Clicks256

La mappa della vita!

P.Elia
21
La “mappa” della vita! Commentando il brano evangelico delle beatitudini durante l’omelia della Santa Messa celebrata nello stadio Zayed a Abu Dhabu il 5 febbraio scorso, Papa Francesco ha fatto …More
La “mappa” della vita!

Commentando il brano evangelico delle beatitudini durante l’omelia della Santa Messa celebrata nello stadio Zayed a Abu Dhabu il 5 febbraio scorso, Papa Francesco ha fatto capire che la fonte della felicità, qui e adesso, del cristiano è da ricercarsi nell’esperienza che in Gesù fa di sentirsi amato dal Padre.

Nelle singole beatitudini vediamo, infatti, un capovolgimento del pensare comune, secondo cui sono beati i ricchi, i potenti, quanti hanno successo e sono acclamati dalle folle. Per Gesù, invece, beati sono i poveri, i miti, quanti restano giusti anche a costo di fare brutta figura, i perseguitati.
Le beatitudini, cari amici, non sono altro che un identikit, per così dire, di Gesù. Guardiamo, allora, a come ha vissuto Gesù ha detto Papa Francesco: Egli è povero di cose e ricco di amore, ha risanato tante vite, ma non ha risparmiato la sua. È venuto per servire e non per essere servito; ci ha insegnato che non è grande chi ha, ma chi dà. Giusto e mite, non ha opposto resistenza e si è lasciato condannare ingiustamente. In questo modo Gesù ha portato nel mondo l’amore di Dio. Solo così ha sconfitto la morte, il peccato, la paura e la mondanità stessa: con la sola forza dell’amore divino. Chiediamo oggi, qui insieme, la grazia di riscoprire il fascino di seguire Gesù, di imitarlo, di non cercare altro che Lui e il suo amore umile.

Perché Gesù con le beatitudini, non ci chiede di compiere “grandi opere” o “gesta straordinarie” ma di realizzare una sola opera d’arte, quella della nostra vita.
In questo senso, le Beatitudini sono una mappa di vita: invitano a tenere pulito il cuore, a praticare la mitezza e la giustizia, a essere misericordiosi con tutti, a vivere l’afflizione uniti a Dio.
Le Beatitudini non sono per superuomini, ma per chi affronta le sfide e le prove di ogni giorno. Chi le vive secondo Gesù rende pulito il mondo. È come un albero che, anche in terra arida, ogni giorno assorbe aria inquinata e restituisce ossigeno. Vi auguro di essere così, ben radicati in Gesù e pronti a fare del bene a chiunque vi sta vicino. Le vostre comunità siano oasi di pace.
TommasoG likes this.
Bravo Francesco! Quando si mette in luce Gesù non si sbaglia mai
TommasoG and one more user like this.
TommasoG likes this.
Mi cha el likes this.