maestà, sono venti secoli che noi stessi cerchiamo di fare questo e non ci siamo riusciti», rispose il Segretario di Stato di Pio VII.

E LA SECONDA QUI:

Il diavolo una volta disse al Curato d'Ars: «Tu non mangi, non dormi: neanch’io. Ma c’è una cosa che tu puoi fare e io no: amare Dio!»

***

«La tempesta è capace di disperdere i fiori ma non è in grado di danneggiare i semi» (Khalil Gibran - 1883-1931)

«Sono traumatizzato dalla legalizzazione dell’aborto, perché lo considero, come molti, una legalizzazione dell’omicidio. Nei sogni, e nel comportamento quotidiano – cosa comune a tutti gli uomini – io vivo la mia vita prenatale, la mia felice immersione nelle acque materne: so che là io ero esistente» (Pier Paolo Pasolini – 1922-1975 - Scritti corsari, 1975).

«Crediamo che Dio non ascolti le nostre domande. In realtà, siamo noi che non ascoltiamo le sue risposte» (François Mauriac – 1885-1970)

«Tutto quello che è vero, nobile, giusto, puro, amabile, onorato, quello che è virtù e merita lode, tutto questo sia oggetto dei vostri pensieri» (San Paolo)

«Non posso temere un Dio che per me si è fatto così piccolo! (...) Io Lo amo! Infatti, Egli non è che Amore e Misericordia!» (Santa Teresa di Lisieux – 1873-1897)

«Voi cattolici, mi obiettano gli amici “liberi pensatori”, siete chiusi nella gabbia del cattolicesimo. E io rispondo che è vero: il cattolico è prigioniero della sua Chiesa come l’uccello è prigioniero del cielo» (Julian Green – 1900-1998)

«L’uomo propone e Dio si indispone» (Marcello Marchesi – 1912-1978)

«Vidi con assoluta sicurezza… che Dio prima ancora di crearci ci ha amati, di un amore che non è mai venuto meno, né mai svanirà. E in questo amore Egli ha fatto tutte le sue opere, e in questo amore Egli ha fatto in modo che tutte le cose risultino utili per noi, e in questo amore la nostra vita dura per sempre… In questo amore noi abbiamo il nostro principio, e tutto questo noi lo vedremo in Dio senza fine» (Giuliana di Norwich – 1342-1430 ca. Il libro delle rivelazioni, cap. 86, p. 320).

«Adorare il Dio di Gesù Cristo, fattosi pane spezzato per amore, è il rimedio più valido e radicale contro le idolatrie di ieri e di oggi. Inginocchiarsi davanti all’Eucaristia è professione di libertà: chi si inchina a Gesù non può e non deve prostrarsi davanti a nessun potere terreno, per quanto forte» (Papa Benedetto XVI)

«Il motivo per cui la Chiesa ha posto il Credo dopo l’omelia è per invitarci a credere nonostante ciò che abbiamo ascoltato». (Card. Tomáš Špidlik – 1919-2010)

«Gli dissero: “Padrone, non hai seminato del buon seme nel tuo campo? Da dove viene dunque la zizzania?” Ed egli rispose loro: “Un nemico ha fatto questo… il nemico che l’ha seminata è il diavolo”». (Mt. 13, 27-28. 39)

«Satana è come un tessitore, fa la sua tela con i fili che tu gli porti» (Beata Teodora alle Monache)

«L’aspetto più terrificante del totalitarismo non sono le sue “atrocità”, ma il fatto che esso attacca il concetto di verità oggettiva». (George Orwell – 1903-1950, Romanzi e saggi, Meridiani Mondadori, Milano 2000)

«Ho sempre prestato la deferenza voluta e corretta agli imperatori, ma le cose di Dio non sono cose mie, non sono cose dell’imperatore, sono cose di Dio e devo rispettare e difendere quanto è di Dio». (Sant’Ambrogio – 339-340 - 397)

«Impia mens odit etiam ipsum intellectum» La mente empia disdegna perfino lo stesso intendere. (Sant’Agostino – 354-430 Serm. 156, 1)

«I paladini cattolici dell’ecumenismo vogliono l’unità tra le Chiese, ma spesso non vogliono l’unità nella Chiesa. Desiderano abbracciare tutti, ma “fuori”, mentre scomunicano lanciando l’interdetto: “conservatore!”, “integrista!” quelli di “dentro” che non gli stanno simpatici». (Louis Bouyer – 1913-2004)

