Ho scritto al mio parroco

Don A.... Mi sembra di aver percepito che per lei e altri nella chiesa il segno di discernimento basilare da seguire, è se ciò che viene affermato e il comportamento di qualcuno nella Chiesa porti …
@Massimo. Condivido quanto lei ha scritto, in particolare, fondamentale, che si è uniti quando si è "in Cristo" come tralci alla vite o membra del Suo Corpo. E' Lui che ci rende partecipi dell'unità fra Lui e il Padre. Purtroppo anche tra i Pastori è subentrato, ed è gravissimo, il concetto che si è uniti quando si è tutti d'accordo e in buona armonia, sostituendo al criterio della loro …More
@Massimo. Condivido quanto lei ha scritto, in particolare, fondamentale, che si è uniti quando si è "in Cristo" come tralci alla vite o membra del Suo Corpo. E' Lui che ci rende partecipi dell'unità fra Lui e il Padre. Purtroppo anche tra i Pastori è subentrato, ed è gravissimo, il concetto che si è uniti quando si è tutti d'accordo e in buona armonia, sostituendo al criterio della loro comunione in Cristo il criterio della comunione fra loro a maggioranza democratica. Un grave esempio è avvenuto quando, interpellato dai Vescovi tedeschi sull'importante argomento dell'intercomunione, il Papa ha risposto di consultarsi tra loro e di decidere possibilmente all'unanimità. Purtroppo il Papa troppo spesso squalifica la dottrina (della quale non comprende il vero valore) con la conseguenza di lasciare all'arbitrio personale. Per fortuna che le sue opinioni personali non hanno il valore magisteriale infallibile quanto invece il Catechismo e il Magistero dei Papi precedenti.
Massimo M.I. likes this.
polos likes this.
Voglio precisare che lo scritto mi è venuto di Getto dopo aver pregato e chiesto aiuto al Signore, perché sentivo la responsabilità di aiutare il sac. È stato molto incoraggiante la lettura liturgica, mi sembrava per me: " Sap, 2. 12 Tendiamo insidie al giusto, perché ci è di imbarazzo
ed è contrario alle nostre azioni;
ci rimprovera le trasgressioni della legge
e ci rinfaccia le mancanze
contro…More
Voglio precisare che lo scritto mi è venuto di Getto dopo aver pregato e chiesto aiuto al Signore, perché sentivo la responsabilità di aiutare il sac. È stato molto incoraggiante la lettura liturgica, mi sembrava per me: " Sap, 2. 12 Tendiamo insidie al giusto, perché ci è di imbarazzo
ed è contrario alle nostre azioni;
ci rimprovera le trasgressioni della legge
e ci rinfaccia le mancanze
contro l'educazione da noi ricevuta.
13 Proclama di possedere la conoscenza di Dio
e si dichiara figlio del Signore.
14 È diventato per noi una condanna dei nostri sentimenti;
ci è insopportabile solo al vederlo,
15 perché la sua vita è diversa da quella degli altri,
e del tutto diverse sono le sue strade.
16 Moneta falsa siam da lui considerati,
schiva le nostre abitudini come immondezze.
Proclama beata la fine dei giusti
e si vanta di aver Dio per padre.
17 Vediamo se le sue parole sono vere;
proviamo ciò che gli accadrà alla fine.
18 Se il giusto è figlio di Dio, egli l'assisterà,
e lo libererà dalle mani dei suoi avversari.
19 Mettiamolo alla prova con insulti e tormenti,
per conoscere la mitezza del suo carattere
e saggiare la sua rassegnazione.
20 Condanniamolo a una morte infame,
perché secondo le sue parole il soccorso gli verrà».
21 La pensano così, ma si sbagliano;
la loro malizia li ha accecati.
22 Non conoscono i segreti di Dio;
non sperano salario per la santità
né credono alla ricompensa delle anime pure.
Bravo Massimo, temo che dovrò dire così anch'io al mio parroco, visto che glissa, dribbla sempre le mie domande, i dubbi che gli espongo riguardo alle blasfeme, eretiche ed apostatiche uscite di Bergoglio, Bassettti, Parolin, e tutta la coorte bergogliana, limitandosi a dire di stare uniti strettamente a Nostro Signore, ma non avendo il coraggio di dire una sola parola contro questa gerarchia …More
Bravo Massimo, temo che dovrò dire così anch'io al mio parroco, visto che glissa, dribbla sempre le mie domande, i dubbi che gli espongo riguardo alle blasfeme, eretiche ed apostatiche uscite di Bergoglio, Bassettti, Parolin, e tutta la coorte bergogliana, limitandosi a dire di stare uniti strettamente a Nostro Signore, ma non avendo il coraggio di dire una sola parola contro questa gerarchia traditrice. E come lui sono quasi tutti i parroci, curati, coadiutori, diaconi, ecc. Tutti con la bocca cucita, la testa girata dall'altra parte, pronti a dare dei fanatici, integralisti e divisivi a noi, mica a quegli anticristi che ci tiranneggiano e depistano ormai da 60 anni ! che ce ne facciamo di un clero così?
fidelis eternis likes this.
Spero che pubblicherai l'eventuale risposta... anche se dubito che il tuo parroco lo farà.
Sono convinto che abbia cestinato il tuo scritto al primo capoverso.
Alla faccia del "poliedro"
Fatima. likes this.