Clicks1.6K

Appello di Don Minutella a Bergoglio

Giuseppe Di Tullio
157
Le verità nascoste
Diodoro
@Acchiappaladri Don Alessandro è un caro giovane (rispetto a lei e a me). E non trova plausibile, rimane intimamente sbalordito, del fatto che NESSUN Sacerdote dica con semplicità e chiarezza "È stata fatta un'elezione non valida".
Possiamo agevolmente notare che tale affermazione -oltre che palesemente vera- sarebbe molto, molto meno traumatica e "grave" dei continui tentativi di "aggiustamento…More
@Acchiappaladri Don Alessandro è un caro giovane (rispetto a lei e a me). E non trova plausibile, rimane intimamente sbalordito, del fatto che NESSUN Sacerdote dica con semplicità e chiarezza "È stata fatta un'elezione non valida".
Possiamo agevolmente notare che tale affermazione -oltre che palesemente vera- sarebbe molto, molto meno traumatica e "grave" dei continui tentativi di "aggiustamento e richiamo" del tipo "Il Papa dovrebbe capire che sta sbagliando... Se continua su questa strada più nessuno andrà in chiesa..." e simili. Per fare un esempio, mi rifiuto di leggere l'ennesimo articolo di don Bux sugli sbandamenti dell'attuale leadership.
Acchiappaladri
Sì, dalla sua attività via internet negli ultimi tre anni (direi che fu nel 2016 che casualmente su Youtube trovai qualche video dell'allora parroco in quella periferia palermitana) appare un progressivo stupore di don Minutella (e una sua lenta evoluzione della comprensione di che cosa è avvenuto dalla fine del 2012 e nel mezzo secolo precedente con i vari tentativi, più o meno efficacemente …More
Sì, dalla sua attività via internet negli ultimi tre anni (direi che fu nel 2016 che casualmente su Youtube trovai qualche video dell'allora parroco in quella periferia palermitana) appare un progressivo stupore di don Minutella (e una sua lenta evoluzione della comprensione di che cosa è avvenuto dalla fine del 2012 e nel mezzo secolo precedente con i vari tentativi, più o meno efficacemente contrastati dalle passate gerarchie cattoliche, espliciti e/o subdoli degli eretici massonico-modernisti di impadronirsi del governo terreno della barca di Pietro) che plateali violazioni pratiche della Fede (ovviamente quella cattolica) non venissero con la chiarezza e il coraggio evangelici stigmatizzate e corrette dalle alte autorità cattoliche, con l'accompagnamento in Italia di una concorde azione pastorale di centinaia di preti a conferma della dottrina cattolica come da Catechismo.

Io interpreto quelle settimane di improvviso, sorprendente e apparentemente inspiegabile ritiro di don Minutella dal suo apostolato (con tanto di pubbliche scuse per iscritto ai fedeli che lo avevano già preso come riferimento pastorale in questa confusa congiuntura ecclesiale) intorno a Pasqua 2018 col timore di essersi mosso un po' "troppo presto" e un po' "troppo rumorosamente", "rubando il mestiere" a cardinali e vescovi cattolici.
Poi constatando che anche le poche eminenze ed eccellenze che nei due anni precedenti avevano pubblicamente riaffermato la loro fede nella immutabile Rivelazione e la loro richiesta di chiarimento e correzione della "confusione", hanno pubblicamente fatto un passo indietro ribadendo di ritenere senza alcun dubbio Francesco il valido papa e, lasciando la patata bollente nelle mani dei laici cattolici, ribadendo di nulla potere fare legalmente per correggere gli errori del governo bergogliano, mi viene da pensare che, in qualche modo, don Minutella abbia ritenuto suo dovere ritornare al suo militante apostolato di denuncia.
E per fare questo sembra aver raccolto i tanti indizi, che la Provvidenza sembra aver seminato a conforto di noi cristiani di questo tempo per prevenire ancora una volta l'avveramento del quasi intrattabile caso del "papa eretico", che Francesco (checché ne dicano ad oggi in pubblico tutti i vescovi del mondo eccetto uno) non sia mai stato in realtà validamente papa:
nella maturazione e proclamazione di questa certezza morale, che dà un tragico senso logico ad una situazione diversamente assurda) sull'antipapato di Francesco don Minutella sembra essere arrivato in forte ritardo rispetto ad altri (ad esempio @Diodoro ;-) ).