«In necessariis unitas, in dubiis libertas, in omnibus caritas» Unità nelle cose necessarie, libertà in quelle dubbie, carità in tutte. (Sant’Agostino – 354-430)

«La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c’è niente che funzioni… e nessuno sa il perché!» (Albert Einstein – 1879-1955)

«Sono i santi coloro che cambiano il mondo in meglio, lo trasformano in modo duraturo, immettendo le energie che solo l’amore ispirato dal Vangelo può suscitare. I santi sono i grandi benefattori dell’umanità!» (Papa Benedetto XVI - Udienza Generale del 15 settembre 2010)

«Che io Ti cerchi desiderandoti, che io Ti desideri cercandoti, che io Ti trovi amandoti, che io Ti ami trovandoti». (Sant’Anselmo d’Aosta – 1033/1034-1109)

«Le parole insegnano, gli esempi trascinano. Solo i fatti danno credibilità alle parole». (Sant’Agostino – 354-430)

«[Dio] concedimi, ti prego, una volontà che ti cerchi, una sapienza che ti trovi, una vita che ti piaccia, una perseveranza che ti attenda con fiducia e una fiducia che alla fine giunga a possederti». (Tommaso d’Aquino – 1225-1274)

«Il cattolicesimo democratico fa quello che il socialismo non potrebbe fare: amalgama, ordina, vivifica e si suicida… Non vorranno più Pastori per autorità, ma comprenderanno di muoversi per impulso proprio: uomini che spezzano gli idoli, che decapitano Dio». (Antonio Gramsci – 1891-1937- Ordine Nuovo 1919-20, Cap. 86 pag. 273)

«Soltanto colui che si arrabbia senza motivo è colpevole; chi si adira per un motivo giusto non incorre in nessuna colpa. Poiché, se mancasse la collera, non progredirebbe la conoscenza di Dio, i giudizi non avrebbero consistenza ed i crimini non sarebbero repressi. Ed ancor più: chi non si incollerisce quando lo esige la ragione, commette un peccato grave, poiché la pazienza non regolata dalla ragione propaga i vizi, favorisce le negligenze e porta al male, non soltanto i cattivi ma, soprattutto, i buoni». (San Giovanni Crisostomo – 349-407)

«La pastorale non è l’arte del compromesso e del cedimento: è l’arte della cura delle anime nella verità». (Giuseppe Siri – 1906-1989)

«Due città nacquero da due amori; la terra dall’amore di sé fino al disprezzo di Dio, la celeste dall’amore di Dio fino al disprezzo di sé» (Sant’Agostino – 354-430)

«Spesso ci preoccupiamo affannosamente delle conseguenze sociali, culturali e politiche della fede, dando per scontato che questa fede ci sia, ciò che purtroppo è sempre meno realista. Si è messa una fiducia forse eccessiva nelle strutture e nei programmi ecclesiali, nella distribuzione di poteri e di funzioni; ma che cosa accadrà se il sale diventa insipido?» (Papa Benedetto XVI, Lisbona 11 maggio 2010)

«La fortezza cristiana comporta non solo la pratica del bene, ma anche la pazienza di fronte al male» (Sant’Agostino – 354-430- Sermo 46, 13)

«“Vedete, Pietro dorme, Giuda è sveglio”. Questa è una cosa che ci fa pensare: la sonnolenza dei buoni. Papa Pio XI [1857–1939] ha detto: “il problema grande del nostro tempo non sono le forze negative, è la sonnolenza dei buoni”. “Vegliate”: meditiamo questa cosa, e pensiamo che il Signore nell’Orto degli Ulivi per due volte ha detto ai suoi apostoli: “Vegliate!”, ed essi dormono. “Vegliate”, dice a noi; cerchiamo di non dormire in questo tempo, ma di essere realmente pronti per la volontà di Dio e per la presenza della sua Parola, del suo Regno» (Papa Benedetto XVI – 10 marzo 2011)
Paolo di Tarso and one more user like this.
Paolo di Tarso likes this.
Stat Crux
Profonda e gustosa questa del Cardinal Špidlík
alda luisa corsini and one more user like this.
alda luisa corsini likes this.
Tempi di Maria likes this.