Clicks1.8K

Ex massone spiega le seduzioni moderne del demonio e svela un agghiacciante documento massonico!

Il dottor Cesare Ghinelli, Primario di Chirurgia Pediatrica a Parma, ora cattolico fervente e convertito, in passato ha fatto parte per diverso tempo della loggia massonica del Grande Oriente d'…More
Il dottor Cesare Ghinelli, Primario di Chirurgia Pediatrica a Parma, ora cattolico fervente e convertito, in passato ha fatto parte per diverso tempo della loggia massonica del Grande Oriente d'Italia. Ora si occupa di denunciare il male in tutte le sue forme in favore della Verità di Cristo.

Nel suo snello opuscolo Le seduzioni moderne del demonio (Fede & Cultura, Verona 2015) mette opportunamente in luce, con dovizia di documentazione, le atroci seduzioni moderne del demonio; filosofie e religioni orientali, tecniche e medicine alternative, mistificazioni e inganni miranti alla distruzione del cristianesimo, come previsto nei diabolici piani della massoneria e dei rosacroce.

Agghiacciante è il documento massonico riportato dall’autore (Informazione 95), che elenca i successi nel distruggere la fede e la Chiesa, mentre segnala come difficoltà ancora da superare persone e movimenti che attirano molta gente e i luoghi di apparizione come Medjugorje, che viene esplicitamente nominata come un grave ostacolo dai satanisti; mentre, fra gli obiettivi ancora da realizzare, questi satanisti, che si vantano di poter già occupare il vertice di potere dentro la Chiesa, enumerano: annullare la dimensione verticale di ogni forma di preghiera, distruggere e svuotare i dogmi, conseguire l’antropocentrismo, relativizzare la morale, “liberalizzare” il sesso, introdurre il sacerdozio femminile e i preti sposati, eliminare la Messa (pp. 7-10).

Da questa brodaglia di satana, nemica di Medjugorje, scaturisce la New Age, all’insegna del sincretismo buonista (niente supera il demonio in buonismo, finché non vi ha tra le grinfie), che dilaga in tutto il deragliato Occidente, con mercati e negozi degli articoli più eterogenei per le attività esoteriche (ossia demoniache): cristalli, profumi, fiori, erbe, oggetti per pratiche magiche, manuali per l’autoguarigione, cassette audio e video, medicine omeopatiche e compagnia cantante. Alla New Age fa riferimento un verminoso proliferare di movimenti d’ogni genere, dall’ambientalismo al femminismo, dall’omocrazia al veganesimo.

Le medicine “alternative” sono innumerevoli: omeopatia, medicina ayurvedica, medicina antroposofica, agopuntura, cristalloterapia, iridologia, magnetoterapia, pranoterapia, radioterapia, bioenergetica, shiatsu, reiki. Sono spesso unite a pratiche orientali come ginnastica yoga e meditazione trascendentale.

Ogni seria investigazione scientifica su tale roba ha avuto esito disastroso per i ciarlatani: l’American Department of Health ha stanziato migliaia di dollari per studiare i pranoterapeuti, una categoria che si dice ricca di energia curativa. Attratti dalla forte somma offerta, 80.000 pranoterapeuti accettarono di sottoporsi all’investigazione, solo per prendere il largo appena appreso in che modo approfondito sarebbero stati esaminati. Solo otto si sottoposero agli esami, dai quali risultò che non emettevano nessuna energia, né elettrica, né magnetica, né radiante, né altra di alcun genere.

L’autore esamina in particolare l’omeopatia, inventata da Christian Friedrich Samuel Hahnemann (Meissen, 1755 – Parigi, 1834), ciarlatano massone che enunciò una serie di principi che altro non sono se non sciocchezze e vaneggiamenti, come il precetto di non curare altro che i sintomi, curare “le cose simili con cose simili”, diluire al massimo fino a che dei “preparati” non resta che acqua. Tali idee, riferisce lo stesso Hahnemann, gli furono suggerite da spiriti durante una seduta spiritica, cioè satanica. Infatti dev’essere ben chiaro che l’aldilà si manifesta, molto di rado, solo ai veri mistici, che sono persone umili le quali non cercano alcuna comunicazione, ma sono scelti dal Cielo per una qualche missione (di solito per invitare alla preghiera e alla conversione). Invece chi tenta, con somma arroganza, di forzare la comunicazione per acquisire conoscenze e potere mediante lo spiritismo non fa che stuzzicare il demonio e aprire “porte” che vanno lasciate ben chiuse.