Anch'io ho perso molto interesse a leggere ed ascoltare ancora rispettabilissimi maestri cattolici come appunto mons. Bux che evidenziano vecchi e nuovi errori, dottrinali e pastorali, commessi o intenzionalmente permessi dal governo bergogliano:
per quanto mi riguarda de hoc satis (mi interesserebbero casomai notizie di ravvedimenti di chi ha sbagliato o permesso ad altri di sbagliare o di una chiara presa di distanze delle gerarchie ancora cattoliche dall'antipapato bergogliano).

Però caro amico non trascuriamo il fatto che ciò che oggi denuncia mons. Bux può essere molto utile per quei battezzati ai quali solo ultimamente cominciano a distaccarsi le fette di prosciutto sugli occhi:
penso che ci siano tanti oggi nelle condizioni di sconcertato dubbio nelle quali lei forse si trovava tre o quattro anni fa (o io fino all'inizio di questo morente 2018).

Un errore che mi sembra (parlo per quel poco che riesco a comprendere in base alla mia esperienza. dal mio limitato punto di vista) stia facendo l'amico don Minutella è di non tenere ben conto del fatto che in Italia in tante parrocchie la vita ecclesiale locale continua giorno per giorno sostanzialmente come avveniva prima del 13 Marzo 2018 e che lì sopratutto i parrocchiani più semplici e devoti non hanno ancora evidenti motivi di ritenere che Francesco sia un antipapa (anche perché appunto nessun vescovo e cardinale glielo dice e al contrario il loro parroco, anche se non fa quello che la rivoluzione bergogliana propone, dice loro che Francesco è il papa ed è tanto buono e misericordioso ;-) ).
Umanamente ritengo ad oggi impossibile che in Italia una percentuale statisticamente rilevante di laici e ancor più di clero possa pubblicamente ("mettendoci la faccia" con coerenza) schierarsi con don Minutella nella denuncia dell'antipapato bergogliano.
Diodoro
@Acchiappaladri Nelle Parrocchie c'è di solito un unico segno visibile di allarme: l'immagine del "caro leader" in chiesa. Spesso una foto, spesso una copertina sulle riviste messe in fondo alla chiesa, a volte una sorta di "Benvenuto" (o "Malvenuto") nella bussola di ingresso... comunque sono poche le chiese in cui ci si salva.
Una sorta di "Santo-subito-prima-del-trapasso-a-furor-di-popolo", …More
@Acchiappaladri Nelle Parrocchie c'è di solito un unico segno visibile di allarme: l'immagine del "caro leader" in chiesa. Spesso una foto, spesso una copertina sulle riviste messe in fondo alla chiesa, a volte una sorta di "Benvenuto" (o "Malvenuto") nella bussola di ingresso... comunque sono poche le chiese in cui ci si salva.
Una sorta di "Santo-subito-prima-del-trapasso-a-furor-di-popolo", che in realtà è l'esecuzione dell'ordine del medesimo "Santo".
maria immacolta likes this.
Acchiappaladri
C'è modo e modo ma (ahimè) la sostanza è quella!
Conscio di correre il grosso rischio di dispiacere sia all'amico don Minutella che all'amico (anche se solo virtuale) rev. @Cesare Baronio , mi azzardo a dire che stringi stringi la sostanza della invettiva di cui sopra del primo assomiglia a quella ultima, e finale, meditazione pubblica (vedi opportuneimportune.blogspot.com/…/baronio-padre-c…More
C'è modo e modo ma (ahimè) la sostanza è quella!
Conscio di correre il grosso rischio di dispiacere sia all'amico don Minutella che all'amico (anche se solo virtuale) rev. @Cesare Baronio , mi azzardo a dire che stringi stringi la sostanza della invettiva di cui sopra del primo assomiglia a quella ultima, e finale, meditazione pubblica (vedi opportuneimportune.blogspot.com/…/baronio-padre-c… ) del secondo indirizzata al rev. prof. Cavalcoli .
Acchiappaladri
Ancora una volta questa è una iniziativa di comunicazione di don Minutella che, ragionando secondo le convenienze umane e i metodi politici di raccolta di consenso, è a dir poco bizzarra e autolesionista.
IMHO umanamente parlando non ci si può attendere alcuna reazione positiva, in senso di ammissione di suoi errori dottrinali e amministrativi e ancor di più di ammissione della invalidità della …More
Ancora una volta questa è una iniziativa di comunicazione di don Minutella che, ragionando secondo le convenienze umane e i metodi politici di raccolta di consenso, è a dir poco bizzarra e autolesionista.
IMHO umanamente parlando non ci si può attendere alcuna reazione positiva, in senso di ammissione di suoi errori dottrinali e amministrativi e ancor di più di ammissione della invalidità della sua elezione papale, da parte del papa putativo.
Vediamo dopo oltre quattro mesi come la denuncia dell'Arcivescovo Viganò, il quale pure continua in pubblico a riconoscere deferentemente Francesco come papa valido, abbia avuto zero effetti positivi sul papa putativo, anzi...!!! ;-)

