lamprotes
lamprotes

Schneider: Francesco rompe con il Cattolicesimo, i suoi predecessori sono l'esempio

Oramai è talmente palese che da una certa data in poi il Vaticano è stato okkupato, che bisogna essere ciechi per non accorgersene...
lamprotes

Dicastero per le Comunicazioni: frustrazione su Francesco

L'argentino delle pampas, alfiere dei diritti degli immigrati, è il primo a calpestare l'attenzione verso le persone, vedo!
lamprotes

Vaticano: concesso "annullamento" a star dubbia

In certi luoghi si ottiene tutto. Basta pagare!
lamprotes

Niente benevolenza: cardinale di Vienna dà del bugiardo a Trump

Certi chierici sono i peggiori distruttori!
lamprotes

La scoperta del Titolo della Bibbia | Il Ritardo Svelato

Detto e affermato così è un puro controsenso teologico poiché in Dio non esiste alcun tempo ma tutto è un eterno presente. Il tempo è quanto contraddistingue la creazione dove, appunto, si crea. Ma se una entità è creata, allora c'è un momento in cui non esisteva e questo collide ancora una volta con la definizione di Dio. Quindi la frase come sta, se l'abbiamo capita e tradotta bene, è un puro …More
Detto e affermato così è un puro controsenso teologico poiché in Dio non esiste alcun tempo ma tutto è un eterno presente. Il tempo è quanto contraddistingue la creazione dove, appunto, si crea. Ma se una entità è creata, allora c'è un momento in cui non esisteva e questo collide ancora una volta con la definizione di Dio. Quindi la frase come sta, se l'abbiamo capita e tradotta bene, è un puro controsenso teologico, da qualsiasi parte la si giri o volti.
lamprotes

La scoperta del Titolo della Bibbia | Il Ritardo Svelato

" Nella testa Dio creò se stesso". Se al posto di "creò" si pone il verbo "generò" (e qui ci passa tutta la differenza tra la creazione delle creature e la generazione divina di cui non sappiamo nulla), la frase si può accettare ma, a questo punto, in questa frase si contempla la generazione di Cristo, in quanto Dio e seconda Persona trinitaria. Di conseguenza, in quella frase, sarebbe nascosta …More
" Nella testa Dio creò se stesso". Se al posto di "creò" si pone il verbo "generò" (e qui ci passa tutta la differenza tra la creazione delle creature e la generazione divina di cui non sappiamo nulla), la frase si può accettare ma, a questo punto, in questa frase si contempla la generazione di Cristo, in quanto Dio e seconda Persona trinitaria. Di conseguenza, in quella frase, sarebbe nascosta addirittura la seconda Persona, Cristo stesso, che gli ebrei rinnegano aspettandone inutilmente un altro.
La traduzione corretta, dunque, sarebbe: "Nella [sua] mente Dio [Padre] generò se stesso [eternamente nel Figlio]".
lamprotes

La scoperta del Titolo della Bibbia | Il Ritardo Svelato

Quando si accenna a Dio non ci sono spazi per fare papocchi di parole! La teologia patristica è chiara: la Rivelazione non ci spiega il mistero divino perché la nostra mente non potrà mai afferrarlo ma ci fa attenere a riferimenti simbolici imprescindibili senza i quali non si è cristiani. Un riferimento-base è la divisione della realtà tra increato (Dio) e creato (tutto ciò che Dio ha fatto, …More
Quando si accenna a Dio non ci sono spazi per fare papocchi di parole! La teologia patristica è chiara: la Rivelazione non ci spiega il mistero divino perché la nostra mente non potrà mai afferrarlo ma ci fa attenere a riferimenti simbolici imprescindibili senza i quali non si è cristiani. Un riferimento-base è la divisione della realtà tra increato (Dio) e creato (tutto ciò che Dio ha fatto, opera delle sue dita). Le due realtà non si possono confondere! Dunque, Dio non "crea se stesso" ma è e rimane "ab aeterno". Cosa significa questo rimanere "ab aeterno" in dettaglio non ci è dato saperlo ma ci è dato crederlo, altrimenti Dio non è Dio e diviene creatura. E qui non si può giocare con i termini confondendo le menti altrimenti si fa di Dio un idolo, cosa oggigiorno normale, ahimé!
lamprotes

La scoperta del Titolo della Bibbia | Il Ritardo Svelato

Scusa, Paolo, tu puoi essere in disaccordo ma non tieni conto di una base essenziale della dogmatica cristiana, senza la quale semplicemente non si è cristiani! Cristo è sempre esistito, in quanto Dio e seconda persona Trinitaria. In quanto Dio, Cristo è "ab aeterno", ossia increato, non essendo una creatura.
In quanto uomo (perché "nella pienezza del tempo" l'eterno Cristo ha assunto la natur…More
Scusa, Paolo, tu puoi essere in disaccordo ma non tieni conto di una base essenziale della dogmatica cristiana, senza la quale semplicemente non si è cristiani! Cristo è sempre esistito, in quanto Dio e seconda persona Trinitaria. In quanto Dio, Cristo è "ab aeterno", ossia increato, non essendo una creatura.
In quanto uomo (perché "nella pienezza del tempo" l'eterno Cristo ha assunto la natura umana nascondendo la sua divinità nel velo della carne, come dicono i Padri), Cristo è nato dalla Vergine.
Tu confondi il piano increato-eterno con quello creaturale ma non sei il solo a farlo. In genere tutta la teologia attuale lo fa ma è un errore fondamentale che poi non ci fa capire perché, nel Credo, di Cristo si dice "generato non creato"! E, infatti, coerentemente a questa ignoranza, ci sono chierici che aboliscono il Credo perché non lo capiscono. Noi non sappiamo e non sapremo cosa sia la "generazione" di Dio, ma non è la "creazione", cosa di cui facciamo esperienza essendo creature.
lamprotes