Fonte:

pierovassallo.blogspot.com/…/le-seduzioni-mo…

***

APPROFONDIMENTO

Più i giovani abbandonano il cristianesimo, più aumenta la stregoneria.
Messa così, l’equazione apparirà a tanti semplicistica ed anche un po’ bigotta. Eppure era esattamente questo che titolava non un periferico bollettino parrocchiale, bensì il laicissimo Newsweek in un articolo di novembre riproposto nelle scorse ore sulla pagina Facebook del settimanale. Per quale motivo, ci si potrebbe chiedere, la stampa non religiosa e neppure sospettabile di simpatie conservatrici inizia ad occuparsi in questo modo, con toni cioè abbastanza preoccupati, del fenomeno stregoneria? Per una ragione semplice, e cioè l’aumento esponenziale di questa forma di religiosità, antica e nuova al contempo.

Basti pensare che nel 1990, negli Stati Uniti, le streghe Wicca, quelle cioè che si identificavano nella galassia del neopaganesimo, erano – a detta di uno studio del Trinity College – circa 8.000. Non pochissime, si potrebbe osservare. Peccato però che nel 2008 risultassero 340.000 e, nel 2018, siano addirittura quadruplicate. Con il risultato, secondo la Catholic News Agency, che oggi questo culto interessa da 1 a 1,5 milioni di persone. Numeri impressionanti se si pensa, tanto per fare un esempio, in totale i presbiteriani praticanti ammontano a 1,4 milioni.

Non solo. Va precisato come negli Stati Uniti esistano persone avvicinatesi al mondo della stregoneria le quali, però, rigettano l’etichetta neopagana, perché la considerano limitante o perché, semplicemente, si riconoscono in una spiritualità individualista. Questo significa che, per quanto i dati del Pew Research Centerstimino in appena lo 0,4 percento la popolazione Usa aderente alla fede Wicca, è possibile che le streghe e simpatizzanti possano essere anche più di 1,5 milioni. E l’Italia? Pure nel nostro Paese questa tendenza religiosa ha attecchito, anche se le stime più affidabili, come quella del Centro studi sulle nuove religioni, risultano caute e parlano di appena, si fa per dire, 3.000 wiccan, soprattutto donne e nel nord Italia.

D’accordo, ma come si spiega questo macabro dilagare di culti legati alla stregoneria? Date le dimensioni e la crescita del fenomeno, la curiosità appare più che lecita. Secondo il pensiero di diversi osservatori - al quale, come si è visto, si accoda l’insospettabile Newsweek - il successo dell’occulto e dei suoi giovani adepti, se a lato pratico è favorito soprattutto dalla Rete e dai social network, in una prospettiva più generale è inquadrabile come diretta conseguenza dell’allontanamento, in particolare quello giovanile, dalla fede cristiana. Dunque l’equazione d’apertura ha una sua plausibilità, se non altro perché il bisogno religioso di chi si allontana da un determinato credo – essendo esso qualcosa di connaturato all’essere umano – solo da un nuovo credo può essere soddisfatto.

In questo senso, sarebbe il caso che nel mondo cattolico la si smettesse d’immaginare la vita delle persone divisa in caricaturali dicotomie, come se per esempio si dovesse scegliere tra l’«andare in Chiesa» o il «vivere da atei», e s’iniziasse a ragionare sulla pericolosità di questi nuovi culti. Perché, nell’ambito di un mercato religioso ben più vivace di qualche tempo addietro - per usare una categoria cara al sociologo della religione Rodney Stark -, accade che, nella misura in cui una determinata religione trascura di fare proselitismo, accade un fatto molto semplice: si fanno avanti altri culti. Come la Wicca. Il bisogno religioso, infatti, non sopporta vuoti. Una verità elementare, ma che purtroppo oggi pare sfuggire anche a tanti pastori.

Fonte:

lanuovabq.it/it/tremate-le-stre…
DanielaGiarla and one more user like this.
DanielaGiarla likes this.
tyrondavid likes this.
Sottoscrivo ogni parola. Tutte le medicine alternative hanno natura demoniaca. Anche l'agopuntura.
Le prime vittime sono i medici stessi che, in qualche modo, vengono arruolati in questo piccolo esercito. Quando le terapie alternative funzionano (e accade!) c'è da avere molta paura.
Tempi di Maria likes this.
Antonietta Capone and one more user like this.
Antonietta Capone likes this.
Stella cometa likes this.