Ammesso però di ragionare dal punto di vista di un semplice prete, ex parroco di periferia povera,
- che però fermamente crede in tutto ciò che insegna il Catechismo,
- che però ha maturato la morale certezza che Benedetto XVI sia ancora papa non avendo rinunciato nel rispetto delle tassative regole canoniche di validità,
- che quindi (oltre che per altri motivi) Francesco sia un antipapa,
- che ha una personalità focosa,
- che in più è convinto di ricevere soprannaturalmente l'invito ad essere in questa nostra congiuntura storica un piccolo Giovanni Battista, cioè uno speciale sprone per le rane cattoliche ad uscire dal pentolone sulfureo prima che sia troppo tardi,
allora anche questo discorso ha un possibile senso logico a maggior gloria dell'Altissimo.

Da altri punti di vista ovviamente un discorso così suona come minimo inopportuno e/o in odore di superbia.

Nella crisi ecclesiale che stiamo vivendo più che in altre recenti contingenze la differenza di valutazione della gravità della crisi, e in particolare se il "biancovestito" (copyright @Diodoro) sia oggi validamente titolare del metafisico privilegio petrino oppure no, porta diversi cristiani per coerenza ad atteggiamenti MOLTO DIVERSI verso Francesco.
Illarisoft likes this.
Illarisoft likes this.
mjj75 shares this.
Apertis Verbis
Chi è don Minutella? Uno dei 456.000 preti del mondo. Quando vale don Minutella? Forse un etto di mortadella. Cosa dice e professa don Minutella? Concetti sparsi nel Catechismo della Chiesa cattolica. Quanto è caro don Minutella a Dio? Forse un po' meno di Totò Reina.
Siamo tutti contenti nel dichiarare che don Minutella non è nessuno, quindi possiamo ignorarlo.
Ci sono accademici, professoroni, …More
Chi è don Minutella? Uno dei 456.000 preti del mondo. Quando vale don Minutella? Forse un etto di mortadella. Cosa dice e professa don Minutella? Concetti sparsi nel Catechismo della Chiesa cattolica. Quanto è caro don Minutella a Dio? Forse un po' meno di Totò Reina.
Siamo tutti contenti nel dichiarare che don Minutella non è nessuno, quindi possiamo ignorarlo.
Ci sono accademici, professoroni, profeti, maestri, divulgatori apostolici, dottorati teologici ....
Fino a quando tutte queste "menti elette" staranno in silenzio?
Io professo pubblicamente che don Minutella è la "voce di Dio".
Stiano pur in pantofole i teologi ben pensanti e unti dalla sapienza.
Io membro della Chiesa di Roma, cattolica, apostolica e Romana professo don Minutella attendibile e veritiero. Mi distacco dal falso papa "l'innominato", il bugiardo, il vile e il reprobo.
Abbiate il coraggio di scomunicarci tutti.
Non potete perché non avete le "palle".
Acchiappaladri and 4 more users like this.
Acchiappaladri likes this.
luca78 likes this.
Illarisoft likes this.
Giuseppe Di Tullio likes this.
mjj75 likes this.
Maath
Spero che alla morte di Benedetto XVI, l'autoreferenzialità di Minutella non lo porti ad autodichiararsi Papa, si isolerebbe completamente.
Acchiappaladri
;-) sperando che anche l'amico don Minutella si faccia una risata, osservo che questo rischio non esiste fin quando non ci sarà almeno un vescovo in certa comunione con Benedetto XVI che ordini il rev. Minutella vescovo.
Quali sono le vigenti regole canoniche, nella vera Chiesa Cattolica, per l'elezione del Romano Pontefice sono convinto che ora don Alessandro lo sappia molto bene.

Ciò che è …More
;-) sperando che anche l'amico don Minutella si faccia una risata, osservo che questo rischio non esiste fin quando non ci sarà almeno un vescovo in certa comunione con Benedetto XVI che ordini il rev. Minutella vescovo.
Quali sono le vigenti regole canoniche, nella vera Chiesa Cattolica, per l'elezione del Romano Pontefice sono convinto che ora don Alessandro lo sappia molto bene.