La scoperta del Titolo della Bibbia | Il Ritardo Svelato

La decompressione della prima frase del testo biblico con la quale si traduce "In principio Dio creò se stesso", può affascinare qualcuno, forse, ma può suggerire che Dio ha fatto di se stesso una "creatura", ossia una realtà creata come può essere l'uomo che ha, dunque, un inizio prima nel quale non esisteva. Questo, riguardo a Dio, è teologicamente insostenibile. Di Cristo, in quanto Dio, il …More
La decompressione della prima frase del testo biblico con la quale si traduce "In principio Dio creò se stesso", può affascinare qualcuno, forse, ma può suggerire che Dio ha fatto di se stesso una "creatura", ossia una realtà creata come può essere l'uomo che ha, dunque, un inizio prima nel quale non esisteva. Questo, riguardo a Dio, è teologicamente insostenibile. Di Cristo, in quanto Dio, il Credo dice "generato, non creato", indicando con ciò che la seconda Persona trinitaria viene "generata" ab aeterno, non creata come fosse una creatura. Cosa significhi "generato" non ci è dato e non ci sarà mai dato di saperlo, essendo un mistero intratrinitario. Sappiamo solo cosa significhi "creato", essendo alla portata della nostra esperienza. I due termini, perciò, non si possono né mai si devono confondere.
lamprotes

Invito a caso? Omosessuale partecipa ad Eucarestia privata di Francesco

Il Manipolatore di Dio....
lamprotes

Invito a caso? Omosessuale partecipa ad Eucarestia privata di Francesco

... innamorato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
lamprotes

“Il Papa non indossa la mascherina.”

Chi decreta la scomunica all'Autoscomunicato?
lamprotes

Pronto... c'è nessuno?

Finalmente!
lamprotes

Francesco: battesimo o meno, fa lo stesso

Si muove sempre sul crinale dell'ambiguità, facendo credere una cosa ma, allo stesso tempo, potendosi giustificare che non è quello che gli altri hanno creduto. E' un procedimento che nasce da una volontà d'inganno e, in questo caso, tocca proprio il nucleo stesso della fede, la porta attraverso la quale si partecipa alla salvezza redentiva: il battesimo. Essere ambigui su quest'argomento …More
Si muove sempre sul crinale dell'ambiguità, facendo credere una cosa ma, allo stesso tempo, potendosi giustificare che non è quello che gli altri hanno creduto. E' un procedimento che nasce da una volontà d'inganno e, in questo caso, tocca proprio il nucleo stesso della fede, la porta attraverso la quale si partecipa alla salvezza redentiva: il battesimo. Essere ambigui su quest'argomento lasciando intendere eresie, significa, alla fine, essere eretici perché si favorisce l'eresia a scapito della verità.
lamprotes

Francesco: battesimo o meno, fa lo stesso

Più che eretico, come da tempo si va dicendo!!!
lamprotes

Francesco: lettrici come "sviluppo dottrinale" e risultato finale del Sinodo per l'Amazzonia

L'ho spiegato altrove: è l'elevazione del laicato con il contemporaneo abbassamento del sacerdozio (che si deve implicare nelle cose mondane, non nel sacro). Anche questo fa parte di un'ulteriore fase di protestantizzazione del Cattolicesimo e, in quanto tale, non c'è nessun sviluppo dottrinale ma, semmai, deviazione dottrinale verso un'altra identità.
Chi si ferma ad una semplice questione di "…More
L'ho spiegato altrove: è l'elevazione del laicato con il contemporaneo abbassamento del sacerdozio (che si deve implicare nelle cose mondane, non nel sacro). Anche questo fa parte di un'ulteriore fase di protestantizzazione del Cattolicesimo e, in quanto tale, non c'è nessun sviluppo dottrinale ma, semmai, deviazione dottrinale verso un'altra identità.
Chi si ferma ad una semplice questione di "ruolo delle donne" non ha ancora capito dove va tutto questo cambiamento. Come altrove dico: si tratta di un'altra chiesa e bisogna farsene una ragione. Il fetente inganno non è tanto farlo (oramai si fa di tutto!) ma presentarlo come cosa normale mentre normale non è, come "sviluppo" mentre è "deviazione", come "progresso" mentre è "evasione" da quella che è la tradizione cattolica la quale vede nella Messa nel suo insieme un'opera sacerdotale, quindi esclusiva di chi partecipa agli ordini sacri. Questa è la regola che non può essere oscurata. Mentre i chierichetti (maschi) potenzialmente possono partecipare in futuro a quegli ordini (e sono ammessi al servizio dell'altare) le ragazzine no (ragion per cui non sono ammesse). Fine del discorso (che chi lo definisce sessista è ignorante).
lamprotes

Francesco modifica la Legge Canonica e apre alle donne lettrici e accolite

... poi non dimentichi che i governi mondiali hanno grande attenzione su qualsiasi istituzione possa influenzare le persone, chiese comprese, e, se possono, pilotano le cose a loro favore. E' sempre stato così e bisogna essere incredibilmente ingenui per non crederlo.