Ciò che è più serio è il concreto rischio, pubblicamente evidenziato a mia conoscenza solo dal vecchissimo vescovo Gracida fra l'alto clero cattolico, è che dopo la morte di Benedetto XVI nel giro di pochi anni sarà legalmente impossibile eleggere il Romano Pontefice.
Se l'Onnipotente vuole ridare un visibile Vicario di Suo Figlio come guida del Piccolo Resto, dovrà poi intervenire in qualche modo straordinario se i pochi cardinali ancora sicuramente cattolici non romperanno gli indugi proclamando scismatica la "chiesa in uscita" (per il piano di sotto).
Maath
Per il resto è bella come testimonianza, ma non capisco perchè bergoglio secondo minutella dovrebbe dire di non essere papa e di essere stato messo lì dal gruppo di san gallo? forse per salvarsi l'anima? Ma bergoglio non crede all'inferno.
Acchiappaladri likes this.
One more comment from Maath
Maath
Fa ridere quando dice "questo lo sanno solo due persone IO e Lei bergolio". E Benedetto XVI dove lo mette e tutti gli altri cardinali? Nel filmato poi sembra essere troppo autoreferenziale(va bene che è il suo anniversario di sacerdozio)
come se fosse solo lui a criticare e ad aver pagato per bergoglio.
Ermasteo likes this.
Aracoeli
Ben detto tutto quanto. Ora il card. Bergoglio, lo sa che non lo riconosciamo come papa. Vediamo fin dove arriva la sua disonestà intellettuale. Se fa finta di nulla come al solito, dimostra di essere molto più basso di quanto abbiamo immaginato.
nolimetangere likes this.
nolimetangere
@Aracoeli Sono concorde.
Il punto é questo:
-la Chiesa é /dovrebbe essere sposa fedele di Cristo.
-Cristo é a/il capo della Chiesa.
I fedeli devono seguire Cristo, perché Cristo é Dio.
Difatti nella Chiesa i Vicari possono sbagliare, e questo é terribile, ancor piú se volontariamente, quando si gioca al " telefono senza fili" che una parola diventa alla fine tutt' altra.
E giocano con la Parola!
More
@Aracoeli Sono concorde.
Il punto é questo:
-la Chiesa é /dovrebbe essere sposa fedele di Cristo.
-Cristo é a/il capo della Chiesa.
I fedeli devono seguire Cristo, perché Cristo é Dio.
Difatti nella Chiesa i Vicari possono sbagliare, e questo é terribile, ancor piú se volontariamente, quando si gioca al " telefono senza fili" che una parola diventa alla fine tutt' altra.
E giocano con la Parola!
Quindi non seguire il Vicario, giustamente o ingiustamente instauratosi e insediatosi, ma seguire Cristo.
Perché Cristo é il capo di tutto. Cristo é Dio vivo e vero. Non il vicario.

Abbandonare i rinnegati al loro destino é un atto dovuto.
L' albero si riconosce dai frutti. E questo albero dà mele avvelenate.
luca78 and one more user like this.
luca78 likes this.
mjj75 likes this.
luca78 and one more user like this.
luca78 likes this.
Carmelitos likes this.
nolimetangere
Caro Don Minutella,
con Bergoglio non c' é dialogo, perché non vuole alcun dialogo.
Chi lo ha messo a quel posto, che non é stato certo lo Spirito Santo, ha ben fissato il paletto principale: distruggere la Chiesa di Dio e ricreare la Chiesa dell' Uomo, del peggior uomo, ossia del peccatore libero e impenitente che se ne strafotte di tutto.
Diodoro
@nolimetangere È proprio questo il punto. Se si trattasse di un "Papa imperfetto" (e TUTTI lo sono stati, sotto l'aspetto umano, anche i Santi), si potrebbe conversare rispettosamente con lui. Ricordiamo la profondissima e umanissima attenzione di papa Benedetto a OGNI interlocutore.
Ma se non lo è, si può e si deve solo "fare qualcosa di bello e di normale" mentre lui smonta la Chiesa, per …More
@nolimetangere È proprio questo il punto. Se si trattasse di un "Papa imperfetto" (e TUTTI lo sono stati, sotto l'aspetto umano, anche i Santi), si potrebbe conversare rispettosamente con lui. Ricordiamo la profondissima e umanissima attenzione di papa Benedetto a OGNI interlocutore.
Ma se non lo è, si può e si deve solo "fare qualcosa di bello e di normale" mentre lui smonta la Chiesa, per quanto gli è possibile
Acchiappaladri and one more user like this.
Acchiappaladri likes this.
nolimetangere likes this.
mjj75 and one more user like this.
mjj75 likes this.
Sempliciotto likes this.
nolimetangere likes this.
polos
Qui don Minutella lo affronta direttamente, armato della spada della Verità!
mjj75 and 2 more users like this.
mjj75 likes this.
Giuseppe Di Tullio likes this.
luca78 likes this.
polos likes this.